mercoledì 31 dicembre 2008

Buon Anno a tutte


Vorrei salutare insieme a voi il 2008...

Un abbraccio a tutte voi...e l'augurio che tutto ciò che desiderate per il 2009,si possa avverare!

Aurelia

sabato 27 dicembre 2008

Bavarese al limone


Scusate la lunga latitanza,ma solo adesso posso tirare un sospiro di sollievo,e rilassarmi un po'!

Questo mese,è stato il più lungo ed il più indaffarato di tutto l'anno...

Mi sono messa in testa di preparare i regali di Natale,per i nostri amici...con le mie manine...quindi pandori,cioccolatini e cantuccini a tutto spiano...se poi aggiungiamo l'andare a parlare con i professori dei miei figli...diciamo una ventina di prof in totale...la cosa è stata abbastanza dura!!

A pochi giorni dalla festa più bella dell'anno...poi...è successo di tutto di più!

Chi conosce la mia famiglia sa, che il mese di Dicembre è notoriamente un periodo di sfiga assoluta per mio marito...incidenti,furti ecc ecc...


Quest'anno non è stato da meno...un furto in ditta il 16 Dicembre,e quindi abbiamo giustamente pensato,ecco...la storia si ripete,meno male...poteva andare peggio!

Invece non avevamo dato abbastanza...perché il 21 Dicembre...mio marito ha avuto un incidente in moto,e si è lussato la spalla destra!!

Beh...posso dire che il tutto...mi ha leggermente stressata e quindi la voglia di postare ricette,o il tempo di andare in altri blog,ha lasciato il posto alle mille cose ancora da fare...

Mi scuso con tutte voi,che siete passate a trovarmi...

Non vi ho risposto,proprio per mancanza di tempo,ma vi ho pensate...tutte indaffarate a preparare pacchetti e pranzi di Natale ;-)

Veniamo a noi...

Di solito,per il pranzo di Natale come dolce,preparo il tronchetto...ma questa volta ho optato per una bavarese al limone...buona,buonissima...ma soprattutto veloce!!

Per la base200 g di biscotti secchi tritati
100 g di burro
Per la bavarese
2 uova intere
100 g di zucchero
2 limoni
250 g di panna da montare
2 fogli di colla di pesce
Tritare i biscotti nel robot,ed aggiungere il burro fuso.
Distribuire il composto,in un anello per torte e comprimere bene con il dorso di un cucchiaio.
Mettere il tutto in frigo per un'oretta .
Dividere 2 uova e montare i bianchi con 50 g di zucchero, e montare anche i tuorli sempre con altri 50 g di zucchero.Grattugiare la buccia a 2 limoni,poi spremerli e prendere 70 g di succo,che aggiungerete ai tuorli montati,insieme alla scorza grattugiata.Semi montare 250 g di panna,bagnare e strizzare 2 fogli di colla di pesce,ed unirli ai tuorli,poi con molta delicatezza mescolare con gli albumi e la panna.

Mettere il composto sul disco di biscotti,lasciando ancora l’anello della tortiera,mettere 2 ore in frigo,poi abbellire la mousse con riccioli di scorza e lamponi o more.
Nel mio caso ho fatto un Babbo Natale con del cioccolato fondente.

domenica 14 dicembre 2008

Anelli di totano alla romana


La frittura di mare,è il piatto che ordino più spesso quando andiamo al ristorante...
Vuoi mettere la soddisfazione di mangiare un buon fritto,senza aver la cucina da ripulire dagli schizzi di olio ?
Questo accadeva fino a qualche settimana fa...poi ho incontrato questa ricetta favolosa,un fritto asciutto...gli anelli morbidi...non inzuppato di olio...e nemmeno uno schizzo in giro per la cucina.


Ho trovato questa ricetta,su A.S Roma ...se non lo sanno fare loro :-))

Per 4 persone

600 g di anelli di totano freschi o anche surgelati

2 uova
1 limone
farina
olio
sale e pepe


PREPARAZIONE
Lavare ed asciugare bene gli anelli di totano...per evitare che schizzi il cottura.
Sbattete le uova con un pizzico di sale e passateci gli anelli di totano uno ad uno e, di seguito, infarinateli omogeneamente. Una volta preparati tutti gli anelli, portate ad alta temperatura un'ampia padella con dell'olio extravergine di oliva e cuocete gli anelli che avete preparato in precedenza. Cercate di tenere in cottura ognuno di essi per non più di 3-4 minuti girandoli spesso: il segreto infatti è di non cuocerli troppo per non farli indurire. Se l'olio è stato portato a temperatura alta, infatti, il tempo è più che sufficiente ed avrete degli anelli dorati, croccanti fuori e morbidi dentro.Spadellate gli anelli ponendoli in un piatto ampio con della carta assorbente e, per chi lo preferisce, spremete del limone a piacere.

mercoledì 3 dicembre 2008

Panini da Hamburger e da Hot Dog

Cosa c'è di meglio di un bel panino morbido,gustoso...e sbrodoloso :-))
Fino a qualche tempo fa andavamo tutta la famiglia da un certo Mc...e qualcosa,a mangiare hamburger e patatine fritte !
Ricordo con un sorriso,quando siamo andati al Mc Donald's di Pistoia...una fila pazzesca,nemmeno un tavolo libero...io in mezzo al locale con il vassoio in mano,una spintonata leggera al mio gomito da parte di non so chi,l'equilibrio precario del tutto che andava a farsi benedire...il mio NOOOOOOOOOOO lungo un mese...ed inevitabilmente tutte le Coca Cola,che volavano sul pavimento appena lavato!!!!
Il ragazzo con il mocio,mi ha fulminata con il suo sguardo assassino,mio marito che rideva come un matto...ed i miei figli...che in quel momento avrebbero voluto avere la sabbia sotto i piedi,per poterci infilare la testa e disconoscermi all'istante!!!
Ed io bordò,che cercavo di scusarmi...
Adesso ci rido...ma in quel momento sarei voluta sprofondare!

Comunque torniamo a noi...
Ricetta da 10 e lode,della bravissima
Luvi,tutte le sue ricette sono un sicuro successo!

Panini morbidi,molto gustosi...tolti dal freezer e riscaldati qualche istante nel M.O,tornano fragranti come appena sfornati...


INGREDIENTI (18 panini)
650 g farina bianca non trattata per pane (ho usato farina 0 di media forza)
1 cucchiaio sale (12 g)
2 cucchiaini zucchero di canna (10 g)
50 g burro a cubetti (temperatura ambiente)
15 g lievito birra fresco (oppure 7 g lievito in polvere)
400 ml di latte tiepido (temperatura ambiente)
1 uovo grande sbattuto

Per spennellare e decorare:
semi di sesamo
latte
sale un pizzico


Impastare la farina il lievito e il latte con l'uovo, poi aggiungere lo zucchero, poi il sale e per ultimo il burro.Lavorare circa 10 minuti finché sarà morbida omogenea e molto elastica. Se mai aggiungere un po' di farina in più
Io ho usato l'impastatrice,e non ho avuto bisogno di aggiungere altra farina.

Lasciar lievitare per un'ora circa,coperto in un luogo dove non ci siano correnti d'aria,poi mettere sulla spianatoia appiattire la massa,dividere in pezzetti di circa 66 g (io li ho fatti di 70 g circa...forse anche qualche grammo in più)e formare delle palline.
Metterle sulle teglie da forno già coperte di carta da forno,poi appiattitele leggermente,copritele con un foglio di plastica e fatele lievitare per 45 min circa.
Scaldare il forno a 230°,spennellare i panini con un poco di latte in cui avrete sciolto un pizzico di sale,e cospargete di semi di sesamo.
Cuocere per i primi 5 minuti a 230°,poi abbassate la temperatura a 210°per altri 7/8 minuti circa.
Togliete dal forno,appoggiate i panini su una gratella ,spennellateli di nuovo con un pochino di latte,copriteli con un telo pulito e lasciate raffreddare.
In questo modo i panini acquistano morbidezza

venerdì 28 novembre 2008

Risotto con i funghi secchi

La stagione dei funghi è stata avara,anzi più che avara...non ho trovato nemmeno l'ombra di un porcino!
Allora per non sentirne troppo la mancanza ripiego su quelli secchi ed il risultato è stato quest'ottimo risotto!


