lunedì 29 settembre 2008

Pizza nel testo di Adriano


Chi non conosce il miticoAdriano,mago di tutti i lievitati dolci e salati?
Curiosando nel suo blog,avevo notato una pizza,cotta in una specie di padella...
Mi sono detta,sicuramente non è un impasto adatto al fornetto Ferrari!
Ed invece mi sbagliavo,perchè dopo un pochino di tempo ho ritrovato questa ricetta nel blog diDolci e non solo ,della bravissima Francesca,che ha sperimentato la cottura di questo impasto,nel suo fornetto Ferrari!
E magia delle magie,ho provato anche io ottenendo una pizza favolosa,ed il bello di questo impasto è che si può impastare al mattino,e godersi un'ottima pizza la sera a cena!

Riporto qua sotto la ricetta,copincollata da Dolci e non solo,e dico ancora grazie a Francesca...


ingredienti


800 gr farina W250 ho usato la farina spadoni per pizza
540 - 560gr acqua piuttosto fresca
22 gr sale
1 gr lievito fresco
io ho aggiunto anche un cucchiao di olio extra vergine d'oliva

Ore 9:
sciogliete il lievito nell'acqua, aggiungete poco più della metà della farina ed avviate l'impastatrice con l'aggancio a foglia, vel. 1. Quando l'acqua risulta assorbita inserite il sale e subito dopo il resto della farina, facendola cadere a pioggia da un setaccio avendo cura di fermare l'impastatrice di tanto in tanto. Calcolate 4' dal momento in cui la farina è assorbita. Aumenate la vel. a 1,5 ed attendete che la pasta cominci a tirare, ma senza incordare. Montate il gancio e fate andare a vel. 1,5 fino ad ottenere una parziale incordatura: l'impasto dovrà staccarsi dalle pareti, ma non dal fondo della ciotola.
Coprite con un telo inumidito e mettete a lievitare in un luogo non troppo caldo.
Ore 16,30:
Porzionate l'impasto in pezzi da 250 gr, avvolgeteli delicatamente senza stringerli, sigillateli di sotto e poneteli in un recipiente infarinato e coprite.
Verso le 20 i panetti dovranno risultare ben lievitati
A questo punto potete fare le vostre pizze.
Io ho preparato del pomodoro con basilico, sale, origano e olio
Le ho cotte nel fornetto "Ferrari" e devo dire che il risultato è stato davvero sorprendente...sembravano uscite direttamente da una pizzeria napoletana...

7 commenti:

  1. Mi sembra sia venuta veramente bene, complimenti!

    RispondiElimina
  2. Grazie!!
    I complimenti vanno solo a te,che ogni volta posti ricette bellissime,e di sicuro successo.
    Grazie Adriano :)

    RispondiElimina
  3. Davvero stupenda!!! Bravissima Aurelia :-)

    RispondiElimina
  4. Grazie,ma quello veramente bravo,è solo Adriano!
    Io mi limito a seguire le sue indicazioni...
    sono un'allieva molto attenta :-)

    RispondiElimina
  5. favolosa questa pizza da noi ogni settimana si mangia

    RispondiElimina
  6. @Seri
    E' un impasto favoloso...
    devo dire grazie al grande "Maestro" Adriano :)

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Aurelia,
    sono approdata nel tuo blog grazie al sito del Maestro.
    Complimenti!
    Ti chiedo qualche consiglio:
    cosa intendi quando dici coprite le palline? ci metti un telo umido direttamente a contatto o li metti in un contenitore a chiusura ermetica come per "la pizza con metodo polish sempre del maestro"? Io utilizzo il fornetto happy hour e sinceramente non penso
    di ottenere gli stessi risultati del Ferrari, anche se me lo hanno spacciato per identico. Ho provato la pizza di cui sopra, decisamente molto buona, ma rispetto le tue foto pubblicate, direi che i miei risultati sono un pò deludenti!Nello stendere la pallina, lasci il cornicione e utilizzi lo stesso meto di cottura che hai descritto in un altro post? In quanto tempo cucini una pizza? La base ti risulta croccante o riesci a piegare la pizza in 4 come caratteristica della pizza napoletana?
    Ti ringrazio
    Saluti
    Anna

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.