venerdì 18 novembre 2016

Bradley, sorridimi e io mi tiro su! Tiramisù al Rum e savoiardi al cacao e peperoncino, per l'MTC#61



Legare un Tiramisù, ad un'icona o ad un film sexy, questa è stata la richiesta di Susy May, vincitrice della sfida #60 dell'Mtchallenge!
Si  perché se non fosse già complicato di suo trovare una ricetta adatta al gioco, adesso ci viene chiesto anche di trovare un filo conduttore; così, quei due neuroni ancora freschi che mi son rimasti, si devono mettere ogni volta all'opera.
Le  4.30 dopo il primo  pip-stop della giornata,  è il momento più adatto per questo scopo.  Sdraiata nel letto, con gli occhi rivolti al soffitto, penso alla ricetta per la sfida e così il poco sonno rimasto, svanisce del tutto!

Le difficoltà non sono solo queste. Gira e rigira, abbiamo tutte quante le stesse idee e intuizioni... così che anche questa volta, mi sono vista sfilare sotto il naso  Johnny Deep e Chocolat, ed ho visto un'impressionante quantità di savoiardi al cacao utilizzati  nelle ricette delle altre blogger, tanto da farmi venire la voglia di prendere il sac a poche e ingoiarmi tutto l'impasto crudo, per affogare la mia delusione.

Ma ho resistito ed ho pensato seriamente a chi ultimamente riesce a smuovermi l'ormone e la mia scelta è ricaduta su Bradley Cooper, ai suoi occhi, al suo sorriso ( e non solo quello) e all'ultimo film che ho visto, con lui come protagonista.


origine della foto qua 






Nel 2015 è uscito nelle sale cinematografiche Il Sapore del Successo, dove Bradley è Adam Jones, uno chef che dopo aver conquistato a Parigi due stelle Michelin, per dei colpi di testa e delle scelte sbagliate butta tutto alle ortiche e deve rimettersi in gioco, per poter riaprire un nuovo ristorante e poter acquisire la tanto agognata terza stella. Nel film c'è tanta passione, sia per quella che usa ai fornelli sia  per la sua sous chef Helen, interpretata da Sienna Miller, ma è sopratutto la voglia di rimettersi in gioco per conquistare quello che aveva perduto, che risalta agli occhi.

Sarà che l'uomo ai fornelli ha il suo perché, sarà che Bradley è un figo da paura con quegli occhi così chiari e quel sorriso da sturbo, sarà che quando dice nel film " ...cucinare esprime chi siamo, dovremmo creare orgasmi culinari..." ecco  che mi arriva quel fremito e quel lampo di genio, che mi ha aiutata a trovare la ricetta adatta alla sfida!
Veramente l'input me lo ha dato anche un trailer che ho trovato in rete, digitando la chiave di ricerca " Bradley Cooper, scene sexy...". Non vi dico qual'è per non passare da depravata, però diciamo che il mio ormone in quel minuto e mezzo, ha avuto un bel picco e faceva pure la ola!!







Il mio  tiramisù al Rum  è un po' come Bradley: delicato, sensuale, con quella nota piccante che ti arriva  solo se lo scopri fino in fondo, come quando affondando il cucchiaino nella crema soffice, incontri i savoiardi al cacao e peperoncino, che ti danno quel brivido e quel calore che non ti aspetti.


P.S: mi auguro che  non siano le prime caldane...



Per la crema di mascarpone

  • 500 g di mascarpone di ottima qualità oppure di vostra produzione
  •      zucchero 
  •     2 tuorli
  •     2 albumi
  •      2 cucchiai di Rum


Per il mascarpone Homemade
  • 500 g di panna fresca al 35% di grassi
  • un cucchiaio di succo di limone oppure la punta di un cucchiaino di acido citrico


Per i savoiardi al cacao e peperoncino
per circa 30 biscotti

  • 90 g farina 00
  • 20 g di cacao amaro
  • 50 g fecola di patate
  • 125 g di zucchero
  • 100 g di albume
  • 80 g di tuorlo
  • 25 g miele d'acacia
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia o i semi di mezza bacca
  • peperoncino in polvere q.b
  • zucchero a velo q.b


Per la bagna al rum
  • 150 g di acqua
  • 110 g di zucchero
  • 50 g di rum


Preparazione del mascarpone

Con questa dose, otterrete circa 350 g di mascarpone.

  • Mettete la panna dentro ad una ciotola di vetro o di acciaio e mettetela dentro ad una pentola in cui avrete versato due o tre dita di acqua. La boule non deve toccare il fondo e procedete alla cottura a bagnomaria portando la panna ad una temperatura di 85°C, poi unite il succo di limone o l'acido citrico e iniziate a mescolare.
  • La panna inizierà a coagularsi, quindi continuate la cottura per 5 minuti.
  • Togliete la ciotola dal fuoco, lasciate raffreddare, poi ricopritela con della pellicola  e riponete il tutto in frigo per circa 12 ore.
  • Versate il composto dentro ad un colino che avrete rivestito con della garza oppure un telo di cotone che non profumi di detersivo, chiudetelo legandolo stretto e poi  appendetelo sopra ad una pentola ( potete aiutarvi con un mestolo di legno) e lasciatelo in frigo per altre 24 ore.
  • Una volta pronto, mettete il mascarpone dentro ad un barattolo sterilizzato e conservatelo in frigo per un massimo di tre giorni.