Per 4 persone
350 g di riso carnaroli
15 g di funghi secchi
50 g di burro
50 g di parmigiano grattugiato
1/2 cipolla tritata
brodo bollente


Prima di tutto,facciamo rinvenire i funghi secchi in una ciotola con dell'acqua tiepida.
Sciogliamo il burro,e aggiungiamo la cipolla che faremo rosolare a fuoco dolce.
Adesso uniamo il riso e aggiungiamo man mano il brodo caldo un mestolo alla volta,portando il nostro riso a metà cottura,quindi aggiungiamo i funghi tritati ,un paio di cucchiai della loro acqua che avremo filtrato e portiamo a cottura,mescolando delicatamente il tutto.
Aggiungiamo a fuoco spento 10 g di burro ed il parmigiano grattugiato,lasciamo riposare qualche minuto ed il nostro risotto è pronto.

Spinacine di pollo


Finalmente un secondo...
Non è che a casa mia,non mangiamo mai la carne...il problema è secondo me,che non riesco mai a fotografarla decentemente...
Ieri sera a cena ho preparato queste spinacine,è una ricetta che avevo salvato questa estate, e che mi ero ripromessa di provare al più presto...
Alla faccia del presto!
Comunque,la fonte di questa ricetta,è
Lenny,cui dico grazie,per avermela fatta conoscere.
Un secondo di facile esecuzione,veloce...e che è stato spolverato dalle locuste...molto ma molto velocemente :-)

Ingredienti x 6 spinacine
Petto di Pollo (o Tacchino) 300 g
1 Uovo
5 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaio formaggio grattugiato
100 g di spinaci
sale
Panatura
2 uova
pangrattato
farina
olio
Preparazione
Mondare gli spinaci, lessarli e tagliuz
zarli grossolanamente.Tritare la carne ed amalgamare l'uovo, il pangrattato, il formaggio e gli spinaci, regolando di sale.Dare la tipica forma a disco, aiutandosi con l'apposito stampo per hamburger e passare prima nella farina, poi nell'uovo ed infine nel pangrattato.Ad operazione ultimata, tuffarli nell'olio bollente e friggere. Servire ben caldi.

giovedì 27 novembre 2008

Dado di carne e dado di verdure....casalinghi


Ebbene si...sono stata presa dalla mania di cercare di fare tutto in casa!
Stufa di spendere cifre esose e di mangiare conservanti e additivi,al posto di cibo genuino...mi sono detta,perchè non farlo in casa?
Diciamocelo chiaro...il dado comprato ha un saporino,uhm...non tanto naturale, se poi aggiungiamo che contiene glutammato...una sostanza che spesso,viene usata per migliorare il sapore dei cibi scadenti :-((...penso di aver detto tutto!
Ho trovato questa chicca,nel blog di
Radem,e l'ho subito provata.
Buono,anzi buonissimo...un gusto delicato, ma sopratutto genuino!
Si prepara velocemente,ed è molto comodo da conservare...infatti possiamo scegliere se conservarlo in frigo oppure in freezer senza che il nostro dado si congeli,visto la grande quantità di sale che contiene!
Non abbiate paura...il sale non si sente :-)
Si conserva per circa 3 mesi.
Dado di carne

Ingredienti per un barattolo di vetro grande:
300 g di carne macinata
100 g. di sedano
3 carote
3/4 di cipolla bianca
1 spicchio d'aglio
1 pomodoro maturo (non quelli verdi da insalata, per intenderci)
3 cucchiai di vino rosso
250 g. di sale grosso
Si inizia pulendo le verdure e tritandole nel frullatore grossolanamente,poi le metteremo in un tegame con il macinato il sale e il vino rosso e lasceremo cuocere a fuoco basso per 30 minuti,con un coperchio che lasci uscire il vapore che si formerà durante la cottura,mescolando di tanto in tanto.
A questo punto con il mixer omogeneizzeremo il tutto,metteremo il nostro dado nel barattolo e lo lasceremo raffreddare,chiuderemo con il tappo e metteremo in freezer o in frigo.
Dado di verdure

100 g di sedano fra gambo e foglie
3 carote
1 cipolla
1 pomodoro
2 zucchine
1 spicchio d'aglio
30 g di vino bianco secco
1 ciuffo di prezzemolo
qualche foglia di basilico
1 cucchiaio di olio evo
150 g di sale grosso
Stesso procedimento del dado di carne,cuocere per 20/30 minuti,mescolando di tanto in tanto e coprendo con il coperchio a metà pentola.

Omogeneizzare il tutto con un frullatore ad immersione e travasare in un barattolo di vetro.Appena sarà freddo chiudere con il tappo e conservare in frigo o freezer.

lunedì 24 novembre 2008

Panna da cucina...fatta in casa

Della serie...facciamocela da sole!!
Vi è mai capitato,di voler cucinare dei tortellini alla panna o delle scaloppine ai funghi, e quando avete aperto lo sportello del frigo....la panna era finita?
Fino a poco tempo fa...molto gentilmente :-))...chiedevo ai miei figli di andarmela a comprare...ma si sa... i figli crescono ed ora riescono a trovare delle ottime scuse per clissarsi...
devo studiare...io proprio non posso...devo lavarmi i capelli...mandaci LEI...oppure mandaci LUI... :-( detto tra noi...io ce li manderei tutti e due,ma non a comprare la panna!!!!!!

Meno male che in qualche blog(non ricordo dove,e quindi scusatemi se non sono precisa e non scrivo la fonte della ricetta)ho trovato questo aiuto straordinario, per farsi dell'ottima panna da cucina!

Ingredienti


200grammi di latte meglio se e intero
300 grammi di olio di semi di mais

Unire il latte e l'olio di mais,nel boccale del minipimer,e frullare fino ad ottenere la giusta consistenza.

Tutto qua...veloce,pratico...economico!
Mica male,vero?

martedì 18 novembre 2008

Crostata cioccolato e pere...


Ovvero...al bloggator non far sapere,quant'è buono il cioccolato con le pere!!
Ad essere sincera
non avevo mai assaggiato una crostata cioccolato e pere, e quando mi sono ritrovata davanti quella di
Enza....bhè,non ho saputo resistere!
La frolla è quella del mitico
Adriano ...seguendo la sua ricetta,mi sono fatta la scorta per almeno 4 crostate,ma voi potete usare la vostra ricetta di frolla del cuore.
La cosa che mi ha colpito di questa ricetta,è l'esecuzione della crema al cioccolato...
tipo una bechamel...ma con l'aggiunta del cioccolato fondente.
Giuro...è venuta fuori una cosa stragoduriosa...
Ma bando alle ciance...se la volete provare,ecco a voi la ricetta!

-pasta frolla circa 500 g

Per la crema al cioccolato

20 gr di burro
1 cucchiaio pieno di farina 00
200 g di cioccolato fondente
500 ml di latte
70 gr di zucchero
2 uova intere
un cucchiaio di rum

Per decorare
- pere williams
- zucchero di canna
Si inizia scaldando il latte con lo zucchero,mentre in un pentolino faremo sciogliere il burro e ci aggiungeremo il nostro cucchiaio abbondante di farina.
Mescoliamo e uniamo il latte caldo,facendo attenzione a non far formare i grumi, e continuando a mescolare facciamo addensare la nostra crema.
Togliamo dal fuoco e aggiungiamo il cioccolato fondente mescolando con cura, e lasciamo raffreddare il tutto.
A questo punto aggiungiamo le uova sbattute con una forchetta, il rum...e la nostra crema è pronta!
Mettiamo la frolla nel nostro stampo,versiamo la crema...decoriamo la nostra crostata con le pere sbucciate e passate nello zucchero di canna, e inforniamo a 180° per 45 minuti circa.


venerdì 14 novembre 2008

Premio Criceto Goloso


Guardate qua che bel premio...
Sono stata premiata da due carissimi amici,che ho avuto il piacere di conoscere da poco,ma che stimo tantissimo...
Sto parlando di
Milù ,anche lei toscana come me...,bravissima sia in cucina,ma sopratutto bravissima nei lavori manuali...di ogni genere :-)
E poi,devo ringraziare
Giuseppe,un caro amico...con una passione grandissima...per la cucina!

