giovedì 13 maggio 2010

E stasera...pizza!!!

Sempre più spesso i miei ragazzi mi chiedono la pizza per cena, e con gli impasti che facevo, dovevo mettermi in arme almeno il pomeriggio prima, programmando con largo anticipo la cena paradisiaca a base di questa prelibatezza...

Ho provato a elaborare un impasto veloce, ma che avesse come caratteristiche la leggerezza, la croccantezza ed il sapore, della pizza a lunga lievitazione, che eravamo abituati a mangiare.

Un ritocco di qua, un'aggiunta di la, ed è venuto fuori questo impasto che, secondo il mio modesto parere...è perfetto!!!



Pizza Aurelia


Nonostante al suo interno, ci sia il lievito di birra in una quantità abbastanza considerevole, il sapore non ne risente minimamente, e impastando verso le 17.30, alle 20.00 o 20.30...a secondo di quando arriva il mio capo...sforno già le prime pizze, per la gioia di tutta la famiglia.

Ma veniamo alla mia ricetta...



Impasto Pizza

Per 6 palline di pasta da 200 g circa


750 g di farina per pizza ( io uso la Caputo Rossa oppure la Farchioni 00 per pizza)
80 g di farina di semola
390 g di acqua tiepida
15 g di lievito di birra ( in inverno sono arrivata ad usarne anche 25 g )
3 cucchiai d'olio E.V.O
3 cucchiaini di sale

Sciolgo il lievito nell'acqua tiepida, poi aggiungo la farina e la semola, e inizio a mescolare bene.
Premetto che io uso l'impastatrice, ma è un impasto facilissimo anche da fare a mano, e non è per niente faticoso.
Mescolo l'impasto con il gancio a foglia per pochi secondi,aggiungo altra acqua tiepida,pochissima alla volta mi raccomando, cercando di ottenere un impasto morbido , poi un cucchiaio alla volta unisco l'olio E.V.O, aspetto che il tutto sia assorbito bene, e continuo ad impastare.
A questo punto aggiungo anche il sale, metto il gancio a spirale e lascio andare il mio impasto a velocità media, finché non è bello liscio e ben amalgamato.
Un impasto perfetto, dovrà avere la consistenza e la morbidezza del lobo del nostro orecchio...

E' la volta di coprire l'impasto con della pellicola , e di mettere la nostra ciotola in un luogo della nostra casa, che sia tiepido e al riparo dalle correnti d'aria...io di solito uso il forno a micro onde, ovviamente spento, lasciando la lucina accesa, per creare un bel calduccio.

Dopo circa 45 minuti, l'impasto sarà quasi raddoppiato, è il momento di prenderlo e dividerlo in 6 pezzi di 200 g circa...210/220g sono le pezzature che ottengo, e formo le mie palline.
Le foto che ho messo sotto, vi aiuteranno a capire come formare una boccia di pizza, quasi in maniera perfetta :))


Impasto pizza


Prendo una teglia, la copro con un foglio di carta forno, spolvero con la farina e metto le mie palline di pizza, ben distanziate, rispolvero con altra farina,copro il tutto con della pellicola e metto a lievitare per circa un'ora in un luogo tiepido.



Le palle a questo punto saranno ben lievitate, il fornetto per la pizza, sarà ben caldo, non ci resta che preparare le nostre pizze...

Anche se lo saprete tutte di sicuro, mi sento di suggerirvi dei piccoli trucchi, per far si di poter gustare una pizza, degna di tale nome...

Prima di preparare l'impasto io di solito...


Cuocio la passata di pomodoro Mutti, con un goccio d'olio E.V.O, ed un pizzico di sale, per circa 10 minuti, e poi la tolgo dal fuoco.

Taglio la mozzarella o il fior di latte a fette, metto il tutto in un colino e lascio gocciolare bene, anche per un paio d'ore...

Mi raccomando, non spianate la pasta con il matterello, ma allargatela dolcemente usando solo le mani, e cercate di lasciare la circonferenza ben gonfiotta...vedrete che li, si formerà una bellissima cornice.

