mercoledì 24 giugno 2015

Hamburger un po' toscano e un po' no! MTC di Giugno...il mio primo MTC








Ragazze, vi ricordate quando eravate in gravidanza, e tutti vi dicevano che quello che vi attendeva era facile e non ci sarebbero stati problemi, praticamente una passeggiata di salute?
Omettendo di dirvi, che la vostra vita sarebbe cambiata per sempre dal primo vagito di vostro figlio?

Ecco, praticamente con l'MTChallenge,  mi è successa la stessa cosa. 
Hanno iniziato con il dirmi... ma dai  vieni anche tuuu, vedrai che ti divertiii, ci sono un sacco di amicheee, si imparano un sacco di cose, ci si diverte un sacco!
Vi pare che al canto delle sirene, io mi sia tirata indietro?
In quattro e quattrotto, ho mandato la mia candidatura, ed ora eccomi qua che faccio parte anche io, della grande famiglia!
 Pochi giorni, ed è stato decretato l'argomento della nuova sfida di Giugno, mi sono detta, non sarà mica qualcosa di difficile? In fondo, sono entrata adesso...
Ecco, diciamo che difficile non era, l'argomento mi è piaciuto un sacco, anche il gustarlo, mi è piaciuto parecchio, ma quello che mi ha fatto andare in bestia, è stata una carissima amica di penna e non solo, che praticamente in un post, con le sue ricette, per la sfida, mi ha soffiato, di sotto il naso, tutte le idee, che mi erano frullate in testa!
Si Patrizia, sto parlando proprio di te... ti voglio troppo bene, per strozzarti, ma per un attimo, nella testa, mi è passata anche questa opzione :))

La sfida n°49 di questo mese, è una sfida mooolto articolata ( e ti pareva...) 
Si tratta dell'American Burger, con tanto di buns, salsa e farcia, e a chi poteva venire in mente, una cosa del genere, se non ad Arianna Mazzetta, alias Saparunda's Kitchen, che ha  vinto la sfida del mese di maggio?





Perché il mio hamburger, è un po' toscano, e un po' no?
Ho usato un pezzo di carne, di razza Calvana, che pascola proprio sul monte, davanti casa mia, la salsa verde è molto toscana... non manca mai, in un bel panino con il lampredotto, mentre gli onion rings, diciamo che non sono molto toscani, ma a me, la cucina fusion, è sempre piaciuta.

Spero di essere riuscita a fare, tutto nel migliore dei modi, ma posso assicurarvi, che l'hamburger, è molto, ma molto buono!

Ingredienti per 4 buns da 80/90 g circa



  • 250 g di farina GranPrato ( oppure 125 g di Manitoba +125 g di farina 00)
  • 130 g di latte
  • 20 g di burro
  • 10 g di zucchero
  • 5 g di strutto ( sostituibile con del burro)
  • 5 g di sale 
  • 4 g di lievito di birra fresco ( io 1g di lievito di birra secco)
  • 1 cucchiaino di miele
Nella ciotola della planetaria, ho messo la farina e il lievito di birra secco, ed ho fatto girare la macchina, per circa 1 minuto, con il gancio a foglia. Intanto ho intiepidito il latte, ed ho unito il miele, ho dato una bella mescolata e l'ho aggiunto a filo alla farina.
Ho lasciato che la planetaria lavorasse l'impasto per qualche minuto, poi ho aggiunto lo zucchero ed infine il sale, poi ho messo il gancio a spirale, e ho impastato fino a che la massa, non è diventata liscia ed omogenea.

Ho messo l'impasto in un luogo tiepido a lievitare, finché non è raddoppiato. Diciamo per circa 3 ore.
A questo punto, ho sgonfiato l'impasto, ho dato la forma di un rettangolo, ed ho piegato in tre ( tipo quando piegate un asciugamano...) poi ho ripetuto di nuovo tutti i gesti, un'altra volta.
Ho coperto di nuovo l'impasto, ed ho aspettato circa 40 minuti.

Ho spezzettato in pezzi da 80 g circa, ho formato i panini, e li ho appoggiati sulla placca del forno, coperti con pellicola da alimenti.
Ho schiacciato leggermente con il palmo della mano, ed ho atteso altri 40 minuti.





Per cuocere i buns


  • 1 uovo
  • un goccio di latte
  • semini a scelta ( papavero, sesamo, girasole, etc etc...)
Ho scaldato il forno a 180°.
Ho sbattuto l'uovo con il goccio di latte, ho spennellato i panini, ed ho cosparso con i semi, ed ho infornato per circa 20 minuti. Ho quindi sfornato, ed ho fatto raffreddare i panini, sopra ad una gratella.