REGOLAMENTO:



Il premio "Criceto Goloso" è un riconoscimento di golosità e ghiottoneria per cui va assegnato a tutti quei blogs, le cui foto e i cui contenuti trasmettono al meglio questo messaggio.Chi riceve il premio dovrà a sua volta nominare almeno altri 5 blogs ed esibire il logo.

Allora...adesso passo il premio,a chi...con le sue foto e con le sue ricette...mi fa sentire veramente una cricetina golosa....

The Winners are....rullo di tamburiiii


la settimana gastronomica

La susina on the rocks


Conservare in frigo

Io da grande


Pane burro e marmellata

lunedì 10 novembre 2008

Impasto..non impastato per torte salate



Ho la cucina,stracolma di elettrodomestici...impastarice,robot,fruste ecc ecc...
ma quando la scorsa settimana,nel mio girovagare tra i vari blog,ho trovato questo impasto per torte salate che non richiede alcun minimo sforzo, se non quello di essere agitato in un semplice ciotola da frigo che sicuramente tutte noi abbiamo in cucina...ecco a quel punto si è accesa la lucina nei miei occhi,ed ho pensato...
Lo devo provare !
Ringrazio di cuore Imma di
Caffeine for two dove ho scoperto questa ricetta
Ingredienti
ingredienti:
250 g di farina
80 g di olio
110 g di acqua calda
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate

verdure a piacere

In una ciotola con un tappo che faccia veramente il proprio dovere...se non volete imbrattare il pavimento e voi stesse :-) ,mettete tutti gli ingredienti,tranne le verdure,chiudete bene e iniziate a far roteare la ciotola tra le vostre mani ,facendogli compiere dei giri per qualche minuto...
Avete presente loolahop...ecco tipo quel movimento...
A questo punto,il contenuto si sarà trasformato in una massa,abbastanza compatta...basta dare un paio di impastate,ed il gioco è fatto.
Mettete l'impasto in una teglia non unta in nessun modo ,stendetelo con l'aiuto delle mani,copritelo con le verdure a piacere,una spolverata di sale,una di pepe...un trito di aglio se piace,origano ed un filo d'olio, ed infornate a 200° per 45 minuti circa...

sabato 8 novembre 2008

Premio dolcezza


Che giornata bellissima...due premi a distanza di poche ore!
Devo ancora ringraziareMina,per avermi assegnato questo premio
Con questo riconoscimento desidero premiare tutti quei blog che si sono distinti per aver dato un messaggio di dolcezza e/o amore.


Regolamento
Preleva il premio facendo "copia e incolla" del codice html, che trovi a fine regolamento, e inseriscilo nel tuo blog.
Scrivi un post linkando il blog che ti ha consegnato la targa come simbolo di gratitudine.
Crea un link anche a questa pagina Il mondo di memole
per permettere ai premiati di leggere il regolamento e prelevare il premio.
Per poter ritirare la targa devi premiare almeno sette blog.
Se vuoi indica la motivazione per cui consegni la targa ai blog premiati.
In seguito puoi, in qualunque momento, assegnare il premio ad altri blog.

Vorrei premiare a mia volta...

La polpetta perfetta
Essenza di Vaniglia
Un filo di erba cipollina
la fucina culinaria
Pane burro e marmellata
La collina delle fate
Ricette di Radem

Desisero ringraziare anche Giuseppe di I miei pasticci in cucina, e Roberta la golosona, che mi hanno premiata anche loro, con questo bellissimo premio.

venerdì 7 novembre 2008

Premio Dardos





Oggi ho ricevuto da
Mina,questo prezioso premio...


Ancora non sono abituata ad essere premiata, e la cosa mi lusinga tantissimo!


Ancora grazie Mina, abbiamo iniziato questa avventura del blog quasi insieme, e quindi ti sento ancora più vicina a me...


Questo è un premio che riconosce i valori che ogni blogger dimostra ogni giorno nel suo impegno a trasmettere i valori culturali, etici, letterali e personali. In breve mostra la sua creatività in ogni cosa che fa'.Si deve:
1) Accettare e visualizzare l'immagine del premio e far rispettare le regole;
2) Linkare il blog che ti ha premiato;
3) Premiare altri 15 blog e avvisarli del premio.



Sarei felice di passare questi premi a...



A tavola con semplicità

Marcela

Milù

mercoledì 5 novembre 2008

Eliche con asparagi e salmone


Un sacchetto di asparagi surgelati che languiva in freezer,una confezione di salmone affumicato che cercava disperatamente di farsi notare in frigo...
La fretta di portare qualcosa di commestibile in tavola per pranzo...
ed è venuto fuori un primo delizioso!

eliche
asparagi surgelati 450 g
salmone affumicato 100 g
1 scalogno
burro
panna da cucina
sale e pepe

Lessare gli asparagi ancora surgelati,per 10/ 15 minuti circa in acqua bollente salata.
Scolarli,e tagliarli a fettine di circa 1 cm.
Soffriggere lo scalogno con del burro,per qualche minuto a fuoco basso,ed aggiungere gli asparagi.
Fateli saltare un paio di minuti,aggiungete il salmone tagliato a quadretti,lasciate insaporire ed infine unire la panna da cucina.
Una spolveratina di sale,una di pepe,uniamo le nostre eliche ormai cotte,ed il piatto è pronto.

venerdì 24 ottobre 2008

Sofficini deliziosi


In barba,alla nota casa di piatti pronti surgelati,ecco le famose lunette che sorridono...

Ricordate la pubblicità?

Semplicissime da fare,e molto ma molto buone.

A noi ci hanno conquistati,e a voi...?
Grazie a
Randem,che mi ha fatto scoprire questa bella ricettina.


Dose per 12 sofficini


250 gr. di latte intero
1 cucchiaio di burro

250 gr. di farina

sale q.b.

Per il ripieno


besciamella fatta con
250 g di latte
15 g di burro
15 g di farina
sale e noce moscata

Prosciutto cotto tritato nel mixer
Mozzarella tagliata a fette e lasciata sgocciolare benissimo


Funghi champignon cotti,con un pochino di olio,aglio e qualche fettina di
porcino secco ammollato e ben strizzato.
Quando i funghi sono cotti,tritarli nel mixer ed aggiungere un paio di cucchiaiate di besciamella.

Per la copertura
1 uovo intero
pangrattato

Mettere latte, burro e pizzico di sale in una pentola. Appena inizia a bollire versare la farina (è importante che sia setacciata per evitare la formazione di grumi) e mescolare continuamente fino alla formazione di una palla.(Attenzione,si deve girare molto energicamente,altrimenti si attacca alla
pentola.Se l’avete usate una pentola antiaderente)Lavorare il panetto ottenuto e ricavarne 12 palline da stendere sottili sottili con il matterello.Ritagliare dei dischetti servendosi di un contenitore o di un pentolino (io ne ho utilizzato uno dal diametro di 15 cm. e la misura è perfetta e somiglia proprio a quella dei sofficini originali).Riempire una metà dei dischetti ottenuti in questo modo: 1 cucchiaio di besciamella, prosciutto cotto e sopra mozzarella, oppure: 1 cucchiaio di besciamella, crema di funghi e mozzarella.Chiudere con l'altra metà e saldare bene i bordi prima con le dita e poi con i rebbi di una forchetta.
Sbattere un uovo e passare ogni sofficino prima nell'uovo e poi nel pangrattato.Preriscaldare il forno a 200° e rivestire una teglia di carta forno.Adagiare i sofficini sulla teglia ed irrorare la superficie con un po' di olio extravergine di oliva Cuocere per 20 minuti a 200°.


Se fate la dose doppia,potete tranquillamente surgelarli prima di cuocerli,e li avrete sempre pronti in frezer,una vera comodità vero?
Scusate per la qualità della foto,questi sono quelli che ho surgelato...quelli dorati e croccanti,sono spariti subito!

Premio "Migliore cuoca suggeritrice"


Sono emozionatissima,dopo neanche un mese di vita del mio blog,sono stata premiata dal mio carissimo faro,colei che attraverso varie peripezie , mi ha fatto giungere al forum di cucina Ecucinando...

