mercoledì 28 gennaio 2009

Mantovana di Prato


Eccomi qua, a postare un dolce della mia città...

La Mantovana di Prato, che con la sua disarmante semplicità nel farla, racchiude in se il profumo delle cose buone e semplici.

Da bambina, mamma andava spesso ad acquistarla al biscottificio Mattei, quello famoso in tutto il mondo per i suoi cantuccini, ma un giorno....di tantissimi anni fa, la mia amica Elisabetta mi ha fatto assaggiare la "sua" Mantovana, splendidamente identica a quella del Mattei.

Che dire ...da quel giorno non ne abbiamo acquistate più!
Grazie Betti!
Mantovana di Prato

5 uova
200 g di zucchero
100 g di farina
100 g di maizena
200 g di burro
1 limone
2 cucchiaini di lievito per torte
un pizzico di sale
scorza grattata di un limone
granella di mandorla, oppure mandorle a scaglie.
zucchero a velo

Si dividono le uova mettendole in due ciotole separate. Gli albumi li monteremo a neve ben ferma aggiungendoci un pizzico di sale, mentre i tuorli li monteremo con lo zucchero, rendendo i tuorli ben spumosi.
Nel frattempo accendiamo il forno a 160° e sciogliamo il burro a bagnomaria, quando sarà sciolto, possiamo usarne una piccola quantità per ungere la tortiera, che infarineremo leggermente, scuotendone l'eccesso.
Quando i rossi d'uovo saranno ben spumosi, ci aggiungeremo la farina setacciata, la maizena, il lievito, il burro sciolto e la buccia grattugiata del limone, mescolando.
Uniamo all'impasto gli albumi montati, mescolando molto delicatamente dal basso verso l'alto.
Versiamo il tutto nella tortiera e cospargiamo la superficie di granella di mandorle oppure con le scaglie.
Mettiamo il tutto in forno, cuociamo per 30/40 minuti, prima di sfornare provare con lo stecchino se la torta è cotta, altrimenti prolungare la cottura per qualche minuto.
Una volta sfornata, lasciarla raffreddare e spolverarla con dello zucchero a velo.


8 commenti:

  1. Ciao, sono arrivata qui dal bloggatore.
    Abitiamo vicine, io sto a Scandicci.
    Tempo fa facevo la mantovana e mi veniva buonissima poi ho cambiato forno e non mi è venuta più.
    Proverò la tua ricetta. Grazie

    RispondiElimina
  2. Sei sempre più brava ,bimbina, e la tua Mantovana è il lista !!!
    bacione

    RispondiElimina
  3. @Laura@ Ciao Laura,sei la benvenuta...
    Se ti può essere di aiuto io uso il forno ventilato.
    Scandicci e Prato sono vicinissime...ma se ti dico che per me il massimo è arrivare all'Osmannoro???
    Diciamo che io e l'autostrada...non siamo proprio in sintonia ahahahahah
    Ciao e a presto...
    @Silvia@ Mia dolcissima Silvietta...che bello quando passi di qua...
    Provala...come ho detto nel forum...non aggozza...che tradotto in italiano ;-)) vuol dire che non fa la palla in gola!!!
    Un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
  4. Ciao Aurelia, non ho mai fatto questo dolce, proverò la tua ricetta, grazie.
    Buona domenica. baci

    RispondiElimina
  5. Stavo facendo una ricerca e sono capitata qui. Molto bella questa mantovana!

    RispondiElimina
  6. @Milù...ma come,ci separano pochi km...e non hai mai assaggiato la Mantovana?
    devi rimediare subito...
    Un abbraccio

    @Antonella benvenuta tra i miei profumi,e grazie per la visita.

    RispondiElimina
  7. E' meravigliosa Aurelia..la provo sicuro!

    RispondiElimina
  8. Adoro la Mantovana! E anche per me come per te era normale che mia madre ce la facesse trovare per colazione dopo averla comprata dal mitico Mattei! Anche io abito a Prato...ultimamente mi sono appassionata alla sperimentazione di ricette tovate in internet, ti ho trovata per caso e sei entrata nei miei siti preferiti... la prima ricetta cghe voglio provare e' proprio quella della Mantovana! Poi ti faro' sapere anche se ti comunico subito che se non mi riuscisse bene e' perche' sono pessima tra i fornelli...! Grazie un abbraccio Silvia61

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.