venerdì 26 febbraio 2010

I Bibanesi

<span class=

Bibanesi...bibanesi!!
Quando ho letto per la prima volta, questo nome dalla mitica Paoletta, giuro che per un attimo ho pensato che fosse un nome inventato, era troppo buffo per essere un nome vero e proprio!
Invece ho scoperto che i bibanesi, prendono il loro nome dal paesino dove sono prodotti, Bibano di Godeca S.Urbano, in provincia di Treviso e sono dei bocconcini di pane, stirati a mano, così croccanti e friabili, che appena assaggiato il primo, la mano scatta veloce per accaparrarsene subito un altro.

Visto che non li conoscevo, prima ho acquistato una confezione di Bibanesi al super...mi sono sacrificata per capire che sapore e che consistenza avesse il prodotto,(hahahahaha) e poi ho fatto quelli di Paoletta!!

Se dico che quelli di Paoletta sono esattamente uguali a quelli comprati mi credereste?

Si mantengono a lungo in una scatola di latta, ma sinceramente i miei non sono mai durati tanto a lungo, come ho detto prima, sono così buoni che possono creare una seria dipendenza...

Li ho fatti svariate volte, ed ho anche provato a farli con il lievito madre...buonissimi anche così, serve solo una maggiore lievitazione, ma il prodotto finale è da 10 e lode.

<span class=







Questa è la ricetta originale di Paoletta





I BIBANESI

Ingredienti:
400 gr di farina 0
150/180 gr circa di acqua (l'impasto dovrà essere morbido come il lobo dell'orecchio, ma staccarsi dalla spianatoia)
1 cucchiaino di malto
50 gr olio evo
30 gr. di strutto
12 gr lievito di birra
8 gr sale
Semi di sesamo

Procedimento:

1. Impastate tutti gli ingredienti per circa 10 minuti, a mano sulla spianatoia. Lasciar riposare l'impasto 30’.
2. Formare dei grissini grossi circa un dito e lunghi, ripassate nei semi di sesamo, poi tagliate pezzi da 5 cm. lasciandoli abbastanza irregolari, insomma non perdete tempo a farli belli!
3. Sistemateli in una teglia coperta da carta forno e lasciateli lievitare ancora 1 ora circa, ma non di più.
4. Infornateli a 180°/190° per 25 minuti, o fino a che sono dorati.
5. Abbassate il forno a circa 150° e lasciateli tostare ancora una decina di minuti, controllateli, devono rimanere dorati, ma diventare croccanti anche dentro.
6. Fateli raffreddare in forno spento e semiaperto, quest'ultima cosa è importante, siate pazienti e aspettate che siano completamente freddi per assaggiarli.

Si conservano benissimo anche una settimana in una scatola di latta.

Per farli con il lievito madre

Ho usato il 30% sul totale della farina...
Cioè su 400 g di farina, 280 g di farina e 120 g di lievito madre, che ho sciolto nell'acqua tiepida che serviva per l'impasto, poi ho continuato ad aggiungere tutti gli altri ingredienti, come la ricetta originale, non aggiungendo ovviamente il lievito di birra!
Vi ricordo che questo tipo di impasto richiede una lievitazione più lunga, ma se ne avete il tempo e sopratutto la voglia, sinceramente ne vale proprio la pena.

23 commenti:

  1. Questi bocconcini di pane croccante sono fantastici. Non li ho mai fatti ma ogni tanto li compero e sono...guai! Figurati a farli in casa! Ti son venuto perfetti Aurelia, complimenti. Un bacio e buon week end :**

    RispondiElimina
  2. Non li ho mai fatti. Di solito li mangiamo durante i corsi di degustazione di vino per spezzare la fame.
    Che voglia di provare!

    RispondiElimina
  3. MMhhhh devo provarli... assolutamnte!!! Io sono DROGATA di Bibanesi, ne mangio uno dietro l'altro... e i tuoi sono estremamente invitanti e identici alla casa produttrice.. bacetto Aurelia cara sei sempre una sorpresa continua... baciotti

    RispondiElimina
  4. Hanno incuriosito moltissimo anche noi! se ti son venuti così bene anche senza pasta madre..allora vogliamo provarli!
    son proprio sfiziosi!
    un bacione

    RispondiElimina
  5. BRA VI SSSSSSSSSSSSI MA!!! mi sembra di sentirne il profumo!! ciao!