Sto parlando diRoberta
simpaticissima e cara amica emiliana, mia musa ispiratrice...


Passo volentieri questo premio aLuvi
la mia gnoma suggeritrice di buonissime ricette di pane toscano, con le quali sono riuscita a trovare finalmente il pane di casa mia..

Ed infine voglio premiareAgo
dolcissima ragazza...ma anche una bravissima cuoca,che ogni volta mi tenta con i suoi dolcetti e manicaretti!

martedì 21 ottobre 2008

Risotto quattro stagioni al profumo di zafferano



E' un risotto, che ho inventato oggi per pranzo, all'ultimo minuto...
L'ho voluto chiamare così, per i gli ingredienti che ho usato nel farlo.
Pisellini per la primavera, peperoni rossi per l'estate, funghi champignon
per l'autunno, ed infine la salsiccia di maiale, per l'inverno...
Le quantità non posso scriverle, perchè ho fatto ad occhio, regolatevi con il vostro gusto...

Ingredienti
Riso carnaroli
Piselli surgelati
peperone rosso a dadini
funghi champignon surgelati a fettine
salsiccia di maiale
cipolla dorata
brodo
burro
sale

Si inizia, facendo sciogliere delicatamente il burro, poi si aggiunge la cipolla tritata finemente e si fa imbiondire.
Intanto avremo preparato le nostre verdure, ed avremo spellato e sbriciolato la salsiccia .
Versiamo le verdure nella cipolla dorata,mescoliamo delicatamente,e lasciamo cuocere per una decina di minuti a fuoco moderato,a questo punto uniamo la salsiccia sbriciolata,e lasciamo insaporire il tutto,per altri 4 o 5 minuti.
Sfumiamo con il vino,lasciamo evaporare e a questo punto aggiungiamo il riso,lo faremo brillare,ed aggiungeremo del brodo caldo mescolando spesso.
Controllare se è giusto di sale,altrimenti aggiungerne un pizzico.
Qualche minuto prima che la cottura sia terminata, aggiungiamo una bustina di zafferano sciolto in un goccio di brodo, mescoliamo bene e il nostro risotto è pronto.

lunedì 20 ottobre 2008

Crostini di fegatini

crostini di fegatini4



I crostini di fegatini sono un piatto tipico della mia regione, ma in ogni casa, ed in ogni ristorante, esiste una versione sempre diversa...
Possono essere fatti in vari modi, con un soffritto di odori, oppure si può aggiungere della passata di pomodoro, o c'è anche chi aggiunge anche della carne macinata...

Ingredienti per 4 persone

300 g di fegatini di pollo
mezza cipolla dorata
2 filetti di acciuga sotto sale, o un pochino di pasta d'acciughe
un cucchiaino di capperi sott'aceto
vino bianco
poco brodo di carne
burro
olio d'oliva
sale pepe
pane possibilmente toscano leggermente raffermo
oppure pane da crostini

Fate imbiondire la cipolla tritata finemente nell'olio d'oliva, unite i fegatini precedentemente puliti dai filamenti e senza la vescica del fiele, lavati bene e tagliuzzati in piccoli pezzetti.
Cuocete girando abbastanza spesso, aggiungete del vino bianco, e del brodo caldo.
Dopo circa 15/20 minuti, togliete i fegatini e tritateli con la mezzaluna sopra un tagliere, con i capperi.

crostini di fegatini1

Rimettete il tutto nel tegame, aggiungete un pezzetto di burro, l'acciuga tritata o la pasta di acciughe, e cuoceteancoraq per un altro quarto d'ora aggiungendo man mano del brodo caldo.
Spalmate l'impasto sui crostini di pane, leggermente bruschettate, oppure potete anche bagnare velocemente il pane nel brodo, e poi coprite con il patè, come vuole la tradizione toscana.

venerdì 17 ottobre 2008

Pancarrè

Soffice,profumato,delizioso...così leggero da sembrare una piuma,e nello stesso tempo delicato e saporito...
Semplicissimo nell'esecuzione,non potrà più mancare nella mia dispensa.
Grazie a Francesca di
Dolcie non solo,che mi ha incuriosita con la sua ricetta.


INGREDIENTI
250 g farina oo
250 g farina manitoba(funziona anche con 500 g farina OO)
200 g acqua
50 g latte
50 g olio d'oliva ( o semi)
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale (8 g)
mezzo cubetto lievito di birra

PREPARAZIONE
Sciogliere il lievito nel latte, aggiungere lo zucchero e l'acqua. Quando il lievito è ben sciolto aggiungere la farina e l'olio.
Formare una palla,e far lievitare per un’ora e mezzo.
Poi,con l’aiuto del mattarello fare un rettangolo ,della largezza dello stampo da plumcake,foderato di carta forno.
Arrotolare il rettangolo,e metterlo nello stampo,e lasciar riposare il tutto mezz’ora nel forno tiepido
Cuocere in forno a 200°,coperto con carta d’alluminio,per 30 minuti,poi togliere la carta e cuocere per altri 10/15 minuti
Lasciar raffreddare nello stampo,poi estrarre il pancarré,tagliarlo a fette,volendo si possono surgelare….quando serve,due minuti nel tostapane.

Raccolta ricette torta di mele

E' la stagione delle mele,e quindi tutte noi,stiamo sbizzarrendoci nello sfornare torte deliziose,con questo prezioso frutto...
Le ricette stanno comparendo come funghi su molti blog,e Essenza di vaniglia ha avuto una splendida idea...
Raccogliere tutte le ricette,dalle più semplici alle più elaborate,in una bellissima raccolta!
Penso che sia un'idea splendida,ed anche io ho lasciato il mio piccolo contributo,con la mia torta di mele.
Chi fosse interessato clikki pure qui...


mercoledì 15 ottobre 2008

Torta di mele...di casa mia





Questa è la classica torta di mele
a torta che più di tutte sa di cose semplici e buone,che mi ricorda le merende ormai lontane,di quando ero bambina...

100 g di zucchero
100 g di burro
2 uova
150 g di farina
1 cucchiaino di lievito
sale
Per ricoprire la torta
1 kg. di mele
50 g di burro
50 g di zucchero di canna

Far fondere il burro nel micronde e mescolarlo con i 100 g di zucchero e le uova intere, infine incorporare la farina con il lievito e un pizzico di sale.
L’impasto deve essere piuttosto fluido e se occorre aggiungere un po’ di latte.
Imburrare la teglia, versare l’impasto e adagiarvi sopra le mele a fettine.
Sciogliere il burro rimasto e versarlo sulle mele che cospargerete con lo zucchero di canna.
Cuocere in forno a 180° per un’ora circa.

Marmellata di cipolle di Tropea



Dolce e delicata,si sposa divinamente con il pecorino toscano...
Un abbinamento fantastico,tutto da scoprire



INGREDIENTI:
1kg. cipolle di Tropea
600g. zucchero
2 mele grattuggiate
1 limone e mezzo spremuto

Mettere tutto in pentola, le cipolle tagliate a fettine.
Far prendere bollore e cuocere semicoperto prima a fuoco basso e poi medio per un’ora, un’ora e mezzo.
Invasare a caldo (nei vasetti sterilizzati 10 minuti in forno a 100°), chiudere bene, capovolgere, coprire con un panno fino a completo raffreddamento.
Sottovuoto si conserva per lungo tempo, ma una volta aperto il vasetto meglio conservarlo in frigo.

Ricetta presa dal blog di
Cindy
alla quale vanno tutti i miei ringraziamenti.

martedì 14 ottobre 2008

Torta magica al cioccolato



Torta magica al cioccolato
Un nome che racchiude mistero e magia...si magia ,quella che si compie,nel calore del forno,lontano da occhi indiscreti..
E poi,la magia continua,quando finalmente il cioccolato incontra le nostre papille gustative scatenando una emozione senza fine,ed i nostri occhi per un attimo si socchiudono .
Un grazie particolare ad Una cilentana in cucina
,dove ho scovato questa bellissima ricetta

ingredienti: per uno stampo di 24 cm

per la base al cioccolato

200 gr di cioccolato al 70%
150 gr di zucchero
3 uova
100 gr di farina
150 gr di burro
1 cucchiaino di bicarbonato o lievito
1 pizzico di sale

per la crema al cacao

60 cl di latte intero
4 uova
50 gr di zucchero
3 cucchiai di cacao

Per la glassatura

200 g di nutella

Preriscaldare il forno a 200°C. Fare bollire il latte col cacao e tenere da parte. Fare sciogliere il cioccolato ed il burro al microonde,e lasciare raffreddare.
-Per la base al cioccolato: Sbattere le uova fino ad avere una massa spumosa( 5 minuti circa) aggiungere quindi la farina setacciata insieme al lievito quindi aggiungere il cioccolato fuso(i 200gr) Tenere da parte .

