lunedì 15 aprile 2013

Pane a fisarmonica al pesto di pomodorini e capperi




Faccio outing, sono una donna compulsiva!
Si lo ammetto, spesso mi lascio trasportare dall'istinto, non ragiono molto sulle cose, e se una cosa mi passa per la mente, che sia un cambiamento in casa, una ricetta, o anche uno sfogo con qualcuno che mi sta davanti, apro la bocca, la mente, metto in moto le mani, ma la devo fare subito!

A volte mi chiedo dove voglio arrivare, mi pongo degli obbiettivi, e una volta che sono quasi arrivata alla conquista del mio agognato desiderio, già mi vengono in mente, altre mille idee e cose da fare.

Mi succede con tutto, e con tutto, intendo anche le ricette.
Molto tempo fa, avevo visto in rete questo pane, mi aveva affascinato la sua forma, e la possibilità, di poterlo personalizzare con mille varianti, cambiando ogni volta gli ingredienti per farcirlo, un pane dalle mille versioni, carino da mettere in tavola, con quel suo modo unico di essere servito, visto che le fette, sono praticamente già porzionate.
Un pane morbido, che tale rimane fino al giorno dopo, saporito a seconda degli ingredienti che vorrete aggiungervi, e che sicuramente vi darà grandi soddisfazioni.
Io l'ho farcito con del pesto di pomodori secchi e capperi, e poi con una bella spolverata di origano siciliano, il risultato è stato fantastico!

E per tornare al discorso che facevo all'inizio del post, ho già la mente in fermento, che pensa alla prossima versione ... mi vengono in mente cipolle bianche stufate, e formaggio pecorino grattugiato, magari un buon marzolino, e magari...

per questo pane, vi servirà uno stampo da pan carré di circa 
11x25 cm
  •  500 g di farina 0
  • 250/300 g di latte tiepido
  • 1 cucchiaino di zucchero o di malto d'orzo
  • 12g di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di sale
  • 30 g di  olio extra vergine di oliva
  •  
Per la farcitura

  • 3 cucchiai di Pesto di pomodorini e capperi La Nicchia
  • origano 

Sciogliete il lievito in un goccio di  latte tiepido, mettete la farina nella planetaria, aggiungete il lievito ormai sciolto, il resto del latte, il cucchiaino di malto o di zucchero, e iniziate ad impastare. Dopo un minuto circa, aggiungete anche  l'olio, fatelo assorbire, e per ultimo aggiungete il sale.
Impastate finché non avrete un impasto liscio e morbido, e mettete l'impasto a riposare in una ciotola oleata, per circa 1 ora e mezza, o almeno finché l'impasto non sarà raddoppiato.

Prendete l'impasto, e mettetelo su di un ripiano infarinato, e spianatelo in un quadrato di circa 40 cm per lato.

Spennellate la superficie con dell'olio extra vergine, e a questo punto ricoprite la superficie dell'impasto, con quello che più vi piace ... io ho cosparso il tutto con del pesto di pomodori secchi e capperi e una bella spolverata di origano, poi tagliate nel senso della lunghezza in 6 strisce, impilatele una sopra l'altra, e tagliatele in 6 quadrati.

Prendete lo stampo e ricopritelo con della carta forno bagnata e strizzata, e iniziate ad inserire i quadrati di pane, se per caso vi avanza dello spazio, fate una pallottola con della carta forno, e mettetela  riempire lo spazio vuoto, ricordandovi di toglierla, quando il pane, inizierà a lievitare per bene, e vorrà occupare tutto lo spazio disponibile.
Coprite con un canovaccio, e fate lievitare per un'ora circa.

Fate scaldare il forno a 180°, e cuocete il pane per circa 30 o 40 minuti, poi sfornatelo, e fatelo raffreddare, prima di servirlo.

Un grazie alle mie fonti di ispirazione, che sono state

Cindy Star, con il suo pane aromatico ...
Antonella Facchini, e il suo pane a fisarmonica
Natalia Cattellani e il suo pane a fisarmonica farcito

7 commenti:

  1. Questo lo provo di sicuro! È proprio bello! Bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  2. Al momento l'ho "appuntato" ma conto di farlo presto (ma prima, assolutamente, i tuoi budini di riso!!!), mi incuriosisce tantissimo la forma finale...poi pomodori secchi, olio, capperi e origano...potrei stare ore ad ascoltare - e mangiare - ricette con questi ingredienti divini!...ma anche la cipolla bianca stufata e gli altri che ti sono venuti in mente da provare...non aggiungo altro! Grazie! Daniela

    RispondiElimina
  3. oh mamma cosa vedo...me lo mangerei tutto, anche da sola!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. lo vorrei proprio provare con il lievito madre...speriamo esca bene

    RispondiElimina
  5. Aurelia che meraviglia!
    a parte la forma che mi fa impazzire, ma hai usato anche tutte le spezie che adoro!!!
    me ne mandi un po'? :D
    baci

    RispondiElimina
  6. che buono!!!siamo anche vicine, io sono di Pistoia nn ricordo se ti avevo già chiesto di passare da me!!!
    Azzurra

    lacucinadiazzurra.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. Complimenti ti è venuto davvero bene!!!

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.