E' il momento di ricoprire con qualche cucchiaio di passata di pomodoro la base, inforno per un minuto circa,poi aggiungo i vari ingredienti che sono stati scelti per farcire la pizza, richiudo il fornetto,ancora un minuto ed è la volta di aggiungere la mozzarella, lasciando che fonda alla perfezione.


Pizza Aurelia

Ci piace gustarle così...

Margherita (passata di pomodoro,mozzarella,origano di Pantelleria,basilico fresco)

Salamino Piccante (passata di pomodoro, mozzarella, salamino piccante Napoli)

Napoli (Passata di pomodoro,mozzarella,capperi di Pantelleria, acciughe sott'olio)

Marinara (passata di pomodoro,aglio e prezzemolo tritati fini)

Tonno e zucchine (mozzarella,zucchine trifolate con olio, prezzemolo ed aglio, e tonno sgocciolato)

Melanzana e prosciutto crudo (melanzana a fette grigliata, provola dolce a fette come base fusa,aglio prezzemolo,rucola e prosciutto crudo

Pizza fantastica ( spinaci lessati , strizzati, e tritati, funghi champignon trifolati,passata di pomodoro sulla base,da una parte funghi e prosciutto cotto, dall'altra parte spinaci e salsiccia.
cuocere qualche minuto, poi unire la provola dolce e pecorino fresco a scagliette e lasciar fondere)

Covaccino con bresaola,mozzarella,rucola,pomodoro crudo...

Covaccino olio E.V.O e origano

Covaccino con dadini di pancetta toscana

28 commenti:

  1. Quando hai detto lievito in quantità considerevole già mi immaginavo 40gr per 1/2 Kg di farina!!!! Mi sembra che sia una qt molto più che accettabile per quella dose di farina. E di sicuro quella pizza ha un aspetto godurioso ^_^
    Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  2. questa ricetta mi interessa molto!!
    Di solito utilizzo la mia che pero' ha bisogno di molte ore di lievitazione e non posso mai improvvisare!
    La provero'

    RispondiElimina
  3. favolosa!! bravissima come sempre!! baci!

    RispondiElimina
  4. @Federica
    Ero abituata ad usarne pochissimi grammi, tipo 3 o 4 g, e quindi usarne
    15 g mi sembra una quantità enorme...
    Ma ti assicuro che viene molto digeribile,ed è buonissima.
    buona giornata anche a te

    @Alem
    Brava, hai detto la parola giusta...improvvisare.
    E' quello che mi mancava, il poter mangiare una buona pizza, appena ci scatta la voglia.
    Poi mi racconti, vero?

    @Federica
    E tu gentilissima come sempre :)))
    Un baciotto

    RispondiElimina
  5. Che pizza favolosa!!!
    Uso anch'io un impasto simile ma provo di sicuro anche la tua, dal quel che vedo dalle foto è perfetta!
    Ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  6. è perfetta questa pizza...le foto così grandi fanno venire l'acquolina..me la sto mangiando con gli occhi

    RispondiElimina
  7. Ciao! la tua pizza dev'essere ottima! noi la prepariamo almeno una volta a settimana e ci piace alta e soffice!
    terremo sicuramente a mente i tuoi accorgimenti...anche se la facciamo da molto...non si finisce mai di imparare!!
    ottime le proposte di farcia...sicurament euna sarà per la prossima nostra pizza ;)
    un bacione

    RispondiElimina
  8. Stupenda! Non mi vengono in mente altre parole...
    Evviva la pizza! Se poi è così buona...

    RispondiElimina
  9. e quella farina dove la trovi?... mai vista al super...

    RispondiElimina
  10. Buca lo schermo questa foto,io vivrei di pizza, e proprio stasera avrei bisogno di una teglia così ,che dici ci provo ? ;-)

    RispondiElimina
  11. che meraviglia!!!!!!!!buone buone assolutamente buone le tue pizze..brava..baci

    RispondiElimina
  12. Grazie per le dritte, la provo stasera così risolvo il problema cena, grazie!