-A parte preparare il cremoso al latte/cacao: frustate le 4 uova con lo zucchero(50gr) aggiungere progressivamente il latte e il cacao precedentemente bolliti e raffreddati, mescolando dolcemente poi.
In un stampo in silicone, stendere un abbondante strato di nutella sul fondo. Versare la base al cioccolato e lisciare la superficie per bene, quindi versare sopra il cremoso latte/cacao (che sara' liquido non vi spaventate)
Ricoprire con un foglio di alluminio e cuocere in forno a bagnomaria . A 200° per i primi 20 minuti, quindi togliere il foglio alluminio e proseguire la cottura a 180° per altri 30/40 minuti. Fare la prova stecchino prima di sfornare.
Lasciare raffreddare 20 minuti prima di sformare su un piatto di portata avendo cura di passare una lama di coltello sulla circonferenza del dolce.
Voila' la magia e' fatta!
Avremo 3 strati una parte centrale cremosa tipo budino, la base al cioccolato, una torta morbida e la glassa sopra di nutella.

sabato 11 ottobre 2008

Eliche alla crema di zucca


L'autunno è ormai arrivato, anche se non si direbbe con questo splendido sole...
e perchè non omaggiarlo con un prodotto tipico di questa stagione.
Dolce e delicata, solare con il suo bel colore arancio, la zucca così semplice, riesce a sempre a regalarci piatti squisiti.

Un grazie particolare a Christian di
Chefblog,l'autore di questa bellissima ricetta,che io ho leggermente modificato,in base ai gusti di casa mia.
Ingredienti
zucca
cipolla
burro
vino bianco
prosciutto crudo
timo
salvia
sale e pepe
Sbucciare la zucca, tagliarla a fette non troppo spesse e quindi ridurla a cubetti.
Far imbiondire la cipolla nel burro, lentamente a fuoco basso, quando la cipolla sarà dorata, aggiungere i cubetti di zucca, far insaporire per qualche minuto e sfumare con un pochino di vino bianco.
Quando sarà evaporato, salare e pepare leggermente, ed aggiungere un pochino di acqua calda, e lasciar cuocere per circa 10 minuti, tutto dipende dalla grandezza dei cubetti di zucca, infine passare il tutto al mixer, creando una crema.
Tagliare un altro pezzetto di zucca a julienne e sciogliere un poco di burro in una padella, mettere qualche foglia di salvia, e poi aggiungerci la zucca, facendo saltare il tutto per qualche minuto, infine unire del prosciutto crudo tagliato sottile, e un poco di timo fresco.
Intanto avrete cotto la pasta, scolatela e fatela saltare nella padella con la zucca ed il prosciutto, poi unire la crema di zucca.

lunedì 6 ottobre 2008

Pane Toscano multilievitato





PANE TOSCANO multilievitato di Il mondo di Luvi


Ho trovato questa interessantissima ricetta di pane toscano,nel blog della bravissima Luvi.
Il pane toscano,per me è una vera istituzione,sono sempre alla ricerca della ricetta perfetta,e penso proprio di averla trovata...

Grazie di cuore Luvi!!
Questo pane toscano,ha la particolarità,di essere l'insieme di tre lievitazioni distinte...biga,poolish,lievito di birra,e da questa alchimia,ne viene fuori un pane croccante e profumato


BIGA di 18 ore


200 gr farina forte


100 gr acqua


2 gr lievito di birra


POOLISH di 18 ore


200 gr farina forte


200 gr acqua


2 gr lievito di birra


IMPASTO


1,5 kg di farina media


15 gr germe di grano (trovata da Naturasì)


15 gr crusca tostata (nei reparti di biologico dei vari supermercati)


30 gr di fior di madre ( io non trovandola ho messo 30 g di pasta acida acquistata da Naturasì)
30 gr lievito di birra


800 gr acqua


BIGA preparata 18 ore prima


POOLISH preparato 18 ore prima


Allora,si inizia l'impasto 18 ore prima,preparando la biga ed il poolish,e lasciandoli nelle loro ciotole,coperti fino al mattino seguente,in un posto dove non ci siano correnti d'aria.
Al mattino,facciamo l'impasto vero e proprio,unendo anche la biga ed il poolish,coprendo il tutto e facendolo lievitare per circa mezz'ora.
Trascorsa la mezz'ora,si divide l'impasto in 3,e si cerca di fare un folding decente...
Il folding,sono le piegature che faremo al nostro impasto,per far sì che possa avere una maggiore spinta nel momento della lievitazione.
Metteremo adesso la carta da forno sulle teglie,e metteremo la nostra pagnotta con la parte ripiegata verso l'alto,tracorsa la mezz'ora gireremo il nostro impasto,e lasceremo lievitare per circa 1 ora e mezzo.
Accendiamo il forno a 210°,spolveriamo il pane con un pochino di farina,tagliamolo con una lametta,o un coltello affilato facendo una specie di scacchiera.
Inforniamo un pane alla volta,con una ciotola d'acqua sul ripiano superiore,per i primi 15 minuti poi la toglieremo e continueremo la cottura,per altri 45 minuti circa.
Una volta sfornato,far raffreddare il pane in verticale .





Considerazioni.


Avendo dimezzato la dose,ho ottenuto 3 pani da mezzo kg.Un filoncino ce lo siamo fatto fuori quasi tutto,gli altri due li ho tagliati a metà,quando erano ben asciugati e raffreddati,e li ho congelati.


Risultato...tolgo il pane al mattino presto,e per pranzo abbiamo un'ottimo pane con mollica morbidissima,e ben fragrante...non serve ripassarlo in forno!


Risultato eccellente!


Sbagliando si impara...


Pensavo di avere raggiunto l'eccellenza con questo pane,ma il commento lasciatomi dall'autrice della ricetta,la bravissima Luvi,mi ha fatto capire di non averlo lasciato abbastanza in forno!


Ieri ho rifatto il pane,ed il risultato è stato questo!!


Luvi,non ho veramente le parole per dirti GRAZIE!

Elicoidali con tonno e funghi champignon


Un sugo veloce,saporito,che unisce il sapore del tonno al profumo degli champignon...

ed il risultato è molto,molto stuzzicante


150 g di tonno sott'olio

250 g di funghi champignon

40 g di olive nere

una manciatina di capperi

1 spicchio d'aglio

olio d'oliva

1 barattolo di pomodorini ciliegini

sale
Far imbiondire leggermente l'aglio con l'olio,ed aggiungere i funghi tagliati a fettine.
A fuoco moderato,far ritirare l'acqua che emetteranno,quindi aggiungere il tonno sgocciolato
e sminuzzato.
Mescolate con cura,ed aggiungete i pomodorini,abbassate la fiamma,aggiungete un pizzico di sale
e continuate la cottura per circa 20 minuti.
A questo punto,potete aggiungere le olive tagliate a rondelle,ed i capperi che avrete sciacquato con cura e ben strizzati.
Continuate la cottura per circa 10 minuti,senza far ritirare troppo.
Lessare la pasta,e condirla con il suo sughetto.

martedì 30 settembre 2008

Cornetti Briosciosi


Ero alla ricerca,di una ricetta per poter fare delle buone brioche...
Ho girovagato in lungo ed in largo,poi mi sono imbattuta su questa,del forum di cookaround.
Mi sono venuti buonissimi,ed i miei figli hanno molto gradito !
Alcuni li ho riempiti con la Nutella,altri con le gocce di cioccolato,e gli ultimi con della deliziosa marmellata di lamponi.
250 gr di farina Manitoba
250 gr di farina 00
50 gr di burro
25 gr di lievito di birra
150 gr di latte
150 gr di zucchero
2 uova intere
marmellata o nutella a piacere