Savoiardi al cacao e peperoncino

  • Preriscaldate il forno a 180°C  in modalità statico.
  • Separate gli albumi dai tuorli  e montate gli albumi con le fruste elettriche oppure  nella planetaria, a neve ferma aggiungendo lo zucchero in due o tre volte, aumentando pian piano la velocità. Vi occorreranno dai 10 ai 15 minuti.
  • Sbattete i tuorli con il miele e uniteli agli albumi montati, utilizzando una spatola e mescolando delicatamente dal basso verso l'alto e ruotando di volta in volta la ciotola.
  • Unite la farina, il cacao, la fecola, la polvere di peperoncino nella quantità che desiderate, i semi della vaniglia, e mescolate come avete fatto prima con movimenti rapidi ma delicati.
  • Riempite un sac a poche con una bocchetta liscia di 10-14 mm, e formate dei bastoncini di circa 8 cm, su di una teglia rivestita di carta forno.
  • Cospargete di zucchero a velo, aspettate che si sia assorbito e poi spolverate ancora una volta, attendendo ancora l'assorbimento.
  • Infornate per i primi 3 minuti con lo sportello chiuso, poi inserite un cucchiaio di legno e lasciate cuocere per altri 4-5 minuti, favorendo così la fuoriuscita del vapore.
  • Sfornate e attendete che siano ben freddi, prima di staccarli dalla teglia.

Bagna al rum

  • Fate scaldare l'acqua a circa 50-60°C, poi unite lo zucchero e lasciate sciogliere.
  • Togliete dal fuoco, fate raffreddare  e unite il Rum.
  • Se lo lasciate riposare qualche ora, il preparato sarà molto più aromatico.



Per la crema di mascarpone aromatizzata al Rum

Premessa
Per il Tiramisù, ormai da tanto tempo, utilizzo una sorta di pastorizzazione delle uova  per evitare di incorrere in spiacevoli  conseguenze per la salute di chi si appresta a consumare i miei dolci che prevedono l'utilizzo delle uova crude. Sono piccoli accorgimenti che non richiedono dispendio di energie, ma che ci danno una certa tranquillità, scongiurando il problema della salmonella e non mi sembra poco! 


  • Mettete i tuorli dentro ad una ciotola ed aggiungete pari peso di zucchero, poi poggiate il tutto su di un pentolino in cui avrete messo due dita d'acqua, accendete il fuoco e iniziate a montare  i tuorli con le fruste elettriche.
  • Controllate la temperatura con un termometro e quando la massa raggiungerà i 70°C, toglietela da sopra l'imboccatura della pentola e fatela raffreddare immergendola in una ciotola che contenga acqua fredda, mescolando con una spatola. Una volta fredda, riponetela in frigo.
  • Fate la stessa operazione con gli albumi, e metteteli da parte.
  • Mescolate  il mascarpone e unite i tuorli pastorizzati, poi unite anche gli albumi e i 2 cucchiai di Rum

Montaggio del Tiramisù

Bagnate un savoiardo o due  nella bagna al Rum e inseritelo sul fondo del bicchiere, coprite con qualche cucchiaio di crema, poi un altro strato di savoiardi imbevuti e di nuovo la crema, fino al raggiungimento del bordo.
Mettete in frigo e al momento del servizio, cospargete di ottimo cacao amaro.



Con questo Tiramisù,  partecipo alla sfida n° 61 dell'Mtchallenge.










34 commenti:

  1. Questo è bono bono, brava Aurelia! Questa sfida mi è piaciuta perché l'idea è vincente, il tiramisù è davvero un dolce sexy! E beata te che sei solo all'inizio delle caldane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cecilia, io spero sempre che siano gli ormoni impazziti, ma prima o poi arriveranno anche quelle :)
      Belloccio ehhh

      Elimina
    2. ragazze, se mai dovessi scrivere un'autobiografia, la intitolerei "menopausa all'Equatore". hashtag #parliamone.
      E comunque, Aurelia, anche tu con Bradley Cooper.... per giunta in una foto in cui somiglia a Patrick Dempsey... non ti dico come mi sventolo :)

      Elimina
    3. Signora mia un mi faccia dir nulla!!! Mi par di vederti, sventolarti con un libro dell'mtchallenge in mano!!! ;)

      Elimina
  2. Bello il film, fantastico l'attore e goloso il tuo tiramisù cosa posso aggiungere?
    Peccato non averne una porzione da gustare adesso
    Brava ciao Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, dai...parliamo del tuo invece! Una cosa da rimanerci secchi...oddio con il Tiramisù la vedo dura :)

      Elimina
  3. C'è poco da fare Bradley è solo per vere intenditrici.... e modestamente stessa scelta, altro film altra motivazione.... eh..ma siamo intenditrici c'è poco da aggiungere.... ehm...aggiungerei solo che se avessi qua il tuo Tiramisù una porzione sarebbe troppo poca!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flavia, buongustaia!!!
      Guarda, in quei bicchieri la porzione è anche esagerata, tanto che quelli avanzati ai ragazzi, mi è toccato sacrificarmi, e finirli :)
      cosa non si farebbe, per la famiglia!! ahahah

      Elimina
  4. Lui è proprio un gran gnocco... e il tuo tiramisù molto invitante!
    Splendida accoppiata!

