giovedì 21 maggio 2015

Confettura di rabarbaro e fragole di Christine Ferber

confettura di rabarbaro e fragole
 
Tanti post da scrivere, foto da controllare, ricette da provare, un pacco di brochure di aziende siciliane  che aspettano di essere visionate e riordinate.Tra tutto questo caos, ho trovato anche il tempo ed il modo, di preparare questa fantastica confettura di rabarbaro e fragole, che era nella lista dei desideri, da svariati anni.
Ho un'idea fissa nella mia testa, quella di riuscire ad avere una produzione abbastanza intensiva di rabarbaro sul mio terrazzo, e ci starei anche riuscendo, se non fosse una coltivazione abbastanza lunga e lenta. Ho la mia bella pianta, comprata al vivaio un mesetto fa, ma prima che sia veramente in produzione, devo aspettare almeno un anno.
Un anno! Un anno è lunghissimo, da passare, se si hanno in mente un sacco di ricette da provare, e siamo sicuri che nella nostra città, trovare del buon rabarbaro, sia un'impresa a dir poco impossibile, se non fosse per un angelo biondo, food blogger anche lei, che abita a pochi passi da casa mia ( sarà anche un caso, ma nella zona nord di Prato, nel raggio di nemmeno un km, abitano ben 4 food blogger )
L'angelo biondo, si chiama Eleonora  e il suo blog è Pain d'épices et pépins, ed è stata proprio lei, la settimana scorsa, ad inviarmi un messaggio per chiedermi se ero interessata all'acquisto del pregiatissimo rabarbaro, e secondo voi, cosa avrò risposto?
Nemmeno passati due giorni,  ci siamo ritrovate davanti al suo ortolano di fiducia, a spartirci il nostro ricco bottino e io che non avevo quasi parole per ringraziarla... Grazie ancora Eleonora :)
La confettura di Christine Ferber è stato il primo esperimento, a cui sono seguiti un crumble e una panna cotta alla vaniglia, con topping di fragole, arancia e rabarbaro. Tutte le ricette mi sono piaciute tantissimo, tranne la panna cotta, ma non tanto per il topping, ma per la consistenza della panna cotta, che non mi ha convinta fino in fondo, ma per quello, si fa presto a rimediare.
 
La confettura della Ferber è veramente fantastica, semplice nell'esecuzione e dal risultato sorprendente, e visto che il risultato è stato strepitoso, ho già ordinato il suo libro su Amazon, per sperimentare nuove varianti.
 
 
Provate a chiedere anche voi, al vostro ortolano, a volte i miracoli accadono veramente :)
 
 
 
 
 

Per 5 barattoli da 250 ml

1 kg di rabarbaro al netto dello scarto
800 g di zucchero semolato
il succo di un limone biologico


1 kg di fragole al netto dello scarto
800 g di zucchero semolato
il succo di un limone biologico





Metti a macerare le fragole, insieme allo zucchero ed al succo di limone, dentro ad una ciotola di vetro, e copri con della carta forno.
Riponi in frigo per 12 ore

Trascorse le 12 ore, prendi la ciotola, separa le fragole dal succo che si sarà formato, e mettile da parte. Metti il liquido in una pentola e porta ad ebollizione per 5 minuti. Spegni il fuoco e versa sulle fragole. Lascia raffreddare e riponi in frigo per 24 ore.

Sempre nello stesso giorno, prendi il rabarbaro, lavalo e taglialo a tocchetti, poi mettilo in una ciotola con lo zucchero ed il succo di limone, copri il tutto con la carta forno, e metti a riposare fino al giorno successivo.

 
 
fragole e rabarbaro
 
 
 
Il giorno dopo, togli sia le fragole che il rabarbaro dal liquido che si sarà formato, e mettili da parte separatamente.
Metti le due pentole con i succhi sul fuoco, e portali ad ebollizione per 5 minuti, poi aggiungi di nuovo le fragole ed il rabarbaro, nelle rispettive pentole.
Mescola delicatamente, togli la schiuma che si formerà, cuoci per 5 minuti, o fino a che vedrai formarsi la giusta consistenza.
Christine Ferber, scrive che ti accorgerai che la confettura è pronta, quando il vapore diminuirà, la schiuma in superficie sarà scomparsa, i frutti saranno immersi nello sciroppo e il bollore, sarà più fitto.
A questo punto, unisci le due confetture.
 
confettura rabarbaro e fragole


Versa la confettura dentro i vasi che avrai precedentemente sterilizzato, chiudi con nuovi coperchi e sigilla bene. Capovolgili e lasciali raffreddare, finché non avranno prodotto il sottovuoto.
Per una corretta sterilizzazione dei barattoli io procedo così.
Metto due dita d’acqua nel barattolo,   li inserisco dentro al microonde e imposto la massima potenza, per circa 4 minuti. Poi li estraggo con attenzione, visto che sono caldi, li svuoto e li metto ad asciugare capovolti, sopra un telo pulito.
I tappi, che essendo di metallo, non possono essere inseriti nel micro, li sciacquo bene e visto che si tratta di confettura bollente , capovolgo il barattolo e non li tratto in alcun modo.
 

4 commenti:

  1. Originale e golosissima questa confettura, grazie della ricetta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, per esserti fermata a leggerla :)

      Elimina
  2. ...ma daiiii anche io ne ho fatta una molto simile che posterò quanto prima....è deliziosa, troppo buona!
    Un abbraccio e buon pomeriggio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma siamo sempre in sintonia, io e te :)
      come stai ,Simo, tutto bene?
      Un abbraccio

      Elimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.