martedì 9 giugno 2009

Anello di riso in verde con code di gambero.


Un riso leggero, per quando inizierà a far caldo sul serio...
Solo erbe aromatiche fresche code di gamberi e pomodorini pachino,delicato e saporito nello stesso tempo.


Corona di riso in verde e code di gambero

riso per insalate
code di gambero
il succo di un limone
olio
sale
Basilico e prezzemolo
pomodorini pachino

Prima di tutto ho lessato il riso al dente l'ho scolato ed ho fermato la cottura sotto l'acqua fredda corrente, poi l'ho condito con una emulsione di olio, il succo di mezzo limone ed un pizzico di sale.
Nel mixer ho frullato le erbe aromatiche con un pizzico di sale grosso, un filo d'olio ed il resto del succo del limone, poi ho unito la salsa al riso ho mescolato bene, ed ho versato il tutto dentro ad uno stampo unto leggermente d'olio.
Ho pressato il tutto, ed ho messo il tutto in frigo per alcune ore.
Nel frattempo, ho condito i pomodorini , ho lessato le code di gambero le ho sgusciate e le ho condite con olio e sale.
Passate le ore di riposo del riso, toglierlo dallo stampo e comporre il piatto.

12 commenti:

  1. Ne faccio uno molto simile ma con il pesto di pistacchi o il classico genovese... davvero invitante!

    RispondiElimina
  2. Davvero un bel piatto adatto a questa stagione, bravissima!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  3. davvero una bella presentazione per un risotto, brava!

    RispondiElimina
  4. bellissima presentzione....e bellissima foto per il tuo blog....sono tuoi questi bellissimi fiori?????ciao katia

    RispondiElimina
  5. @Fantasie
    ricetta del pesto di pistacchi, please????
    Grazie
    @Roberta
    ohhhh mio faro preferito...grazie dei complimenti...bacione!
    @Betty
    E' molto coreografica vero?
    Ma il sapore è ancora meglio...
    Un abbraccio
    @Dolci chiacchiere
    Grazie, grazie ...grazie!
    In effetti mi piace molto la foto,e si...sono i fiori del pompelmo se non erro.
    Io e mio marito adoriamo le piante,agrumi, cactacee,orchidee,piante aromatiche...mio figlio invece,piante carnivore :-(
    Un bacio

    RispondiElimina
  6. Cara Aurelia, io ti aspetto con molto piacere, il posto c'è e per te c'è sempre. Per quanto riguarda il pesto di pistachi io lo faccio così: Un pugnetto di pistacchi (io neanche li spello, ma se vuoi li tuffi un po' in acqua bollente e poi li strofini con carta assorbente), mezzo spicchio d'aglio (facoltativo ma ci sta benissimo), qualche fogliolina di basilico, sale e olio e si frulla tutto insieme. Se fai l'insalata va bene così e lessi il riso, se invece vuoi fare il risotto allora puoi aggiungere del parmigiano.
    Spero di essere stata chiara.
    Un bacio e vieni a trovarmi, ci conto!
    Stefania

    RispondiElimina
  7. Mmmm... che bel piatto invitante!!!

    RispondiElimina
  8. Bellissimo questo riso, ma parliamo del gelato: una meraviglia!
    L'ho fatto oggi, ho solo cambiato un po' la ricetta perchè non avevo abbastanza pistacchi (ahimè), così ci ho messo un tuorlo anzichè tutto l'uovo e dimezzato il resto. E' venuto una bomba, mio marito in estasi, ma è finito tutto troppo presto!. Grazie, veramente buona. Hai vsito che c'è la raccolta di Stefania sul gelato? Se ti interessa ti lascio il link http://buonieveloci.blogspot.com/2009/04/al-gelato-non-rinuncio-maila-mia.html. Ciao, a presto, Sabri

    RispondiElimina
  9. bellissima la presentazione del tuo riso complimenti!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Aurelia,
    Ho letto il tuo commento sul blog di Fantasie...e volevo invitarti a dare un'occhiata alla nostra versione del pesto di pistacchi..
    Complimenti per la foto delle Zagare...sarà ma noi siciliani davanti alla zagara ci sciagliamo sempre
    Piacere di averti conosciuto
    Alla prossima

    RispondiElimina
  11. ...scusa volevo dire "sciogliamo"

    RispondiElimina
  12. Citazione e PREMIO! http://colazionialetto.blogspot.com/2009/06/gelato-al-pistacchio-e-2-premi.html. Ciao, Sabri

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.