giovedì 9 marzo 2017

Muffin al doppio cioccolato




Marzo è iniziato alternando giornate dal tiepido sole  che preannunciano la primavera oramai vicina, a giornate ventose e piovose che ci fanno ripiombare a capofitto in pieno inverno e il pulsante di accensione della mia  caldaia passa da  on e off come se non ci fosse un domani.
Questi periodi  di transizione mi fanno andare nei matti; la coperta di lana che fino a qualche giorno fa mi proteggeva durante il sonno notturno, adesso la prendo a pedate per poi ritornare  a cercarla a tastoni perché dopo pochi minuti inizio di nuovo a sentire freddo ( no, non sono le caldane...) avrei voglia di ricette primaverili ma la sera mi ritrovo a preparare ancora vellutate e piatti decisamente invernali caldi e corroboranti come piacciono a me, e poi diciamolo, anche fare la spesa non aiuta visto che sullo stesso banco del mercato troviamo sia le primizie sia tutte le varietà di cavoli e affini che ci siamo scofanati per tutto l'inverno, e tutto ciò mi manda ancora più in confusione!
Per la colazione invece ancora non sento il richiamo primaverile. Alterno torte di mele a ciambelloni e la voglia di cioccolata è ancora ben presente nella mia lista dei dolci.
Qualche giorno fa ho voluto preparare dei muffin per la colazione dei ragazzi e  la scelta è caduta su questa ricetta al doppio cioccolato, perché se uno deve peccare, secondo me,  lo deve far bene fino in fondo!
Come sicuramente saprete realizzare dei muffin non è assolutamente difficile, però ci sono degli accorgimenti che vanno seguiti per ottenere un risultato perfetto;
- per prima cosa la farina deve essere setacciata almeno un paio di volte così si amalgamerà perfettamente all'impasto
- gli ingredienti vanno sempre divisi in due ciotole, nella prima andranno quelli in polvere e nella seconda tutti quelli liquidi
-il terzo accorgimento è che quando unirete la massa umida in quella secca dovrete mescolare per il minimo sindacale, diciamo massimo una decina di volte  se non vorrete ottenere dei muffin gommosi.

Cercando in rete delle ricette che mi fossero fonte  di ispirazione per la colazione, mi sono fermata sulla pagina dei muffin al cioccolato della Galbani e da li ho capito quale sarebbe stato il dolce che avrebbe accompagnato il nostro risveglio mattutino.
Questi muffin si sono rivelati decisamente buoni. Umidi al punto giusto, al loro interno nascondono dei piccoli pezzetti di cioccolato fondente croccante, mentre sulla parte superiore dove il cioccolato si è fuso con il calore del forno, rimane una parte umida e golosa  di quelle che si appiccica alle dita e ti costringe tuo malgrado, a ritornare bambina e leccarti quel ben di Dio che ti è rimasto attaccato.





Muffin al doppio cioccolato

per 12 muffin

  • 300 g di farina 
  • 80 g di cacao amaro
  • 8 g di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato 
  • un pizzico di sale
  • 250 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro fuso
  • 250 ml di latticello
  • 2 uova grandi biologiche
  • 150 g di cioccolato fondente al 70% tritato grossolano


per il latticello 
  • 125 g di yogurt magro
  • 125 g di latte parzialmente scremato
  • 5 ml di succo di limone filtrato





Per il latticello

Versate in una ciotola lo yogurt e il latte, mescolate bene ed unite il succo di limone.
Lasciate riposate a temperatura ambiente per 15-20 minuti

Per i muffin

In una ciotola inserite la farina setacciata, lo zucchero, il cacao, il lievito, il bicarbonato e il pizzico di sale, mescolate bene le poveri e mettete da parte.
In un'altra ciotola molto più capiente della prima, inserite il latticello, il burro fuso, le uova e mescolate accuratamente.
Aggiungete gli ingredienti secchi al composto liquido, mescolate finché non sarà tutto incorporato e alla fine aggiungete il cioccolato fondente tritato, lasciandone da parte circa un quarto per la decorazione dei muffin.
Riempite i pirottini di carta di circa 2/3 aiutandovi con un porziona gelato o un sac a poche e cospargete la superficie con il restante cioccolato fondente.
Mettete nel forno caldo e cuocete a 200° per circa 20-25 minuti o finché facendo la prova stecchino, non lo estrarrete asciutto.

4 commenti:

  1. Ho fatto la stessa ricetta per la colazione del dopo pigiama party compleanno di mia figlia. Mentre le belve erano campeggiate in salotto, io un attimo li ho preparati e cotti e le ragazze sono state svegliate da un profumo di cioccolato irresistibile. E l'aspetto di questi tuoi la dice lunga sulla bontà.
    Sulla stagione stendiamo un velo pietoso. Marzo è matto: oggi primavera piena ed io ho ricominciato a salire sulla bilancia con disperazioni ataviche di cui non voglio parlare.
    Ti abbraccio forte cara socia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che ci sali a fare sulla bilancia, se sei secca come un uscio!!! Questi sono una bomba...della serie trova qualcuno con cui fare a metá, altrimenti scoppi ...ahahah
      Bacione socia

      Elimina
  2. Aurelia è un periodo di passaggio, ora per esempio ho 22 gradi in cucina e il riscaldamento ovviamente spento, e le porte e le finestre aperte, poi di sera accendo la stufa a legna. Ma questi muffin vanno bene per ogni stagione dai, sono spettacolari e nella loro golosità anche peccaminosi! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma salve bellezza!! Si anche qua faccio cosî; accendo un'ora al mattino dalle 6 alle 7 e poi un'ora alla sera, per far trovare il calduccio al resto della famiglia.
      Un bacione a te e grazie per la visita

      Elimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.