Intiepidire leggermente il latte, quando è appena tiepido, sciogliervi il lievito.In una ciotola riunite le due farine, lo zucchero e il burro a temperatura ambiente, tagliato in piccoli pezzettini.
Mescolare energicamente con le mani. Aggiungere le due uova e mescolare con un cucchiaio di legno Aggiungere lentamente il latte in cui abbiamo sciolto il lievito (sempre mescolando!)Amalgamiamo per bene (l'impasto sarà molto faticoso da lavorare, ma mescolate, mescolate, mescolate!
Quando diventerà più compatto, infarinatevi per bene le mani (ed eventualmente aggiungete un po' di farina se è troppo appiccicoso), raccoglietelo a palla e mettetelo a lievitare in ambiente possibilmente caldo, lontano da correnti d'aria, e copritelo con un telo.Dovrà lievitare almeno due ore. Dopo di che, suddividete l'impasto in tre porzioni pressapoco uguali
Con il mattarello, stendete a cerchio la prima porzione e con un tagliapasta ricavate otto triangolini
Stendete leggermente ogni triangolino con il mattarello e disponete il composto, che deve essere più abbondante verso la base del triangolo e "sfumato" verso l'altezza
Ora arrotoliamo e formiamo i cornetti
Lasciateli a lievitare in una teglia coperta da cartaforno, per circa 3 ore (meglio se tutta una notte
Trascorso questo tempo, li vedrete raddoppiati.Spennellateli con un tuorlo d'uovo leggermente sbattuto e unito ad un cucchiaio di latte, ed infornate a 180° per circa 20 minuti.

La baguette francese


Il tipico pane francese,fragrante croccante,delizioso se abbinato a salumi e formaggi,oppure mangiato così comè appena sfornato,e per niente difficile da fare...



500g farina 00
350g acqua

12 g sale

7 g lievito fresco


L’impasto,si può fare a mano,nell’impastatore,o nella macchina del pane.Stemperare il lievito nell'acqua. Mescolare la farina ed il sale in una ciotola, aggiungere il lievito con l'acqua, mescolare accuratamente bene per amalgamare la farina. Si ottiene una pasta abbastanza appiccicosa, cosa che è normale (non aggiungere farina!!!). Coprire con un asciughino e lasciare lievitare un’ora.
Dopo i primi 20 minuti,passare una mano sotto l’impasto,staccandolo delicatamente dalla ciotola,e sempre delicatamente,capovolgerlo dal basso verso l'alto,ma lasciandolo sempre nella ciotola.
Questo passaggio va fatto ogni 20 minuti,dopodichè lasciare lievitare la pasta in pace…per un’ora,un’ora e mezza
Versare delicatamente la pasta su un piano infarinato, spolverare leggermente l’impasto con la farina, quindi piegare i lati destro e sinistro,verso l’interno,e poi piegare in tre parti,come un portafoglio… con lo stesso principio della pasta sfoglia.
Coprire,lasciar riposare 20min e ricominciare l'operazione 2 altre volte facendo fare 1/4 di giro alla pasta ogni volta.Pesare l‘impasto, dividerlo (vengono 3 pezzi da 280 g circa), rotolare leggermente e lasciare lievitare 20min. Lavorare con delicatezza e formare le baguette…lasciare lievitare altri 20 minuti,ed intanto accendere il forno a 230°.
Mettere dell’acqua nella leccarda del forno,o in un altro recipiente,che possa andare nel forno,fare tre tagli sulla baguette,e metterle in forno su una placca leggermente infarinata,abbassare la temperatura a 210°e cuocere il pane per 20 minuti circa,o finchè non è dorato e croccante

Chicche di patate con cocco e gamberetti

E'un primo molto insolito....
la prima volta che ne ho sentito parlare,devo dire che ero molto perplessa,
ma mi sono dovuta subito ricredere!
E' un piatto molto delicato,ed i sapori si sposano,e si amalgamano benissimo tra loro..





Per 5 persone circa…

Chicche di patate (gnocchetti piccoli) 1 kg
Gamberetti sgusciati surgelati 500g
½ bicchiere di latte
3 o 4 cucchiai di cocco disidratato (quello per dolci,per intenderci)
Burro 60 g
1 confezione da 200 g di panna da cucina
2 cucchiai di salsa ketchup
Sale pepe

Scongelare i gamberetti.
Mettere il cocco disidratato,nel bicchiere con il latte,e lasciarvelo per 10 minuti.
In un tegame,sciogliere il burro,aggiungere il latte con il cocco,mescolare,e lasciare cuocere per 2 o 3 minuti circa.
Aggiungere i gamberetti,mescolare,unire un pizzico di sale,ed una macinata di pepe,e lasciar cuocere per 4 o 5 minuti.
A questo punto,unire la panna da cucina,eventualmente separata dal siero che c’è nella confezione,mescolare ed unire i cucchiai di ketchup,la salsa deve diventare rosa.
Continuare la cottura per 5 minuti circa,controllare se è giusto di sale, e non far ritirare troppo la salsa,deve risultare abbastanza liquida.
Cuocere le chicche di patate, e quando sono cotte,farle saltare nel sugo.


Con questa ricetta partecipo alla raccolta Ricette con il cocco del blog "Agenda di Nico"

lunedì 29 settembre 2008

Pizza nel testo di Adriano


Chi non conosce il miticoAdriano,mago di tutti i lievitati dolci e salati?
Curiosando nel suo blog,avevo notato una pizza,cotta in una specie di padella...
Mi sono detta,sicuramente non è un impasto adatto al fornetto Ferrari!
Ed invece mi sbagliavo,perchè dopo un pochino di tempo ho ritrovato questa ricetta nel blog diDolci e non solo ,della bravissima Francesca,che ha sperimentato la cottura di questo impasto,nel suo fornetto Ferrari!
E magia delle magie,ho provato anche io ottenendo una pizza favolosa,ed il bello di questo impasto è che si può impastare al mattino,e godersi un'ottima pizza la sera a cena!

Riporto qua sotto la ricetta,copincollata da Dolci e non solo,e dico ancora grazie a Francesca...


ingredienti


800 gr farina W250 ho usato la farina spadoni per pizza
540 - 560gr acqua piuttosto fresca
22 gr sale
1 gr lievito fresco
io ho aggiunto anche un cucchiao di olio extra vergine d'oliva

Ore 9:
sciogliete il lievito nell'acqua, aggiungete poco più della metà della farina ed avviate l'impastatrice con l'aggancio a foglia, vel. 1. Quando l'acqua risulta assorbita inserite il sale e subito dopo il resto della farina, facendola cadere a pioggia da un setaccio avendo cura di fermare l'impastatrice di tanto in tanto. Calcolate 4' dal momento in cui la farina è assorbita. Aumenate la vel. a 1,5 ed attendete che la pasta cominci a tirare, ma senza incordare. Montate il gancio e fate andare a vel. 1,5 fino ad ottenere una parziale incordatura: l'impasto dovrà staccarsi dalle pareti, ma non dal fondo della ciotola.
Coprite con un telo inumidito e mettete a lievitare in un luogo non troppo caldo.
Ore 16,30:
Porzionate l'impasto in pezzi da 250 gr, avvolgeteli delicatamente senza stringerli, sigillateli di sotto e poneteli in un recipiente infarinato e coprite.
Verso le 20 i panetti dovranno risultare ben lievitati
A questo punto potete fare le vostre pizze.
Io ho preparato del pomodoro con basilico, sale, origano e olio
Le ho cotte nel fornetto "Ferrari" e devo dire che il risultato è stato davvero sorprendente...sembravano uscite direttamente da una pizzeria napoletana...

mercoledì 24 settembre 2008

Paella alla Valenciana

Un piatto che fa allegria,colorato,profumato,invitante...se poi si condivide con gli amici più cari,


in una calda sera d'estate...





