lunedì 30 luglio 2012

Un" insolito gelato" al moscato passito e panettone Loison


Ho assaggiato per la prima volta, il panettone Loison nel mese di Giugno del 2011, su una terrazza in riva al mare, e di fronte a me  avevo la magnifica vista del Golfo di Napoli e del  Vesuvio, quindi non mi è sembrato strano più di tanto,se un anno dopo, mi son vista recapitare a casa, , uno scatolone pieno di panettoni, ognuno con un sapore ed un profumo diverso ... mandarino tardivo di Ciaculli, amarena, fico, ed uno "normalissimo e classico", dallo straordinario profumo di buono!

Perché dovrebbe essere, strano ed Insolito, mangiare questa dolcezza, nei mesi estivi ... chi è che dice, che il panettone, si deve consumare solo ed esclusivamente a Natale? 

Avete mai visto, gli occhi di Dario Loison, quando parla della sua creatura? Osservateli, e capirete un sacco di cose, su quest'uomo, e sulla passione che ha , per il suo lavoro...

E allora, cosa ci sarà di strano, se quest'uomo , chiede al mondo dei food blogger una cosa del genere ...


" Si facciano avanti i più coraggiosi ed i più creativi. Abbiamo una nuova sfida da lanciare!!!
   Realizzare un gelato al panettone ..."

Non so se sono coraggiosa e creativa, di sicuro so che mi piacciono le sfide, e quindi ho accettato senza pensarci su, creando questo gelato al moscato passito e panettone Loison.

Una crema classica, con uova  latte e panna, aromatizzata con del buon moscato passito, di quello che si beve volentieri a fine pasto, magari accompagnato da un buon dolce, e dei minuscoli pezzetti di soffice panettone, che danno morbidezza e dolcezza al gelato, il tutto racchiuso  in due cialde di panettone croccante.






  • 200 ml di latte intero
  • 50 ml di panna fresca
  • 50 g di tuorli
  • 60 g di zucchero
  • 1 g di neutro ( serve ad addensare e rendere cremoso il gelato, ma se non lo trovate non importa )
  • 60 ml di moscato passito
  • 80 g di panettone
Per decorare
  • fette di panettone
  • zucchero a velo


Scaldate la panna, con il latte, e fatela raffreddare. Allo  zucchero unite il neutro e  mescolateli bene insieme, poi aggiungete i tuorli, e montateli con le fruste finché non saranno bianchi e spumosi.

Unite i due composti,  aggiungete il moscato passito  ed i cubetti di panettone, poi mettete il tutto nella gelatiera, finché il composto, non raggiunge la giusta cremosità.

Stendere sottile la fetta o le fette di panettone che intendete usare per decorare il vostro gelato, assotiglietele con il matterello  e tagliatele con un coppapasta. Infornatele a 180° per pochi minuti, finché non sono dorate, toglietele dal forno, lasciatele raffreddare, e cospargetele di zucchero a velo.

26 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Giuliana, sempre gentile :))

      Elimina
  2. Che ricetta raffinata. Bellissime anche le foto.

    RispondiElimina
  3. Una meraviglia! Adoro il moscato passito. Un gelato da favola! Ciao

    RispondiElimina
  4. amicuzza mia,
    la bellezza di questa foto parla a caratteri cubitali. Il panettone Loison, in estate, l'ho mangiato anch'io, è un'insolita esperienza solo per una questione di fissazioni stagionali. Considerando le temperature un gelato sì fatto mi pare un invito a nozze :*
    Cla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bedduzza, Clauduzza del mio cuore...
      per te, una coppa di gelato, goduriosa e lovvosa, ti aspetta a casa mia :)
      Un bacione, e viva il panettone a Luglio, anzi ad Agosto :))

      Elimina
  5. aurelia caspita! deve esser stato delizioso e che presentazione! complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Erica,
      si... era ...delizioso :))

      Elimina
  6. mi sembra un gelato straordinario, una crema delicatissima e aromatica, come piace a me ;-) che vivrei di gelato, se potessi. e la cialda al panettone la ciliegina sulla torta. sfida vinta direi.

    RispondiElimina
  7. ciao ti ho conosciuta per caso e sono rimasta affascinata dalle tue foto e dalla originalità dei tuoi piatti da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa.kreattiva

    RispondiElimina
  8. bellissimo, e sono sicura che sia anche buonissimo, i sapori ci sono tutti e non ce n'è uno che non sia perfetto con gli altri. peccato non poterlo assaggiare, me lo immaginerò...

    RispondiElimina
  9. brava hai ragione chi l'ha detto che il panettone va mangiato solo a natale..... io una fetta me la farei anche adesso.
    questo gelato è stratosferico, bravissimaaaaa ciao kiara

    RispondiElimina
  10. Aurelia.. ricetta e presentazione da 1 premio non c'è dubbio!
    Strepitosa ricetta..

    RispondiElimina
  11. Un mix di sapori unico!
    Complimenti!!

    RispondiElimina
  12. ah però! una goduria allo stato puro! così la mangio volentieri anche io il panettone :)
    un bacio bella donna!

    RispondiElimina
  13. ariciao belloccia!!
    ciao belloccia! :-)
    ne approfitto per dirti di fare un salto sul mio blogghino, c'è un invito per te :-)

    http://www.lascimmiacruda.info/2012/08/20/abc-viaggi/

    baciotti

    RispondiElimina
  14. Gelato al panettone?? Devo dire che questo mi mancava....
    Un bacione cara Aurelia, sempre stimolante passare qui da te!

    RispondiElimina
  15. Sono rimasta davvero incantata dal tuo blog. Sono senza parole e senza fiato.
    Sei davvero bravissima.
    Cercherò di studiarti per poter arrivare ai tuoi livelli e ti aggiungo alla mia piccola lista di blog preferiti (forse ti parrà una cosa sciocca ma sono cose che faccio davvero con molta attenzione).
    Buona giornata

    RispondiElimina
  16. Un dessert fantastico! molto molto fine ed elegante! E' la seconda volta che lo guardo, complimenti.
    Già , chi ha detto che il panettone si mangia solo a Natale? fosse una verdura di stagione....
    Io sto sperimentando a trasformare i sapori di cocktail in dessert. Se vuoi darci un 'occhiata è: http://www.kitchenjournal.it/?lang=it&cat=6

    Saluto
    Luca

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.