    RispondiElimina
  13. la pizza tira sempre..quasi quasi metto le mani in pasta,grazie e complimenti per il tuo blog!!!

    RispondiElimina
  14. @Renza
    Ciao vicina di casa :)
    mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi, se la provi...
    mi fai un fischio?
    Un bacio

    @Zasusa
    Grazie carissima,quanti complimenti ;)

    @Manuela e Silvia
    alta e soffice, bassa e croccante...meno male che ci possiamo sbizzarrire :)
    Io la pizza la adoro in tutti i modi,basta che sia una "buona pizza"
    Grazie ragazze per essere passate

    @Alessandra
    Sai che concordo con te,modestia a parte??? :))
    E' veramente buona...
    Un bacio

    @furfecchia
    prossima spedizione insieme, la Metro all'Osmannoro...
    25 kg di farina Caputo, a testa :))
    Un bacione

    RispondiElimina
  15. @Lory
    Che bello,mi sei venuta a trovare, grazie...
    Io fossi in te, la proverei :))
    poi mi fai un fischio, e mi racconti come ti è sembrata...
    grazie per la visita

    @Scarlett
    Ciao Rossella :))
    Grazie, per questi bellissimi complimenti...
    ogni volta che farò una nuova pizza, aggiornerò la lista!
    Un abbraccio

    @Mariacristina
    Allora ti penserò intensamente...se ti fischia un orecchio, sono io :))
    buona pizza...

    Antonella-Vera55
    Grazie per la visita...
    e grazie per i bei complimenti :))
    a presto!

    RispondiElimina
  16. La tua mitica pizza, che spettacolo, mi hai fatto venire una fame! Super cocccola, si dice a una persona molto carina e gentile. Baci! Sabri

    RispondiElimina
  17. che bontà..... la pizza è sempre la pizza ma a mio parere quella cotta nel fornetto e quasi come quella della pizzeria napoletana sotto casa! splendida! baci Ely

    RispondiElimina
  18. Che bella questa pizza!
    r grazie davvero per il tuo commento. Non vedo l'ora che arrivi il 29!
    ;-)

    RispondiElimina
  19. La pizza a casa mia invece è il rito irrinunciabile del sabato sera.
    Io metto pochissimo lievito ma uso il forno intiepidito come cella di lievitazione.
    Grazie per essere passata da me, ci vediamo al corso!

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia, vivo per la pizza, la mangio piu' volte a settimana ed ogni volta che la vedo la desidero. Complimenti anche per la scelta della farina. Ciao

    RispondiElimina
  21. Ho fatto il corso di Adriano quindi gli impasti difficili non mi spaventano più,questo lo trovo adatto,quaqndo si ha poco tempo e si vuol gustare una buona pizza,complimenti!!!!

    RispondiElimina
  22. Ma la dott.ssa Santi sa che tu mangi 'sta pizza???? E a quanti passi corrisponde???
    Baci Amore!

    RispondiElimina
  23. @ Sabri
    grazie per la supe coccola, ora che so cosa vuol dire, mi piace molto...
    Un bacione super coccola triestina ;)

    @Ely
    Hai perfettamente ragione...
    la pizza cotta nel fornetto, e con questo impasto...è buona forse di più di quella della pizzeria!
    Ecco perchè mio marito, non mi porta più fuori a mangiare la pizza :))

    @Gaia
    ci siamo quasi...mancano pochi giorni, e poi la grande avventura con i maestri...
    non vedo l'ora!!

