venerdì 13 settembre 2013

Involtini di lonza e prugne, al profumo di mirto.

involtini di lonza e prugne2

Il punto debole di Achille, era il suo tallone ... Il punto debole della sottoscritta, è la carne di maiale, non tutta a dire la verità, ma solo la bistecca che è diventata il  cruccio mio, e della mia famiglia, tutte le volte, che  non riesco a portare in tavola, la suddetta bistecchina, morbida e succulenta!
Figuratevi, che quando sono stata ad Alma, alla Scuola Internazionale di Cucina, un giorno ho telefonato a mio marito, volevo raccontargli una cosa che avevo imparato quella mattina, e la discussione, è andata all'incirca così ...

"Pronto, amore? Ciao come stai? ..."
e lui chiaramente ha risposto le solite cose... "tutto bene, tranquilla...tutto a posto ..."
ed io ...
"Sapessi cosa ho imparato oggi?!?!"
e lui ...
" A fare finalmente delle bistecche di maiale, morbide!!!"

hahahahahaha ... ecco, capite bene, il nostro dramma, siamo a questi livelli!! La bistecca di maiale, non ci va, ne su, ne giù..in tutti i sensi!! :)

Anzi, colgo l'occasione ...

Se sapete come fare delle bistecchine di maiale, tenere e morbide, e me lo scrivete, svelandomi i vostri trucchi ...ve ne sarò grata, anzi anche tutta la famiglia Profumi in Cucina, vi farà un monumento!! :)

Ma veniamo a questa ricetta ...
Premetto che essendo lonza, qua me la cavo bene, come me la cavo bene, con quasi tutto il resto del maiale... tempo fa, avevo visto una ricetta su un giornale di cucina, in cui in un articolo, si parlava di carne  in abbinamento con la frutta ...Foto e ricette fantastiche!
Ho annotato la ricetta, ed ho perso il giornale ... perso,perso è una parola grossa! Sarà sicuramente infilato, in mezzo alle altre riviste, ma tant'è, che ora non so chi sia la fonte originaria. Riuscirete a vivere lo stesso? Non vorrei causarvi paturnie e notti insonni ...sapete, a volte potrebbe anche capitare...
Comunque, prometto, che appena la rivista salterà fuori, verrò qua, ed aggiornerò il post :)


Involtini di lonza e prugne, al profumo di mirto.

Per 4 persone

  • 600 g di lonza di maiale
  • 500 g di prugne
  • 60 g di pancetta a fette
  • mirto fresco
  • vino bianco
  • 40 g di burro
  • sale,
  • pepe  




involtini di lonza e prugne



 Appiattite leggermente le fettine di carne, salatele e pepatele, e farcitele con uno spicchio di prugna. Arrotolate la fettina, e avvolgetela con la fetta di pancetta. Legate l'involtino con un pezzetto di spago ed inserite un rametto di mirto.
In una teglia, che possa andare in forno, fate sciogliere il burro, ed inserite gli involtini, che avrete finito di preparare. Aggiungete gli spicchi  delle prugne, che vi sono avanzati, salate e pepate leggermente, e inserite nel forno caldo a 200°.
Sfumate con del vino, quando la carne inizierà a prendere colore, e lasciate cuocere per circa 20/25 minuti, bagnando la carne con il suo sugo, durante la cottura.



24 commenti:

  1. Per la bistecca di maiale dipende da alcune cose: se ha l'osso o no, se ha lateralmente molto grasso; se la cucini in una padella antiaderente o su una piastra, o in forno. Se vuoi usare altri ingredienti (latte, pangrattato, ecc.).
    Con piastra, o padella, la cosa migliore è scaldarla molto, mettere la bistecca e far fare la crosticina (per chiudere i pori e mantenere i succhi) su entrambi i lati (pochi secondi), poi finire la cottura a fuoco/medio basso con un trito di odori e/o semi di finocchio. Salando a fine cottura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, ha l'osso ed è anche grassina... serve, anzi dovrebbe servire a mantenerla morbida :)
      Cottura padella antiaderente ...
      Ora seguo i tuoi consigli, poi se non mi viene bene, ti vengo a cercare a Pistoia :)
      Niente sfumata di vino?

      Ancora grazie Armando ...
      Aurelia

      Elimina
    2. Ecco, non avevo letto. D'accordo anche io: e niente sfumata di vino. La velocità di cottura resta fondamentale e la sfumata di vino allunga il tempo, rinsecchendo la carne...