Per l'Hamburger per 4 persone
500 g di punta di petto di razza Calvana con una buona percentuale di grasso (il 25% sarebbe ideale)
sale
pepe






Ho macinato la carne, poi l'ho salata e l'ho pepata, ed ho formato degli hamburger aiutandomi con un coppa pasta dello stesso diametro dei panini.



Melanzane grigliate

Ho tagliato a fette, una melanzana, ed ho grigliato le fette.

Una volta grigliate, le ho condite con dell'olio extra vergine e del sale.


Salsa verde


  • abbondante prezzemolo
  • 1 uovo sodo
  • 1 pugno di capperi sott’aceto
  • 2 fette di pane imbevuto nell’aceto
  • 1 spicchio d'aglio,
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
Inizio con il mettere il pane a bagno nell'acqua e aceto, poi lo tolgo e lo strizzo bene.Ho fatto lessare  l'uovo.
Sul tagliere ho tritato il prezzemolo e l'aglio, poi ho aggiunto la mollica di pane, i capperi,  l'uovo sodo, finché il tutto non è diventato del tutto omogeneo.

Ho messo  il composto in una ciotola,ho insaporito con il  sale,una macinata di pepe, abbondante olio extra vergine d'oliva, ed mescolato bene.



Onion rings



Ingredienti:
2 cipolle grandi di Tropea
60 gr di farina 00
2 cucchiaini amido di mais
1/2 bustina di lievito in polvere
un pizzico di paprica
1 pizzico di zucchero
1 uovo battuto
100 ml di latte
olio di semi di arachide
sale
pepe
olio di semi d'arachide per friggere 







Ho tagliato la cipolla ad anelli, mentre in una ciotola ho mescolato la farina, l'amido di mais, il lievito in polvere , la paprica, lo zucchero, il sale ed il pepe.

In un'altra ciotola ho sbattuto  l'uovo ed ho unito il latte, ed ho mescolato bene, poi ho rovesciato il composto nella ciotola delle farine.
Ho immerso gli anelli di cipolla, nella pastella, li ho sgocciolati leggermente, e li ho fritti in abbondante olio di semi di arachide-


Fette di Brie grigliate

Ho tagliato il brie a fette, e l'ho fatte leggermente scaldare, nella padella di ghisa...



Composizione del panino





Ho tagliato i panini a metà, e li ho fatti leggermente tostare sulla padella di ghisa, poi li ho tolti, e ho spalmato la base con della salsa verde.


Ho coperto con una fetta di melanzana grigliata, condita e salata.


Ho cotto la carne, sulla padella di ghisa, senza usare condimenti. Ho solo fatto scaldare la base, molto bene, poi ho messo l'hamburger e l'ho fatto cuocere finché non si è staccato senza fare attrito, e l'ho girato dall'altra parte.Sulla superficie, si era formata una crosticina, niente male.

Ho fatto cuocere anche l'altro lato, poi ho condito con il sale ed il pepe.

Ho appoggiato l'Hamburger sulla fetta di melanzana.


Ho appoggiato sopra il brie leggermente scaldato


Ho coperto con un'altra fetta di melanzana grigliata


Ho chiuso il panino, con la sua cupoletta.


Ho servito il panino, con gli anelli di cipolla fritti, e mi sono goduta il mio piatto, tra un uhmmm e l'altro, sorseggiando una bella bionda fresca e leggera!








22 commenti:

  1. Amoreeeeee....omammina ma quanto mi hai odiata? Per nulla poi, visto che sono caduta con la testa sulla tavola e mi si sono infilzati gli incisivi nel legno! Ma che roba meravigliosa hai fatto? Quei buns sono incredibili, rigogliosi e mi viene da ridere se ti dico...ehm...che la melanzana ce la volevo mettere anche io, proprio grigliata. Gli onions rings non li ho fatti perchè mi ci voleva troppo ma tutto il resto...questa è un'affinità elettiva! Sennò che socie saremmo?
    Ti strizzolo cara Aurelia, e benvenuta in questa macchina infernale che macina cervelli insieme alla ciccia!
    Smack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. okey...vado a cercare uno spiedino di legno ben appuntito, e mi crivello la giugulare ... hahahahah
      Siamo socie, siamo sorelle di intelletto e di gola, siamo due golosone impenitenti, che si vogliono un bene da matti!
      Però se la prossima volta, mi anticipi le idee...ti strozzo!
      Bacione
      Aurelia