Ricetta presa da Cosacucino




Paella alla Valenciana


Ingredienti






500 g di riso parboiled, patna o basmati


500 g vongole


500 g cozze


500 g calamari


500 g gamberoni


500 g scampi





400 g salsiccia fresca


400 g bocconcini di lonza di maiale


400 g sottocoscia di pollo


1 peperone rosso


1 peperone giallo


400 g piselli novelli o surgelati


1bicchiere di vino bianco secco


1 cipolla di media grandezza


2 spicchi d’aglio


prezzemolo fresco


olio extravergine d’oliva

E' un piatto che impegna leggermente,ma il risultato è decisamente gratificante...
ripaga di tutte le fatiche!!

Mettiamo le vongole in un recipiente con dell'acqua salata, per farle spurgare,lasciamole un'ora. Dopo togliamo l'acqua di deposito, e le laviamo bene sotto l'acqua corrente. - puliamo le cozze, raschiandole con un coltello per togliere i depositi calcarei. - Con delle forbici togliamo ai gamberoni, ai scampi, le antenne, altrimenti rischiamo di trovarcele in mezzo al riso. Laviamoli bene. - Togliamo la pelle ai calamari, svuotiamoli, semplicemente girandoli come un calzino e lavandoli sotto l'acqua. Tagliamoli ad anelli. - Tagliamo a bocconcini ( tipo per spezzatino )la carne del pollo, della lonza di maiale e la salsiccia. - Puliamo i peperoni, privandoli dei semi interni e tagliamoli a listarelle. - Tritiamo la cipolla e l'aglio. - Laviamo e tagliamo a cubetti i pomodori freschi Ora possiamo iniziare: In una Paella, o un recipiente molto capiente in ferro battuto, mettiamo una base d'olio extravergine d'oliva. Appena calda versiamo la cipolla e l'aglio, facciamo indorare leggermente. Aggiungiamo i bocconcini di carne ( pollo, maiale, salsiccia ) e gli facciamo cuocere a fuoco vivo per una decina di minuti, aggiungiamo un pizzico di sale, sfumiamo con un po' di vino bianco secco. A cottura ultimata, aggiungiamo i calamari, e mantechiamo di tanto in tanto. Aggiungiamo i pomodori freschi, un'altro po' di sale, di pepe e lasciamo cuocere fino a quando i pomodori non si saranno trasformati in sugo. A questo punto aggiungiamo i gamberoni,a cottura ultimata,gli togliamo dal sugo, uno ad uno e gli mettiamo in una teglia da forno. Aggiungiamo gli scampi, a cottura ultimata anche loro vanno presi e messi nella teglia del forno, poi aggiungiamo le aragostelle, le facciamo cuocere e le mettiamo nella teglia. Ora e' il turno delle cozze, appena saranno aperte, vanno tolte, e sgusciate ( lasciatene qualcuna nella valva per decorazione finale !). Aggiungiamo i piselli sgranati, e peperoni, facciamo cuocere fino a cottura ultimata, dovrebbero volerci 20 minuti circa. Adesso, assaggiamo il sugo, regoliamo eventualmente di sale , di pepe, e aggiungiamo lo zafferano. In una padella a parte, con un trito d'aglio, un filo d'olio e prezzemolo, facciamo aprire le vongole, appena saranno tutte aperte, le togliamo dal fuoco e le sgusciamo ( tenete alcuna per decorazione con il guscio).Filtriamo l'acqua emessa dalle vongole con un tovagliolo di carta da cucina ( e' importante, altrimenti rischiamo che un po' di sabbia possa rovinare
il nostro piatto!! ). E unite l'acqua nel sugo della Paella. A questo punto tutto dovrebbe essere pronto. Aggiungiamo il riso e lo facciamo cuocere, mantecandolo con cura, sino a cottura ultimata. nel frattempo accendiamo il forno, e scaldiamo la teglia dove avevamo messo gli altri ingredienti, precedentemente cotti. Il riso non dovrebbe avere bisogno di alcuna aggiunta di brodo, in quanto l’acqua di cottura di tutti gli alimenti hanno depositato nel nostro sugo. Se eventualmente pero’ il riso durante la cottura dovesse rimanere troppo secco, aggiungete un po’ di brodo alla volta. Ora arriva la parte piu' bella: togliamo il riso dal fuoco e guarniamo la nostra Paella Mixta, con i gamberoni, gli scampi, le cozze, le vongole e delle fette di limone ai lati per guarnire, spolveriamo il tutto con un po' di prezzemolo tritato fresco, e della scorza di limone grattugiata fine. Servite calda!

lunedì 22 settembre 2008

Risotto cremoso con zucchine e sottilette

Il caldo ormai è solo un ricordo,e il desiderio di un piatto caldo e invitante
si sta facendo avanti...
Le ultime zucchine,la voglia di coccole...ed ecco il mio risottino!

Risotto cremoso con zucchine e sottilette





4 o 5 zucchine

1 cipollina bianca o dorata

riso carnaroli

maggiorana o nepitella

vino bianco

brodo

olio o burro

sale,pepe

4 o 5 sottilette

parmigiano grattugiato

Tagliare le zucchine a cubetti,intanto mettete in una pentola dell'olio evo oppure del burro,nel caso del burro,fatelo sciogliere a fuoco basso,ed aggiungete la cipolla tritata. Fate rosolare dolcemente,aggiungendo un poco di acqua calda se occorre. Quando il tutto sarà dorato,aggiungere le zucchine,qualche fogliolina di maggiorana,mescolare delicatamente ,aggiungere un pizzico di sale,e cuocere per qualche minuto. Intanto avrete messo a scaldare del buon brodo,oppure se non lo avete del brodo di dado,e lo terrete vicino alla vostra pentola. Quando gli zucchini saranno a circa metà cottura,aggiungere il riso,mescolare perchè non si attacchi al fondo della pentola,fatelo tostare per un minuto circa,e sfumate con un pochino di vino bianco. Proseguite la cottura,aggiungendo piano piano il brodo caldo,continuando a mescolare. Quando il riso sarà ormai cotto,spegnere il fuoco,aggiungere le sottilette,una grattugiata di parmigiano e mescolate bene. Lasciate riposare il risotto,e servite

Muffin alla marmellata di lamponi


Ho trovato questa deliziosa ricetta,nel blog di Ditelo con una torta,me ne sono subito innamorata,
ed il risultato è stato ottimo...l'unica variante è stata l'aggiunta del cocco essiccato,che a mio modesto parere ci sta benissimo!


Muffin con marmellata di lamponi




Ingredienti
farina 250g
zucchero 125g
sale
lievito 16g
olio di semi oppure burro fuso 60g
1 uovo
scorza di ½ arancio grattuggiato ,oppure scorza di limone
latte 2-2,5 dl
marmellata di lamponi
cocco essiccato
zucchero a velo







Procedimento
Unire le polveri (farina, zucchero, sale, lievito) ,poi aggiungere l'olio di semi,oppure il burro sciolto e lasciato raffreddare,l'uovo intero,la scorza di arancia o di limone grattugiata,ed infine il latte.


Mescolare bene il tutto,finchè non ci saranno più grumi,preparare lo stampo da muffin da 12,mettere i pirottini di carta,una cucchiaiata di impasto in ogni pirottino,un cucchiaino di marmellata di lamponi,ed infine un mezzo cucchiaio di impasto.


Cospargere di cocco essiccato.


Cuocere in forno a 160°,per circa 20 minuti,sfornare far raddreddare e cospargere di zucchero a velo.

martedì 16 settembre 2008

Mini fraisier di Line



Mini fraisier (mini fragola) di Line
dal forum di Ecucinando,
dove passo molte ore,in compagnia di tante care amiche...
Pasta genovese
4 uova
120g di zucchero
120g di farina
Mischiare lo zucchero e le uova e battere a neve densa finché raddoppiano il volume, unire la farina delicatamente mescolando dal basso verso l'alto. Preriscaldate il forno. Imburrate ed infarinate uno stampo rettangolare 28 x 24 versatevi la preparazione ed infornate a 180°
Togliere dal forno e lasciare raffreddare su una gratella per dolci.
600 g di fragole
1/2 limone
20 cl. di crema di latte(panna da montare)
70 g di zucchero a velo
4 fogli di gelatina circa 10/11 g
Fate ammorbidire la gelatina in un contenitore di acqua fredda. Lavare e togliere le foglie alle fragole. Conservarne la metà e gli altri 300 g tagliarle finemente e mescolarle con lo zucchero e il limone .Dopo 10 minuti circa, mixerate il tutto.
Mettete la gelatina dentro ad un bicchiere, ben strizzata, e passatela pochissimi secondi al M.O per farla sciogliere...mi raccomando pochissimi secondi!!
Fatto questo,unitela al concentrato di fragole. Montare la panna fermamente, mischiarla al concentrato di fragole con la meta delle fragole tagliate in pezzi. Mettere la pasta genovese in uno stampo rettangolare, coprite con la mousse e lisciate la superficie con una spatola. Mettere in frigo 2 ore, tagliare a quadrotti e servire fresco con le rimanenti fragole.

