martedì 8 ottobre 2013

MedDiet Camp! Cagliari, 50 ambasciatrici, e la Dieta Mediterranea




Insieme a questo blog, mi sono accorta, che sto crescendo anche io, e sono pienamente consapevole, di avere una certa, anzi una grande  responsabiltà, verso di voi, che silenti o interagenti, ogni giorno mi seguite.
So che dietro a quello schermo, siete in tanti che ogni giorno mi venite a trovare,quello che fino a 5 anni fa, era solo un piccolo contenitore di ricette, da qualche tempo, è diventato qualcosa di più ... E' diventato uno strumento, per dare voce, a progetti importanti, come lo è stato quello dell'Associazione Città dell'Olio, oppure come quello che ho appena vissuto, qualche giorno fa, a Cagliari, per il Med Diet Camp.



Il MedDiet Camp è il primo dei cinque grandi eventi pianificati daMedDiet, progetto strategico finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo 2007-2013. Con un budget complessivo pari a circa 5 milioni di euro e una durata di 30 mesi, il progetto mira a promuovere e valorizzare la Dieta Mediterranea, riconosciuta Patrimonio immateriale dell’Umanità Unesco nel 2010.  Oltre all’Italia, che partecipa con Unioncamere in qualità di capofila, il Centro Servizi per le imprese della Camera di Commercio di Cagliari, il Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio e l’Associazione nazionale Città dell’Olio quali partners, il progetto coinvolge altri 5 Paesi del Mediterraneo (Egitto, Grecia, Libano, Spagna e Tunisia).





Noi siamo ciò che mangiamo ...




Carlo Cambi

Oppure parlando di me, potrei dirvi che sono quello che non brucio per pigrizia. Ho preso tanti chili, negli ultimi anni, chi mi seguiva agli albori del blog, sa del  problema di salute che ho avuto, dell'aver smesso di fumare  da un giorno all'altro, e dei kg, che in un attimo, mi sono saltati addosso, perchè loro non erano affatto pigri,come lo ero, e lo sono io...

La nuova piramide alimentare, ha messo al primo posto, l'attività fisica ... almeno 30 minuti di passeggiata al giorno, camminare, fare le scale ... Qua a casa, sono l'unica rimasta senza auto, che sia la volta buona, che riesco a buttare giù questi maledetti chili di troppo?
Usiamo i prodotti di stagione, evitiamo di consumare le zucchine e le fragole in inverno, ce le fanno pagare un botto, ed hanno un sapore e dei profumi, pari allo zero! Invitiamo gli amici a casa, ceniamo insieme , cuciniamo i nostri piatti, siamo conviviali, ne gioverà la nostra autostima, e avremo un sacco di compagnia in più!

 Lo chef Luigi Pomata e lo chef egiziano Moustafa El Raefaey del Cairo


Beviamo, non dimentichiamoci mai di bere in abbondanza, acqua, tisane, non solo fanno bene al nostro organismo, ma anche la nostra pelle, ne trarrà beneficio! E se volessi bere un bicchiere di vino? E chi ce lo vieta, ma basta farlo con moderazione, un bicchiere al giorno per le donne, e due per gli uomini, e saremo felici e contenti.

I nostri pasti principali, dovrebbero essere strutturati, con al loro interno, almeno una o due porzioni a pasto di buona e profumata frutta di stagione, e poi i cereali, che siano pane, pasta, couscous, ma anche orzo, farro, tutto quello che la nostra tradizione culinaria  ci regala, e poi gli ortaggi, che se li consumassimo crudi, sarebbe perfetto.



chef Tunisino2
Lo chef Tunisino Jaoudet Turki



 Consumiamo prodotti caseari, yogurt e prodotti con un basso contenuto di grasso, ma se ogni tanto vogliamo cedere a una pizza gorgonzola e salamino piccante, cediamo, senza sentirci troppo in colpa.

Profumiamo i nostri piatti, con erbe aromatiche, spezie, aglio e cipolle, usiamo la frutta secca  nelle nostre insalate, che oltre a dare la famosa nota croccante, regala al nostro organismo, una sferzata di energia e vitamine! Usiamo l'olio extra vergine d'oliva, preferibilmente a crudo, ma anche per cucinare, nella misura di un cucchiaio a persona.




chef libanese2
Lo chef Libanese Georges Kik


Mangiamo pesce, carne bianca, e uova, e lasciamo la carne rossa insieme alle patate, ad uno sfizio, da concedersi ogni tanto,insieme ad una fetta di torta.



