giovedì 6 giugno 2013

Metti un celiaco a cena... e offrigli una cocotte di zucchine!



"Questo non è un libro solo per celiaci! Essere celiaci è una sfiga, ma non è la fine del mondo.Questo è un libro per tutti, anzi è un libro per chi vuol mangiare bene"
[cit. Stefania Oliveri]

Ecco, secondo me, questa frase, racchiude in poche parole, tutto il significato di questo libro!
Inizio con lo scrivere che si, sono una persona fortunata, perché conosco personalmente Stefania Oliveri, io la chiamo la bella castellana, non sto qui a spiegarvi il perché, ma per me, lei è "La Castellana"!
E' una donna schietta, piena di passione, sanguigna e sincera, che dopo aver scoperto di essere celiaca, si è scoperta anche una gran cuoca, della serie, o ti ingegni e cerchi alternative, oppure non puoi rimanere a piangerti addosso, per tutta la vita!

Penso che questo libro, dovrebbe essere presente, nelle librerie di tutte noi, non solo per chi ha dei celiaci in casa, ma anche per chi vuole seguire un'alimentazione sana!
Ho capito che per un celiaco, vedersi preparare un menù a parte, è quello che può esistere di più brutto nel campo dell'ospitalità ... non lambicchiamoci il cervello, cercando di preparare alimenti "strani e sglutinati"...i nostri amici celiaci, possono pranzare e cenare, con noi, senza essere considerati degli "alieni"
Insalate fresche, pinzimoni, riso, polente, grano saraceno, carne (ovviamente evitiamo di panarla con farine e pangrattati), verdure in quantità ...e i dolci?
Beh, se invece di una margherita, o una torta di mele, con farina 00, per una sera facessimo un bel budino, o una panna cotta? Saremmo tutti felici e contenti ...

Certo, questi sono solo pochi esempi, nel libro di Stefania, ci sono tantissimi consigli da non sottovalutare, ed è per questo che dico, che è un libro da avere in casa ...
Ho scoperto tante cose, e come le ho detto a lei, questa mattina, mi ha aperto la mente verso un argomento per me sconosciuto!

E per renderle omaggio, ecco che ho scelto una ricetta dal suo bel libro ...

Cocotte di zucchine e besciamella




  • 800 g di zucchine
  • 1 cipolla
  • 100 g di Parmigiano Reggiano
  • Olio extra vergine d'oliva

Per la besciamella

  • 500 ml di latte
  • 50 g di burro
  • 40 g di fecola o maizena
  • sale, pepe, e noce moscata.
Le zucchine, vanno lavate, tagliate a fette, e messe a cuocere in una padella, con un goccio d'olio extra vergine d'oliva, dove avrete fatto stufare la cipolla tritata.
Salatele pepatele, e portatele a cottura.

Intanto preparate la salsa besciamella, facendo sciogliere il burro, in un pentolino, aggiungete la maizena, e mescolate bene, e poi a filo, il latte, che avrete riscaldato.
Mescolate bene, perchè non si formino grumi, e date sapore, unendo il sale, il pepe e la noce moscata.
Fate cuocere per circa 10 minuti, poi togliete il pentolino dal fuoco, e aggiungete il Parmigiano, lasciandone un po', che userete per cospargerlo sulle zucchine, prima di infornarle.

Nelle cocotte, fate uno strato di salsa besciamella, poi le zucchine, alternando fino alla fine.

Mettete le cocotte nel forno caldo, e cuocetele  per 15/20 minuti, a 180°, finchè non saranno dorate.
Servitele tiepide.

Metti un celiaco a cena
Fantasie COOlinarie di una Fornostar
Stefania Oliveri
Navarra Editore

14 commenti:

  1. Verissimo. Cuciniamo molti piatti senza glutine spesso senza nemmeno saperlo. O comunque basta poco per renderlo adatto anche ai celiaci.
    Lei per noi è "Sua altezza" :-D
    La cocotte mi piace anche molto!

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sua Altezza, La Castellana, autrice di un libro fantastico... non è che ora, la nostra amica, si monta la testa? :)))
      E' una donna speciale, e noi siamo fortunati, ad averla come amica
      Ciao Fabio
      Aurelia

      Elimina
  2. la celiachia è purtroppo in diffusione, ma grazie a ricette come questa, semplici gustose e adatte a tutti, il problema si ridimensiona, e il celiaco no si sente "diverso"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Milady, bastano piccoli accorgimenti ed attenzioni, per non farli sentire, diversi, come dici tu ... io mi sto facendo una cultura, chenon fa mai male:)
      un abbraccio
      Aurelia

      Elimina
  3. Tesoro, mi hai fatta emozionare.
    Grazie di cuore per le tue parole :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai Castellana, ho scritto so,lo la verità...sei bella fuori, ma soprattutto dentro, e leggendoti, si percepisce nettamente!
      Un bacione tesoro, e continua a fare la zanzara notturna <3
      Aurelia

      Elimina
  4. Ciao, seguo da poco il tuo blog ma lo trovo davvero interessante. E' scritto bene e le fotografie sono accattivanti, complimenti.
    Se hai voglia passa anche tu a trovarmi.
    Ciao e buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, sei la benvenuta :)
      e grazie di cuore, per i complimenti
      Aurelia

      Elimina
  5. Questo libro è fantastico e dimostra tutta la passione e la grinta della "celiaca col tacco più alto del web".
    Anche io sto riproducendo qualcuna delle sue ricette, tutte meravigliosamente gustose.

    RispondiElimina
  6. Ma ciao Stefania,
    hai visto davvero, che grinta ha la nostra amica? :)
    ci sono tante ricette che voglio riprodurre,è un libro veramente indispensabile :)
    Un abbraccio
    Aurelia

    RispondiElimina
  7. Complimenti!!! Per il blog, per la ricetta e per le fotografie :)

    Gloria

    RispondiElimina
  8. Aurelia, che bel libro!
    Non sono celiaca però ho dovuto eliminare il glutine per problemi di tiroide. Purtroppo l'ho saputo solo da pochi mesi e da quando ho dodici anni che ho una sindrome di Hashimoto, in pratica ipotiroidismo..... Sto leggendo vari libri in inglese dove sto scoprendo cose che i medici non mi hanno mai spiegato!!!
    Un abbraccio,
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, anche io non conosco molto, di questo mondo...Gluten Free... ma con libri di questo genere, si ha un approccio decisamente migliore, verso questo sconosciuto :)
      E poi diciamocelo, le ricette sono fantastiche anche così!
      Un abbraccio anche a te
      Aurelia

      Elimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.