      Elimina
    2. io sono terrorizzata.
      altro che "guido, i' vorrei che tu e lapo ed io" e lo stilnovo e tutte le smancerie dei Toschi :-)
      meglio tenersi alla larga, qui :-)

      Elimina
    3. No Alessandra, non fuggire... in fondo, in fondo, siamo abbastanza innocue, se qualcuno, non mi frega qualche altra idea :))

      Elimina
  2. Aurelia questo hamburger è spettacolare, un vero panino made in Italy..se non fosse per le melanzane che io non amo nemmeno un pò..lo mangerei subito!! Le foto poi mi fanno venire una fame! Complimenti!

    Valentina

    http://coindecampagne.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina, anche mia figlia le odia... ma cosa vi avranno fattomai, queste melanzane, così buone e saporite :)
      a presto
      Aurelia

      Elimina
  3. Benvenuta! Vedrai che qua ti troverai benissimo, si legge subito che sei sulla lunghezza d'onda giusta!
    Complimenti panini bellissimi sembrano dipinti e ripieno davvero d'eccezione! Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, grazie mille per il benvenuto, e per i complimenti :)
      Aurelia

      Elimina
  4. Benvenuta tra noi!!
    Il tuo hamburger è venuto uno splendore e gli anello di cipolla stanno bene sempre!!
    Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :)
      mi sento in famiglia...una famiglia un po' matta, ma sempre una famiglia che mi fa sentire accolta :)

      Elimina
  5. Aurelia benvenuta nella nostra grande famiglia dove le sfide, seppure saranno sempre articolate, ti appassioneranno ogni volta regalandoti idee originali e insolite che nessuno mai potrà più soffiarti!!!
    Complimenti per i panini, davvero perfetti e complimenti per gli accostamenti!

    RispondiElimina
  6. Benvenuta in questa esperienza che ti brucia e ti consuma, come recita la canzone!
    Bellissima proposta, davvero molto toscana, anche nelle cose che toscane non sembrano.
    la proverò sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gaia, detto da te, è un gran bel complimento :)

      Elimina
  7. Tanto per restare nella metafora della gravidanza: c'è chi sforna pagnotte e chi fa buns...saran mica l'equivalente dei parti gemellari?
    E comunque, mancavi solo tu: sia sul fronte della bravura, che si conferma con questo panino che ha il potere di riconciliarti col mondo intero, sia su quello della follia: scrivi alla Baker, che ti aspettiamo nella community per completare il cerchio ( o il girone infernale, a seconda dei punti di vista) e...benvenuta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandra...la colpa è anche tua :))
      mo, scrivo alla Baker

      Elimina
  8. Concordo con la Ale qui sopra. Prima di tutto benvenuta in questa adorabile gabbia di matti... Ti capisco benissimo...a che io tre anni fa mi sono fatta ammaliare dal canto delle sirene... E guarda dove sono??? Tu ora rischi grosso...perché se inizi così col botto la vittoria arriverà prima di quanto immagini!

    RispondiElimina
  9. Concordo con la Ale qui sopra. Prima di tutto benvenuta in questa adorabile gabbia di matti... Ti capisco benissimo...a che io tre anni fa mi sono fatta ammaliare dal canto delle sirene... E guarda dove sono??? Tu ora rischi grosso...perché se inizi così col botto la vittoria arriverà prima di quanto immagini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi quanto ti ho pensata...però, questa sfida, mi è piaciuta un casino!
      Forza su, sono pronta ad altre avventure a colpi di ricetta e di calore ... il forno a Luglio, no...per favore :)

      Elimina
  10. la Patty ti avrà anche soffiato le tue prime idee, ma questo hamburger è eccezionale!!!! Voi toscane comunque fate paura, che donne!!!! Complimenti davvero e benvenuta in questo gioco che crea dipendenza!!!

    RispondiElimina
  11. Gentilissima Aurelia, puoi spiegarmi che tipo di farina è la GranPrato? Posso usare la "O"?
    O qualche altro tipo che si avvicina alla Manitoba? Non amo molto la Manitoba, poichè per quanto ne so io, si produce con farine estere, ed io, da buona pugliese, che vive nella valle d'Itria, prediligo il made in Puglia o il made in Italia.
    Con simpatia Vittoria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai bene Vittoria...la gran Prato é una farina 0 che si produce e macina, proprio qua a Prato, quindi puoi usare tranquillamente la farina di casa ;)
      A presto
      Aurelia

      Elimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.