PicMonkey Collage

Cerchiamo di seguirla insieme, non è un percorso difficile, o pieno di insidie. Ne va della nostra salute e del nostro benessere, e soprattutto quello dei nostri figli.
Siamone ambasciatrici, io con il mio piccolo mezzo che si chiama blog, voi parlatene in casa, telefonate alle amiche, parlatene con i vostri figli, e date il buon esempio.
Quando farete la spesa, ripensate a quello che vi ho raccontato, guardate il cibo, con uno sguardo più attento, posate quella vaschetta di fragole, non darà più profumo alla vostra crostata, siamo in autunno, che ne dite di fare una bella torta di mele?


E ora mi sembra il caso di ringraziare, chi ha fatto si, che si realizzasse, questa spendida esperienza ...
Grazie all'Associazione Città dell'Olio,grazie alle splendide 50 ambascaitrici ( e un ambasciatore ), che mi hanno fatto compagnia, grazie a Carlo Cambi, per lo scambio di opinioni, ad Alessandra Guigoni e le sue perle sulla storia del cibo e dell'alimentazione, agli chef che pur parlando lingue diverse, hanno collaborato tra loro, in maniera perfetta ... e grazie soprattutto alla città di Cagliari, che ho amato al primo sguardo, con il suo mare, i suoi profumi, la sua storia... ma soprattutto le sue salite!


1383552_10201648069658740_243282050_n
credits e ringraziamenti a Vatinee Suvimol, per la splendida foto




25 commenti:

  1. bellissimo post, bellissimo weekend, bellissima esperienza, baci Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. EliFla, la mitica donna, dai mille volti, e cittadina del mondo!
      Grazie per i complimenti, ma se questo evento è stato un successo, è merito di tutte, anche tuo!
      Un abbraccio
      Aurelia

      Elimina
  2. Ciao Aurelia ! Ogni volta che vedo questa foto di noi tutte sulle scale mi vien da ridere...è bellissima ! Sembra uno di quegli incontri di vecchie amiche del liceo dopo 15 - 20 - 25 - 30 anni...dipende di età ovviamente...
    p.s. io mi sono iscritta in palestra...sarà la volta buona ?
    un bacio,
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, il bello di questo incontro, è stato all'inizio il cercare di capire chi avessi davanti a me, e alla fine del w.e, il dispiacere di salutare delle amiche!
      E io cammino...santa pigrizia! Dovrei vivere a Cagliari, e forse sarei magra, come Pinella :)
      Un abbraccio e grazie

      Elimina
  3. bellissimo post cara Aurelia, hai fatto il punto di tutto tutto quello che abbiamo detto/ascoltato/visto/assaggiato/imparato. Brava e complimenti per davvero.
    Voglia di tornare ancora li. Troppo bello è stato...
    Alla prossima allora
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'esperienza, che meritava essere condivisa, con queste parole ...
      Annina, partirei anche adesso ...
      Un bacione bionda

      Elimina
  4. Voglio tornare a Cagliari!!!!!!!!! Felicissima di averti incontrata Aurelia!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici ... se il tornare a Cagliari, mi fa incontrare, altre persone come voi, benvenga anche Ryanair, e i suoi ritardi :)
      Quella felice sono io :))
      Bacio

      Elimina
  5. Bellissimo post Aurelia, complimenti per tutto vorrei ricordarti però che qualche anno fa promuovevi la margarina....bello cambiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ma che piacere Cristina, vedo che ti sei rifatta viva, dopo tanto tempo...
      Grazie per avermelo ricordato tu, che sono stata una signorina Vallè, perchè altrimenti, con la memoria farlocca che ho, mi sarei certamente potuta dimenticare, di aver partecipato con due ricette,all'uscita dei due libri, il cui ricavato, è andato interamente alla LILT, e al Professor Veronesi!
      Meno male, che esistono ancora persone che sono come te, che puntuali vengono a ricordarti, quello che hai fatto gli anni scorsi...
      .
      Buona giornata Cristina
      Aurelia

