giovedì 12 dicembre 2013

Pane svedese allo zafferano

Pane svedese allo zafferano


Si avvicina il Natale con i suoi profumi e le sue dolcezze,e io voglio lasciarvi questa ricetta della tradizione svedese.
E' un pane morbido  profumato di zafferano, che viene consumato in Svezia la mattina di Santa Lucia, il 13 Dicembre. Io l'ho preparato durante uno dei miei show cooking, ed ha riscontrato veramente tantissimo successo. Non è estremamente dolce, e può essere consumato sia così al naturale che spalmato di burro e marmellata. oppure con una buona crema di nocciola.

E' una ricetta che da qualche anno circola sul web, l'ha preparata Csaba e credo che sia anche stata pubblicata in un suo libro... io ho letto che è un pane che non dura molto, ed invece conservandolo ben chiuso dentro ad un sacchetto per alimenti, l'ho potuto gustare a colazione per circa 4/5  mattine, sempre morbido e fragrante.

E allora che la magia del Natale abbia inizio con questa ricetta ...


Pane svedese allo zafferano2





Ingredienti

  • ·         1⁄2 cucchiaino di pistilli di zafferano
  • ·         2 cucchiai di acqua bollente
  • ·         220 ml di latte tiepido
  • ·         15 g di lievito fresco
  • ·         1 uovo medio
  • ·         500 g di farina bianca per pane
  • ·         1 cucchiaino di sale
  • ·         50 g di zucchero semolato
  • ·         100 g di burro
  • ·         Latte per spennellare



Mettete gli stigmi di zafferano, in un bicchiere e aggiungete i cucchiai di acqua bollente. Lasciateli riposare più ore possibili.

In una brocca mettete il latte intiepidito e sbriciolate il lievito, poi aggiungete l’uovo intero e mescolate con una frusta.

Nella ciotola dell’impastatrice, mescolate la farina con il sale e lo zucchero, poi versateci il liquido con il lievito e quello dello zafferano facendo attenzione a non unire anche gli stigmi, poi aggiungete il burro fuso e ormai raffreddato.

Iniziate a mescolare, fino a ottenere un impasto liscio.

Se l’impasto è troppo morbido, aggiungete un cucchiaio alla volta di farina, se invece fosse troppo solido, basta aggiungere un po’ di latte, poco alla volta mi raccomando.

Finito di impastare fate riposare l’impasto dentro la ciotola, coperto con della pellicola per circa un’ora.

Sgonfiate l’impasto sulla spianatoia, e dividetelo in 7 parti uguali formando dei rotoli, lunghi circa 24 cm.

Ungete la teglia con del burro e arrotolate il rotolo su se stesso, formando una rosa. Iniziate a mettere la prima rosa d’impasto al centro della teglia, e sistemate le altre intorno ad essa.



Coprite la teglia e fatela lievitare in un posto tiepido, per circa 30 minuti.

Nel frattempo, accendete il forno e scaldatelo a circa 200°

Riprendete la teglia, e spennellate le rose, con del latte.

Fate cuocere per circa 25 minuti o fino a quando il pane diventa sodo e dorato. Lasciatelo raffreddare su una griglia.

Ottimo da solo, inzuppato nel latte, oppure con un velo di marmellata o crema di nocciole.

Si conserva per circa 3/4giorni, se lo tenete in un sacchetto da alimenti ben chiuso.

6 commenti:

  1. adoro questo pane, lo feci lo scorso anno, e....durò lo spazio di un sorriso!
    Ti è venuto splendidamente...
    Un abbraccio mia cara, tutto ok?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao tesoro, come stai? La tua schiena sta migliorando?
      Io diciamo...che me la cavo, è un periodo abbastanza buono :)
      Ogni tanto ci vuole, vero Simo?
      Un abbraccione

      Elimina
  2. E' un pane delizioso!! L'ho fatto quest'anno ed è finito in poco tempo:)) Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contraccambio l'abbraccio... e grazie mille per la tua visita :)

      Elimina
  3. Ciao Aurelia :)))
    Non conoscevo questo pane, mi piace molto l'idea dello zafferano nell'impasto, ma anche la particolare forma che lo rende molto carino.
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao bella :)
      E' veramente profumato e particolare e mi è piaciuto veramente tanto.
      Un abbraccio grande grande :)

      Elimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.

Mi spiace per chi non ha un blog, o un ID , ma i commenti anonimi non verranno più accettati e pubblicati, a causa di un'invasione di post di spam da parte di siti stranieri, che mi hanno costretta a scegliere questa opzione.
Spero che potrete capirmi