venerdì 25 ottobre 2013

Pastel ... partendo dalla Svizzera, per arrivare fino in Brasile.







Pastel Formaggi Svizzeri Swiss Cheese Parade



Uno street food, che di passi, ne ha fatti veramente tanti,
E' partito  dalla Svizzera, con un carico di Sbrinz e Gruyère, è passato dal Trentino raccogliendo una mela Golden e un cavolo cappuccio, poi ha lasciato perdere i passi, ed è volato direttamente oltreoceano, sulla spiaggia di Copacabana, perché qualcuno, cucinasse con attenzione, i pochi ingredienti che lo compongono, e creasse quello scrigno friabile e croccante, che lo racchiude.
E poi, una volta preparato, i piedi hanno ripreso a camminare passo dopo passo, e le mani hanno portato alla bocca  il primo morso  di quella meraviglia, e gli occhi si sono persi  nell'oceano...

Tery ed i Formaggi dalla Svizzera, anche quest'anno, come lo scorso anno, hanno indetto un contest favoloso! Swiss Cheese Parade, che prevede l'uso di Sbrinz o Gruyère, per creare una ricetta a tema street food.
Diciamo pure che non è stato semplice  sviluppare la ricetta, ma una volta avuto l'idea, il  dopo è stato molto divertente.
Come ho scritto, è una ricetta molto fusion, ho scomodato 2  Nazioni, ed una regione, ma il risultato mi è piaciuto molto.


  • 400g di farina 00
  • un bicchiere di acqua tiepida
  • 1 cucchiaio di aceto bianco
  • 1 cucchiaino di sale
  • olio di arachidi per friggere
  • 1 cucchiaio di Vodka
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
 Per il ripieno
  • 300 g circa di cavolo cappuccio
  • mezza cipolla bianca tagliata sottile
  • una mela Golden
  • 120  g di Gruyére
  • sale pepe
  • brodo vegetale q.b
Olio di semi di arachidi per friggere







In una ciotola, ho messo la farina l'ho mescolata con il sale, ho aggiunto l'olio, il cucchiaio di vodka, il sale ed ho unito un po' alla volta l'acqua tiepida. Ho iniziato a mescolare, ed ho impastato, finché la massa  non mi si è più appiccicata alle mani, a quel punto, ho coperto l'impasto con un telo umido, e l'ho messo a riposare in frigo, per circa 12 ore, ma voi se volete, potete usarlo già dopo un paio di ore.

Poi ho preparato l'interno dei miei pastel ...
Ho stufato la cipolla in un goccio d'olio extravergine, poi ho unito il cavolo cappuccio, che avevo pulito, lavato e tagliato fine, ed ho lasciato che si appassisse, sistemando sopra al tegame un coperchio, ed ho abbassato il fuoco.
Ho lasciato che cuocesse, per circa 20 minuti, aggiungendo ogni tanto un mestolo di brodo caldo, ho aggiustato di sale e di pepe, poi ho unito la mela Golden, sbucciata e tagliata a piccoli cubetti, ed ho lasciato cuocere ancora qualche minuto, facendo ammorbidire la mela.

Una volta cotto, ho aspettato che intiepidisse.


Ho steso la pasta molto sottile, aiutandomi con la classica macchinetta a manovella, ho tagliato la pasta in strisce, ho steso sulla striscia  un po' di cavolo cappuccio e mele ed ho grattugiato abbondante gruyère.Ho coperto con con un'altra striscia, ho chiuso bene i lati, perchè non fuoriuscisse il ripieno durante la cottura, e li ho fritti, in abbondante olio di arachidi.
Una volta sgocciolati dall'olio, li ho asciugati con della carta e li ho serviti ancora caldi.

12 commenti:

  1. Deve essere veramente saporito! Non ne avevo mai sentito parlare.
    www.saucysiciliana.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, è stata una scoperta, per tutte :)
      A presto
      Aurelia

      Elimina
  2. Lo scrigno che racchiude questa bontà non lo conoscevo e mi piace tanto perché sembra essere molto leggero.
    Buona serata Aurelia
    Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrica, fidati...estremamente leggera e non unta o inzuppata d'olio :)
      da rifare prestissimo, con altri ripieni
      A presto e grazie mille

      Elimina
  3. Mamma che golosità hai proposto...io il pastel non lo conoscevo e con questo ripieno credo sia davvero speciale!
    Brava! Ciao!!! Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberta, posso dirti, che è stata una rivelazione, anche per me ...In Brasile, lo farciscono, anche con la carne, tipo soffritto, oppure con i formaggi, con i gamberetti, e addirittura con la cioccolata :)
      A presto

      Elimina
  4. spettacolare complimenti per l'idea!!! buona domenica

    RispondiElimina
  5. la pasta è super trasparente, bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica, non l'avevo mai provata, ma è stata una vera scoperta. Si può farcire con tante cosine interessanti :)
      Grazie per la visita

      Elimina
  6. Mi piace moltissimo il risultato di questa fusione di tradizioni culinarie... bellissimo street food, nelle strade di diverse nazioni ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che passeggiare per tre Nazioni, è stato veramente stancante ;)
      Grazie mille Giulia, per essere passata a trovarmi
      Un abbraccio

      Elimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.