venerdì 13 aprile 2012

Les Macarons ...





Sono una testarda,lo ammetto ... curiosa e testarda, e quando mi incaponisco per qualcosa, fino a che non raggiungo la mia meta, non demordo.
E' tanto che osservo da lontano, questi piccoli capolavori, li osservo e penso che ancora non è arrivato il momento di cimentarmi in ricette così complicate, e poi diciamo la verità, io non amo molto i dolci, non sono così precisa e manualmente perfetta , ma "loro" con la loro perfezione e fragilità, mi hanno lanciato una sfida, mi hanno provocata, ed io ho raccolto la sfida, ed ho provato!
Lo so, qua a Prato o in Toscana, si dice che arrivo sempre dopo i fochi, tutti i blog che esistono, hanno  già postato da secoli  le loro ricette dei macaron , ma io ho i mie tempi, devo studiare, informarmi, avere la ricetta giusta, l'amica blogger che mi dice quale ricetta provare... un po' come il primo bagno in mare  all'inizio della stagione estiva, scruto l'acqua, infilo timidamente un piedino , e poi mi tuffo a capofitto!

Ho la mia mentore di fiducia che mi ha guidata, quasi passo passo, nella realizzazione della ricetta ... Morena !!
Chi meglio di lei, può insegnare così bene l'arte della pasticceria, con i suoi post, sempre così precisi e perfetti!








Macarons 



Macarons di Christophe Felder


per 25 macaron circa ( 50 basi )

 225 gr di zucchero a velo
125 gr di farina di mandorle
100 gr di albume ( devono essere separati dal tuorlo almeno 2 giorni prima )
25 gr di zucchero semolato
qualche goccia di limone
coloranti alimentari 


Se non volete assolutamente avere sorprese e problemi, leggetevi tutti i consigli che Morena, ha scritto in questa pagina, sono utilissimi per far si che il risultato sia perfetto al primo Macaron :) .



Per prima cosa, mescolate lo zucchero a velo con la farina di mandorle, e fategli fare qualche giro nel mixer, così che si amalghino bene  e le farina di mandorle, diventi ancora più fine, facilitando così l'operazione abbastanza noiosa, che verrà in seguito.

Setacciate il composto, con l'aiuto di un setaccio,o di un passino e mettete da parte, questa operazione la potete fare anche qualche giorno prima, avendo l'accortezza di conservare la farina ottenuta, in un contenitore con la chiusura ermetica.

Iniziamo a montare a neve gli albumi, che avrete tolto dal frigo, almeno 2 o 3 ore prima, aggiungendo poco zucchero semolato alla volta, e qualche goccia di limone, ed ovviamente il colore se lo usate.Montateli perfettamente, dovrà esserci una specie di becco  sulla frusta , quando la toglierete dalla ciotola della planetaria.

Adesso è il momento di aggiungere la farina che avevamo setacciato, aiutatevi con una spatola di silicone, mescolando dal basso verso l'alto, ma mi raccomando, non mescolate troppo, altrimenti l'impasto diventa troppo molle ... deve scendere dalla spatola, tipo un nastro.

Io vi consiglio di guardare questo video, a me è stato molto d' aiuto, facendomi capire meglio, come fare certi passaggi.

A questo punto, dobbiamo riempire il sac  a poche, e fare dei piccoli mucchietti, distanziati sulla placca, coperta di carta forno. Dategli dei colpetti al di sotto della base, così che le puntine che sono rimaste, possano sparire ... e lasciate riposare i macarons per almeno 30 minuti, così che la superficie si asciughi, e i macarons, possano essere perfetti.

Riscaldate il forno a 150°, e fate asciugare i macarons, per circa 15 minuti, poi togliete la placca dal forno, e staccateli molto delicatamente, dalla carta.

Li ho farciti con ...


Caramello con burro salato di  Josè Maréchal

 per farcire 40 macarons.


250 gr di zucchero
75 gr di acqua

120 ml di panna fresca

200 gr Burro Salato 


mettete in una casseruola l' acqua e zucchero..portare ad un colore bruno chiaro, togliere dal fuoco e versare piano la panna fredda facendo molta attenzione agli schizzi ed alla schiuma che si formerà..(rischio ustioni) mescolare bene finché si formerà una crema omogenea infine (a 108°) incorporare il burro a pezzetti mescolando per farlo sciogliere ed amalgamare bene..far raffreddare e riporre in frigo per almeno un paio d'ore.

Ganache alla Fragola di Josè Maréchal

per farcire 40 macaron



300 g di fragole
200 g di cioccolato bianco
200 g di cioccolato al latte
25 g di zucchero 


Mixare le fragole pulite, insieme all zucchero, e scaldare il coulis in una casseruola, a fuoco medio, quando è caldo, filtrarlo attraverso un colino, e  versarlo sul cioccolato che avremo tagliuzzato,  mescolando  bene.
Mettere la ganache in frigo, per almeno un'ora.


Riflessioni ...
Sono difficili da fare? Assolutamente no, se si hanno le dritte giuste ...
Li rifaro? Non lo so ... per adesso buona la prima :))









21 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie, sei sempre gentilissima :)

      Elimina
  2. Non mi ci sono anche cimentata nella produzione di macarons...i tuoi sono bellissimi, perfetti e ne immagino la bontà :-)

    RispondiElimina
  3. Grazie Ros ...allora non ti resta che provare, non sono difficili, fidati :)

    RispondiElimina
  4. Ma che emossssioneee!!!..la mia amicona che ha fatto i macaron sui miei suggerimenti! Sono proprio contenta, visto che questo babau alla fine tanto babau non è?? e sono perfetti!!..Grazie anche per i commenti..ps..ma quando ci rivediamo che te do un strucon?? baciooooni!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Baubau, micio micio ... hahahaha
      Naaa, non sono difficili, se sei tu a dare indicazioni :)
      Oh, ma che vor di grazie per i commenti??
      Ci vediamo ad Alba ... manca poco :)
      Bacio anche a te, e ancora Grazie!!

      Elimina
    2. Bau bau!!..baci a presto!

      Elimina
  5. ops..non mi sono iscritta ai commenti..:-))

    RispondiElimina
  6. Splendidi...sono bellissimi. Io non mi ci metterei mai a farli

    RispondiElimina
  7. Ma si, che li puoi fare anche tu , non sono complicati, e la ricetta è garantita :)
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Aurelia! sei bravissima... :)

      Elimina
  8. Devo venire a Prato quanto prima e li me li rifarai vero??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi!! Devi, venire a Prato, e se non è Prato, sarà Bologna, ma io ho voglia di vederti, e di abbracciarti!! E ti porto i macaron :)) <3

      Elimina
  9. un esperimento davvero ben riuscito!
    della serie chi l'ha dura la vince :)
    buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gio, sono una caparbia...volere è potere, in tutti i campi :))
      un bacione

      Elimina
  10. Fai bene e provarci sempre e comunque e se non fa, ci si riprova. :)

    RispondiElimina
  11. Perfetti, e chissà che buoni! io sono come te..sto aspettando il momento giusto e mentre leggo e prendo appunti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura, fidati... non sono assolutamente difficili.
      Buttati :)

      Elimina
  12. Complimenti davvero! Guardo a questi famigerati macarons con ammirazione, curiosità e timore nel farli! I tuoi son venuti bene davvero! Brava!

    RispondiElimina
  13. Grazie Terry, ma come ho scritto a Laura, sono abbastanza facili da fare, basta seguire passo passo ... tutti i consigli e le dritte :)
    a presto

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.