Torta mon amour di Aurelia



Torta Mon Amour…di Aurelia 8 Luglio 2008



E' la torta,che ho fatto per il compleanno di mio marito

e per il nostro anniversario...unica data,almeno il capo,

non se lo dimentica!!



Ingredienti



Per la base
200 g di biscotti secchi tritati
100 g di burro
Per la farcia del primo strato
500 ml di panna fresca
zucchero a velo q.b
meringhe sbriciolate
2 fogli di gelatina
Salsa di fragole
250 g di fragole frullate
60 g di zucchero


Per la farcia del terzo strato


250 g di panna da montare
2 fogli di gelatina
zucchero a velo q.b
meringhe sbriciolate

Topping alle fragole
250 g di fragole frullate
180 ml di acqua
50/60 g di zucchero
2 cucchiai di amido tipo Maizena

Tritare benissimo i biscotti, ed aggiungere il burro fuso, mescolando benissimo.
Foderare il fondo di una teglia a cerniera, di 20 cm di diametro, con carta da forno.
Mettere il composto di biscotti, comprimere benissimo, con il dorso del cucchiaio, e lasciar riposare in frigo per circa un’oretta.

Mettere i fogli di gelatina in acqua fredda, per farli ammorbidire.
Intanto montare la panna, con le fruste elettriche, aggiungere lo zucchero a velo, poco perché dobbiamo unire le meringhe sbriciolate, notoriamente dolci!
Io ho aggiunto circa 6 o 7 meringhe, sbriciolate con le mani, mescolare bene, ed infine i fogli di gelatina, strizzati, e fatti sciogliere, in un bicchierino per pochi secondi nel MO.
A questo punto, ho tolto la teglia dal frigo, ho tolto la base biscotto, la carta forno, l’ho appoggiata sul piatto da portata, ed ho richiuso il cerchio, che ho foderato con una striscia di carta.
Mettere il primo strato di panna meringata, e rimettere il tutto in frigo, finchè la base non è abbastanza soda.
Preparare adesso la salsa alle fragole
Frullare le fragole, aggiungervi lo zucchero e mettere il tutto in un pentolino, cuocendo per 10 minuti a fuoco basso, poi far raffreddare il tutto per 10 minuti circa.

Quando è raffreddato, unire la salsa, sulla base di panna, e rimettere in frigo a solidificare.
Preparare la terza base, come la prima, panna…zucchero a velo.meringhe…ecc, e mettere a raffreddare.
Per ultimo fare il topping alle fragole
Frullare le fragole, metterle in un pentolino, aggiungere lo zucchero, l’acqua e l’amido, mescolando benissimo, per evitare che si formino grumi.
Mettere il pentolino sul fuoco a calore moderato, e mescolando far addensare la salsa.
Far raffreddare e mettere il topping, sulla nostra torta.
Rimettere il tutto in frigo, per 4 o 5 ore…si dovrà rassodare molto bene.















Frittelle di zucchina con pasta cresciuta


Questa ricetta ,catturata un bel pò di tempo fa

dalla Prova del cuoco,ed eseguita da Anna Moroni,

è un ottimo modo per gustare,le zucchine...



Frittelle di zucchine con pasta cresciuta

200 g di farina
1/4 di un cubetto di lievito di birra
200 g circa di acqua tiepida
Lavorare con le mani, e deve essere molto morbido,tipo pastella.
Lasciare tutto nella ciotola e far lievitare 1 ora

Grattugiare 4 zucchine,tagliuzzare i fiori,poi aggiungerli alla pastella,con 200 g di parmigiano,3 acciughe tagliuzzate e del basilico tritato.
Friggerle tipo knell

giovedì 11 settembre 2008

Cantuccini di Prato

cantucci di Prato



Una piccola premessa...



questi biscotti,sono tipici della mia città ... Prato,

e sono conosciuti in tutto il mondo, grazie all'antico biscottificio Mattei,

che dal lontano 1858, li produce.







cantucci di Prato


Questa è la mia versione,
chi li assaggia se ne innamora, e mi chiede la ricetta...


Cantuccini di Prato



350 g di farina 00
200 g di zucchero
60 g di burro
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
la buccia grattugiata di un'arancia biologica
1 cucchiaino di lievito per dolci
200 g di mandorle con la pelle
3 uova intere.
zucchero semolato per spolverare la superficie dei biscotti

L'esecuzione è molto semplice, per prima cosa dobbiamo fondere a bagnomaria o al micronde il burro, e lo mettiamo da una parte.
Tostiamo le mandorle nel forno, e facciamole raffreddare.
Facciamo una fontana con la farina, ed aggiungiamo tutti gli altri ingredienti ( a parte un cucchiaio di rosso d'uovo che ci servirà dopo, per spennellare i filoncini).
Mescoliamo ed impastiamo bene, poi dividiamo l'impasto e formiamo vari filincini , lunghi circa 20 cm, e larghi 2 dita circa, e posizionamoli sopra delle teglie coperte di carta forno, ben distanti l'uno dall'altro.
A questo punto, prendiamo il rosso d'uovo che avevamo messo da parte, e aggiungiamoci qualche cucchiaio di latte, mescoliamo e spennelliamo la superficie dei biscotti.
Cospargete la superficie di zucchero semolato.

Cuocere in forno per mezz’ora circa a 180°, quando sono cotti tagliarli trasversalmente e rimetterli pochi minuti in forno, diciamo per 2 0 3 minuti circa.
Ricordate che anche se vi sembreranno morbidi, i biscotti tendono ad indurirsi ulteriormente una volta sfornati ...

Mini gelati al biscotto e panna



Mini gelati al biscotto e panna


Deliziosi biscottini gelato,per una sana merenda,per piccoli e grandi golosi!!!
1 pacco di biscotti Rigoli o Oro Saiwa
500 ml di panna fresca
2 tuorli
100 g di zucchero a velo
gocce di cioccolato...facoltativo
Sbattere benissimo,i tuorli con lo zucchero a velo. Montare la panna fresca. Unire i due composti,molto delicatamente.Se piace,aggiungere un pochino di gocce di cioccolato fondente Prendere una teglia di alluminio,del tipo usa e getta,di cm 20x32,fare uno strato di biscotti,con il lato decorato verso il basso,versare delicatamente la panna,livellare bene, e coprire con i biscotti,con il lato decorato verso l'alto. Sigillare la teglia,con della carta di alluminio,e mettere in freezer,fino a che,il tutto non è solidificato....circa 4 ore. Al momento di servire,tagliare un biscottino e...gustare...

mercoledì 10 settembre 2008

Ecco qua il mio blog di cucina...
come se non ce ne fossero già abbastanza!

Ebbene si....sono stata colpita da bloghite acuta,
posso rimanere ad ore con il naso appiccicato
a guardare le spendide foto dei piatti deliziosi,
che trovo nell'immenso mondo virtuale,
leggere le ricette,copincollarle,salvarle sul mio pc
con la promessa di farle al più presto,

lambiccarmi il cervello pensando a dove poter scovare
quel particolare ingrediente...
sicura di non trovarlo mai...

e poi la gioia di vederlo,su qualche scaffale,
dell'ennesimo supermercato passato in rassegna!

Ed infine,poter preparare quella deliziosa ricetta,
per la mia famiglia...la cosa che amo più al mondo...
immaginare le loro facce quando entreranno in casa,
ed annuseranno il profumo,cercando di capire cosa
ho cucinato...

E poi...finalmente tutti seduti a tavola,
parlando di come è andata la giornata,
cercare nei loro occhi il piacere,
di gustare qualcosa di nuovo,
felice,di averli fatti felici...