      Elimina
  2. Altro che tallone d'Achille! Questo mi sembra morbido, succulento e delizioso! Io, la lonza con le prugne, la faccio in un'altra maniera e mi piace tantissimo. Non vedo l'ora di provare la tua versione!
    Ciao
    Isabel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati Isabel... non hai visto le mie bistecchine, con l'ooso!! hahahah
      Quando hai tempo, inviami anche la tua versione, che la provo volentieri :)
      Un abbraccio e buon fine settimana :)

      Elimina
    2. E' tutta combinazione di spessore, qualità della carne e altezza della bistecchina. Se usi filone, tagliato sottile, deve essere cotto velocemente, il più velocemente possibile, altrimenti la suola di scarpa è assicurata. :) Per gli arrosti, invece, fondamentale la temperatura a cuore a fine cottura, da quando la misuro non sbaglio più. .) Se vuoi provare a fare le scaloppine all'aceto balsamico, sul blog ho un post che magari ti è utile. Fare fischio se serve. E ora vado ad aggiungerti al gruppo di quelli che le scaloppine non le sanno fare. :P

      Elimina
    3. Credo che si stia generando una sorta di errore, nella parola bistecca ... qua in Toscana, si intende la fetta di carne con l'osso ...quella alta 2 o 3 cm, che di solito si ottiene dall'arista ... il filetto, le bracile, la lonza..etc etc, non mi creano problemi, ma le bistecche si :)
      Il gruppo si deve chiamare ... quelle delle bistrecche di maiale, duer coem solette, altrimenti, non mi aggrego! ;)
      grazie per le dritte

      Elimina
    4. la braciola, allora. E chiamala come si deve se no non capisco. :P

      Elimina
  3. No, la farei senza vino. Ma se vuoi mangiare il maiale, o le fettine di pollo o tacchino, morbide bagna la carne nell'olio, poi lo passi nel pangrattato con erbe aromatiche e lo cuoci a fuoco medio nella padella antiaderente (finendo la cottura con il coperchio) o in forno. Meglio se la carne copre tutta la superficie.

    RispondiElimina
  4. Complimenti carissima, questo si che è un secondo piatto da re!!! Perfetto e profumato, immagino il buon sapore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Cuoca Pasticciona, è un piatto che mi è veramente piaciuto, e le prugne, creano un magnifico contrasto, tra il dolce e una leggera nota acida, che si sposa magnificamente con la carne :)

      Elimina
  5. ciao che belle fotoooo vorrei essere brava come te con la macchina fotografica.
    anche la ricetta è appetitosa
    se ti va di seguirmi http://saleecoccole.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica , le belle foto, sono la conseguenza di 5 anni di blog, e di tanta passione ;)
      se controlli i primi post,vedrai che non ero brava come adesso :)
      quindi si può migliorare, e io ne sono la prova vivente ...
      benvenuta, e a presto
      Aurelia

      Elimina
  6. Ahahahh! Sei fantastica! Lo stesso mio dramma.. il maiale proprio non riesco a mangiarlo, in nessun modo.. però, però, devo dire che forse hai trovato il modo giusto per invogliarmi a farlo! Il tuo piatto è stupendo, amica mia!! TVB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely, io sinceramente lo mangio, e diciamo che si nota, anche guardandomi :)
      ma le bistecchine ...uhhh, che dramma :)
      un abbraccio carissima

      Elimina
  7. Beh, anche io cuocio il tutto su padelle molto calde o sulla bistecchiera rovente, pochi minuti in totale perché in genere in casa mia amano quelle sottili di arista che sono ancora più a rischio soletta!.
    Un attimo prima di servire, aggiungo una macinata di sale e pepe e mai quando cuoce. Gli aromi a crudo.
    Io adoro il maiale con la frutta. Uva, prugne o mele per me pari sono!
    Ti bacio bella ciaciona mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, allora ho sempre sbaglaito tutto :)
      Meno male, che ho te ... che mi illumini, r mi indirizzi, per la giusta via:)grazie per i preziosi consigli culinari
      bacione fratella :)

      Elimina
  8. Ciao Aurelia, per quanto riguarda la bistecca di maiale, sono nelle tue stesse condizioni e accetto anch'io validi suggerimenti: per la tua lonza invece, credo che copierà presto la tua ricetta, un abbraccio

    RispondiElimina
  9. che foto stupende !!! e che ricetta goduriosa e di gran gusto!!! complimenti!!

    RispondiElimina
  10. Vabbè ognuno ha il suo cruccio, se vuoi ti presto la mia famiglia per un pò, a loro il maiale piace così tanto che se lo mangiano anche quando è duro come una soletta! Bellissima la ricetta, il maiale con gli strani abbinamenti della frutta, mi piace da matti! A presto Aurelia!
    Maddy di Cucina Scacciapensieri

    RispondiElimina
  11. Ciao Aurelia,
    ho appena lanciato un nuovo portale (http://www.miglioriricette.it/) che vuole raccogliere e mettere in gara tra di loro le tante ricette pubblicate dagli appassionati di cucina su Internet.
    Vorrei inserire questa e altre tue ricette sul mio portale.
    Posso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Danilo, mi dispiace, ma le mie ricette rimangono qua ... non amo, ne gli aggragatori, ne i siti che raccolgano le varie ricette, e nemmeno le gare...
      Spero che mi comprenderai
      Aurelia

      Elimina
    2. Non c'è problema.
      Arrivederci e complimenti per il blog.

      Elimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.