      Elimina
    2. ah, vorrei anche aggiungere, che se cerchi nella sezione ricette, troverai si, due ricette che contengono la margarina...solo le stesse ricette che ho usato per il libro, della Vallè.
      Due ricette su 309 ricette circa, mi sembra che ci possono stare :)
      Ancora un saluto

      Elimina
  6. Bellissimo resoconto, Aurelia! Quanta consapevolezza ci siamo portate a casa dalla Sardegna! Ed è davvero bello come ognuna di noi ci ha visto qualcosa di diverso, anche a seconda del nostro portato personale.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello di questi eventi, è proprio questo, Giulia ... il saper cogliere gli aspetti diversi, e di fare tesoro, di quello che ci è rimasto, nella mente.
      Grazie mille, del tuo commento, e ora Giulia, o Giulitta, ha un vero volto :)
      Un abbraccio

      Elimina
  7. Aurelia, giusto, facciamo attività fisica...quando ripartiamo? Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai, siamo battezzate ... anche subito :)
      Un bacione anche a Dario

      Elimina
  8. ma quando si rifà una cosa così?
    ti voglio tanto bene signora mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signora mia, dobbiamo chiederlo, a quella Santa Donna della Patty :)
      ma sai, che ho lo stesso sentiemento, nei tuoi confronti? Come si fa, a non volerti bene, ora poi che ti conosco ancora meglio <3
      un bacione ...anche a Piero :)

      Elimina
  9. Ti adoro. Devo aggiungere altro? Hai scritto un post perfetto. E' stato un piacere leggerti.
    Sabina
    PS: sono pigra quanto te....se vivessimo nella stessa città ci sproneremmo a vicenda....non è che poi finiremmo per detestarci???? Ahahahahah!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nooo, ma come detestarci, potremmo solo sostenerci, e spronarci a vicenda. E poi cosa centra, se un giorno mi stancassi di camminare con te, potresti sempre portarmi a cavalluccio!! <3
      Un bau dl profondo del cuore, amica mia <3
      Aurelia

      Elimina
  10. Davvero un bel post Aurelia, complimenti! Ricordo qualche anno fa quando, alla base della piramide alimentare, c'erano paasta e pane... li sostituirono con frutta e verdura perchè, si disse, oggi ci muoviamo di meno e dobbiamo mangiare meno carboidrati.... Se ora è addirittura necessario ricordarci che dobbiamo camminare, stiamo messi proprio male... Io per fortuna cammino molto :) Bu0ona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, intanto grazie per i complimenti, che fanno sempre piacere, e poi, tornando sul discorso della piramide ...in effetti in questi anni, ha cambiato i vari livelli, ricordo anche io il pane e la pasta, fonte di energia ... ma ora, di quella energia, sembra che ne abbiamo accumulata troppa, e dobbiamo trasformarla in motilità :)
      Beata te che cammini...io sono diventata pigrissima:)
      A presto e grazie per la tua visita

      Elimina
  11. Sei stata molto esauriente e precisa, mi piace vedere come ognuna di noi ha dato il suo tocco personale al resoconto di questa esperienza. Alla fine poi ci si ritrova sempre nel racconto di tutte.
    Lo sai che anch'io ho smesso di fumare da un giorno all'altro? Dura eh?
    Mi ha fatto un enorme piacere rivederti :)

    RispondiElimina
  12. Un'esperienza, quella di Cagliari, che sicuramente porteremo non solo nei nostri ricordi, ma sulle nostre tavole.

    Bellissimo il tuo resoconto, convincente e invitante :)

    È stato un piacere conoscerti :)

    RispondiElimina
  13. Anch'io concordo con te cara Aurelia che insieme al blog stia crescendo la nostra consapevolezza... Dopo Cagliari ho fatto alcune scoperte inaspettate sorprendenti, ed è bastato solo prendersi la briga di una piccola ricerca in rete. È stato bello incontrarsi :) un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. carissima Aurelia,
    mi ero persa questo post e vorrei autofustigarmi ;-)
    foto e parole proprio nel tuo stile.
    per me è stato un gran piacere conoscerti! spero di rivederti presto. intanto ti abbraccio!

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.