    RispondiElimina
  6. buoni i bibanesi,li ho comprati ieriiiii...Brava Aurelia ,li proverò,mercì per la ricetta.Bacio

    RispondiElimina
  7. Faccio spesso il pane in casa, mi segno questa ricetta, grazie!

    RispondiElimina
  8. che buoni e che belli! tutto quello che è pane mi attira quindi li provo a fare :-) ciao cara Aurelia e buon w.e.!!! baci Ely

    RispondiElimina
  9. mi piace questa versione col lm :))

    RispondiElimina
  10. ma sono uguali ;-D bravissima ! ciao !

    RispondiElimina
  11. come sempre quando passo da te mi viene fame...questi stuzzichini uno tira l'altro sono la mia passione...un salutone ciao katia

    RispondiElimina
  12. @Federica
    Allora devi assolutamente provare la versione home made :)
    Ne vale proprio la pena...

    @Alem
    Allora ti dico ...prova ,
    ne vale veramente la pena!

    @la cuoca pasticciona
    Vale, se sei drogata ;)
    non puoi assolutamente non provare a farli...ora poi che sei diventata una streghetta del pane :))
    Baciotto anche a te

    @Manu e Silvia
    Ciao ragazze, provate pure la versione senza L.M...è strabuona anche quella, ed è molto veloce:
    Un abbraccio

    @Federica
    Ma grazieeee, sentito che profumino, eh ;)
    Un baciotto

    @rossairlandese
    Comprati ieri?
    Dopo prova questi...e dimmi se non sono uguali :)
    Un bacio

    @Mariacristina
    Panificare piace tantissimo anche a me...se poi sono degli sfizi come questi, non so resistere...

    @Ely
    ma ciaooo :)
    Provali, provali...poi ringrazierai Paoletta e me!
    Un bacio

    @Paoletta
    Se non era per la tua pazienza, questa ricetta non sarebbe mai esistita...sono uguali agli originali.
    Bravissima!

    @Fairy Skull
    Si...come sapore e come forma :)
    uguali uguali :-P

    @dolcichiacchiere
    Ma dai, la colpa non è mia...è quasi l'ora di cena...hahahaha
    ne vuoi uno??
    Un bacio Katia

    RispondiElimina
  13. Anch'io anch'io! Li ho fatti quando Paoletta pubblicò la ricetta, utilizzando solo farina di grano kamut. Vengono buonissimi. Però adesso voglio provare la tua versione con LM, perché mi sa che vengono ancora più saporiti.

    RispondiElimina
  14. anche qui si trovano ma non portano questo nome...cmq sono uno tira l'altro,i tuoi poi sono ancor piu' buoni perche' li hai fatti tu!!brava e grazie per i tuoi auguri...ti abbraccio e buon week end!!!

    RispondiElimina
  15. aurelia, ma tu ti cimenti in certe cose davvero fantastiche, come si fa a starti dietro?!

    RispondiElimina
  16. Ma tu Aurelia ...sei una panificatrice nata!!!! ehhehe
    bellini e chissà che bontà! :-)
    Pippi

    RispondiElimina
  17. che belli che sono, anche le foto. Bravissima

    RispondiElimina
  18. Ma ti sono venuti una meraviglia!!! Complimenti! Lauradv

    RispondiElimina
  19. Ciao, in effetti questi bibanesi non li conoscevo, prima o poi li proverò anche io!

    RispondiElimina
  20. Ciao Aurelia passa da me a ritirare un premio Bacioni

    RispondiElimina
  21. E' un piacere conoscerti attraverso le tue belle ricette :-)
    Mi sarei "sacrificata" anch'io con i bibanesi acquistati per poter poi approdare con cognizione a quelli home made :-)

    RispondiElimina
  22. Bellissimi e sicuramente buonissimi, amo fare gli impasti con lievito madre e li proverò sicuramente. Io impasto tutto con l'impastatrice, posso farlo anche con i bibanesi oppure vanno impastati rigorosamente a mano? Grazie per la risposta e ancora complimenti.

    RispondiElimina
  23. assolutamente...li puoi impastare anche in planetaria :)
    la prossima volta firmati, almeno posso sapere a chi sto rispondendo ;)
    A presto e grazie per i complimenti

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.