venerdì 13 novembre 2009

La baguette di Luvi

Lo sentite il profumo?

Il profumo del pane per me, è il profumo più buono in assoluto...caldo,avvolgente,rassicurante...
Ogni volta che lo sforno ancora caldo,lo avvolgo con cura in un canovaccio che non sappia di sapone o di ammorbidente,socchiudo gli occhi...lo avvicino al mio viso, e respiro il suo profumo caldo.
In quell'attimo mi sento in pace con me stessa e con il mondo...

Questa baguette è eccellente...croccante,fragrante...una favola!
Non richiede particolare attenzione o accorgimenti,semplice da fare e veloce...cosa volere di più?

La ricetta originale è di Luvi date un'occhiata qua, alla ricetta originale
...le sue ricette di pane sono tutte ottime,oramai per me è una garanzia quando cerco qualche ricetta .

Posto la ricetta originale, voi andate anche a leggere il post di Luvi...ci sono tante varianti...



Baguette della Luvi




BIGA 18 ore
250 gr farina forte
110 gr acqua
2,5 gr lievito

IMPASTO
BIGA
750 gr farina media
250 gr semola
30 gr lievito
400 gr acqua
200 gr latte
(i liquidi possono variare: 2/3 acqua + 1/3 latte...fino a essere completamente acqua o latte)
25 gr sale

impastata con impastatrice
forno ventilato con vapore
teglie singole infornate in posizione "prima dal basso"
posizione teglia acqua ultima in alto
Spruzzare vapore con spruzzino prima di infornare
220°C
20 min poi girare teglia e lasciare altri 5 min senza acqua

Primo impasto ( tutto) lascio riposare 30 min.
Dopo la prima mezz'ora divido in 6 o 9 pezzetti.
tempi lievitazione dopo impasto: 30min + 30 min+ 1 h

Per ogni pezzetto: schiaccio e stendo leggermente e ripiego la parte centrale poi arrotolo a “budellino” piccolissimo e lungo come il lato lungo della teglia e con estremità appuntite.

Spolvero con semola i fogli sulle teglie prima di mettere le baguettes, poi spolvero anche queste aiutandomi con un colino, copro con telo di nylon.
Le dispongo in modo che il sotto (chiusura) risulti all’aria, dopo 30 min capovolgo i filoncini e copro di nuovo lasciando lievitare un'altra ora.
Poco prima di infornare faccio tre tagli obliqui con lametta e spruzzo con vapore con spruzzino (per piante): a piacere possono essere spolverati anche con semi di papavero.

Stampa la ricetta

11 commenti:

  1. siiiiiiii lo sento il profumo!!! bravisssssssima! un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. :D.. la fortuna di avere avuto un grande maestro, Piero Capecchi, fornaio di Pistoia.. la ricetta è sua!

    RispondiElimina
  3. che dire migliori e bellissime delle originali baguette francesi!!!complimenti e cari saluti

    RispondiElimina
  4. @Federica
    Che naso fine che hai :)
    Un bacio
    @Betty
    Grazieeee
    @Luvi
    Quando a volte passo da Capostrada e vedo il negozio...il mio pensiero è sempre per te e per il Maestro Capecchi!
    Grazie a tutti e due :)
    @Scarlett
    Hai proprio ragione,sono anche meglio di quelle originali
    Un caro saluto anche a te

    RispondiElimina
  5. hai ragione basta guardare queste baguette per sentirne il profumo e tutta al bonta del pane fatto in casa!!compliemni ti è venuto una favola davvero!!baci imma

    RispondiElimina
  6. Ma è bellissimooo!!!! Preciso all'originale!!! con un pò di burro e marmellata sai che roba spaziale che viene fuori!!!
    Bravissima cara Aurelia!!!
    bacioniiii e buonissima domenica!
    Ago :-D

    RispondiElimina
  7. Bello Aurelia il nuovo vestitino del tuo blog, mi piace molto, bellissime anche le foto e questo pane strepitoso. Proverò sicuramente questa ricetta, ad ogni nuova ricetta di pane non so resistere!!

    Un bacio,a presto

    RispondiElimina
  8. Ahhh il profumo del pane...dopo quello della mamma e ora della mia bambina è uno dei pochi ai quali non so resistere! Bravissima ;)

    RispondiElimina
  9. Me encanta el pan hecho en casa.
    Saludos

    RispondiElimina
  10. Aureliaaaa dove sei finitaaaa??? :-D

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.