    RispondiElimina
  5. Che bell'uomo!!!!! Invitante come il tuo tiramisù!!!!

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. É dura essere originale in queste sfide...ci si vedono soffiare le migliori idee

      Elimina
  7. hahhahaha le prime caldane?? ma va là!! bell'interpretazione cara, molto bella e golosa!!
    ps: e la perfezione di quei savoiardi? invidia nera!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina, so per certo che arriveranno...non so di preciso quando, ma stanno per arrivare :)

      Elimina
  8. Visto in qualche film, ma niente.. non fa per me esteticamente, non mi fa sangue :D
    Il tuo tiramisù, invece.. lasciateci da soli un quarto d'ora, sarà una sveltina ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulietta, ma che sveltina...deve essere un'amplesso lungo e duraturo. Mica puoi far fuori, tutto in pochi minuti...ahhh, questi giovani!! ahahah

      Elimina
  9. Mi hai fatto morire!! :-D Sappi però che quello che tu hai provato vedendo Bradley io lo sto provando a vedere il tuo mascarpone, che mi continuo a mangiare le mani per non averlo fatto in casa anche io perché si vede anche a occhio che è un'altra cosa e che e bonoooo!!! :-D
    Poi, che dire, savoiardi perfetti, composizione dei bicchieri impeccabile, peperoncino sopra e risvegliare l'attenzione (e i sensi)...tutto bellissimo! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caldane anche le tue? ahahahah
      E tu, sei di una gentilezza unica!
      Grazie

      Elimina
  10. Ma lo sai che ho visto questo film proprio 2 sere fa? Quel tocco di Bradley mi piace in ogni veste, cuoco, scrittore, sbandato, drogato...come viene viene lui si piglia punto e basta.
    Se peró ad accompagnare il baldo giovine ci fosse anche questo tuo tiramisu, con quei savoiardi al peperoncino, allora sarebbe meglio.
    Mamma mia come sono quesi savoiardi, mi sono entrati in testa e non se ne vogliono andare....
    Davvero un tiramisù pazzesco, non sai cosa darei per assaggiarlo, per affondare il cucchiaino in questa meraviglia dedicata a Bradley Cooper....favolosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te May, ogni ruolo che veste è perfetto!
      Grazie mille per aver lanciato questa sfida, le mie papille gustative, fanno la ola e ti ringraziano ( sopratutto mio marito che per una volta ha mangiato un tiramisù, che non sa di caffellatte ...si, lo odia!! )

      Elimina
  11. Amore mio, è che siamo separate alla nascita e da qualche giorno di vita, perché hai ragione, ci sono tante cose che ci legano ed inevitabilmente le rimettiamo qui, dentro queste ricette, giocando o parlando seriamente.
    Però a dirla tutta il tuo tiramisù mi piace parecchio ma parecchio più del mio, perché è molto meno eretico e decisamente più libidinoso e saprei bene come consumarlo, che in certe occasioni la coppa non serve!
    Ti voglio bene e grazie per il Bradley!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco che viene fuori, la Patrizia che adoro...quella godereccia, nascosta in quel corpo da brava ragazza!!
      Si, siamo uguali e ne sono orgogliosa!
      Un abbraccio socia

      Elimina
  12. Io voto per le non eresie, visto che il Tiramisu ha un che di sacro, da un lato, e che mi piace il gioco duro, dall'altro. E decidere di lavorare sui dettagli, senza snaturare questo dolce, e' scelta per pochi e bravi. Vado avanti o ci siamo capite? Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Snaturare un dolce come questo, sarebbe da ergastolo ed aver trovato il giusto equilibrio ed il modo di farlo assaggiare anche a mio marito, che odia tutto quello che somiglia al caffellatte, é stata sicuramente una partita vinta. Grazie Ale

      Elimina
  13. No, vabbè, ti piace vincere facile, vero? Con un Bradley da imboccare con un simile tiramisù, non ce n'è per nessuno!

    RispondiElimina
  14. Non sono riuscita a vedere il film, ma il trailer l'avevo visto spesso e anche a me, gli ormoni hanno fatto le capriole ogni volta. Ho adorato la tua interpretazione "classica" ma con una serie di colpi da maestro! Hai atto un piccolo capolavoro, sexy come lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho detto a Alessandra, snaturare troppo un dolce come questo è da arresto, però se ci si ispira a Bradley, ha il viso da angelo ma sotto sotto è un vulcano :)
      Grazie mille per l'impegno e la tenacia...noi sappiamo il perché!! ahahah

      Elimina
  15. Maremma che goduria di tiramisù e che foto,una meglio dell'altra!!!

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.