    @nanninanni
    Non vedo l'ora di conoscere anche te...vicino di casa :))

    @mascalzone
    grazie per la tua visita, la farina Caputo, ormai è entrata nella mia dispensa, e difficilmente la abbandonerà ;))

    @nitte
    Il corso con Adriano, lo farò il prossimo w.e...
    io di solito facevo la pizza di Adriano tutti i sabati,ma come ben sai va programmata con largo anticipo...questo è un ottimo compromesso per una pizza dell'ultimo minuto :)
    Grazie nitte, di essere passata :))

    @Fantasie
    Lo sa, lo sa,la dottoressa che una volta a settimana mangio la pizza!!
    non so i passi, ma so per certo che adesso devo alzare le chiappe dalla sedia, e devo iniziare a camminare :))
    Un bacione

    RispondiElimina
  24. la tua pizza ha un aspetto davvero fantastico.. godurioso al punto giusto!

    RispondiElimina
  25. Carissima,

    sorvoliando sui nomi delle pizze, che sono tutti sballati (la margherita non prevede l'origano e la Napoli è con le acciughe solo a Roma, dove di pizza non si intendono tanto), mi permetto di suggerirti di cambiare farina, se vuoi ottenere una pizza in così poco tempo.

    Il fatto che usi farina Caputo dovrebbe indicare che sei mediamente esperta, non essendo il marchio Caputo facilmente reperibile sul mercato al dettaglio.
    Essendo tu esperta, saprai che le farine si distinguono, tecnologicamente parlando, per caratteristiche alveografiche e reologiche.
    Ebbene, la Caputo in sacchi o pacchi rossi ha un valore del coefficiente W, che esprime l'indice di forza, compreso tra 280 e 300, stesso intervallo della Farchioni speciale per pizza e focacce (che invece si vende anche al Dico).
    * E Una farina W 280-300 non matura in meno di 15 ore!!! *

    Una W 280-300 con il metodo diretto rende il meglio di sé per fermentazioni complessive non inferiori a una trentina di ore, con l'uso del frigorifero anche più lunghe. Per la classica pizza napoletana si usano farine più deboli (valore W intorno al 250) e le migliori pizzerie le lavorano sulle 18 ore abbondanti (dico abbondanti perché da quando incominciano ad arrivare i clienti sino a quando chiude la pizzeria le ore aumentano).

    Vuoi fare un impasto a 2-3 ore? Usa una farina per torte! Anche perché l'idratazione che usi è bassina (con tutto quello che assorbono le due farine che hai citato, francamente mi domando pure come fai). Va benissimo la 00 più economica di qualsiasi supermercato (o discount).

    RispondiElimina
  26. Carissimo Francesco,
    io non sono esperta, ma mi limito a fare delle buone pizze, o almeno così pare a me e alla mia famiglia!
    Se i nomi sono sballati, la colpa non è mia...
    Qua in Toscana, si chiamano così, e sinceramente non mi sento di fare un'indagine per l'intero stivale, per sapere realmente quali sono i nomi di tutte le pizze!
    Per l'uso della farina, io uso la Caputo, ed intendo continuare ad usare quella, e da quello che scrivi...sembra che anche tu, te ne intenda !

    Cosa sei un pizzaiolo?
    Se avessi letto attentamente, cosa che mi pare tu non abbia fatto, avresti letto che di solito l'impasto lo preparo il pomeriggio prima,quindi altro che se arriviamo bene alle 18 ore di lievitazione
    Il mio metodo che ho scritto...se leggi bene, è quello che mi permette di ottenere una buona pizza, quando la voglia arriva inaspettata, e non con un giorno di anticipo!

    Io accetto tutti i consigli,ma se sono anche un pochino meno arroganti, mi piacciono sinceramente di più!
    Ciao Carissimo

    RispondiElimina
  27. Nel mio intervento non c'era alcuna arroganza...
    Ogni farina ha i suoi tempi e i suoi metodi di lavorazione. La Caputo rossa va benissimo (forse è l'ideale) per l'altro metodo che usi tu, cioè quello del pomeriggio prima. Ma non va bene per questo metodo, molto semplicemente...
    Per una pizza a lievitazione breve prova con una farina debole e vedrai che ti verrà meglio!

    PS - Non c'è bisogno di girare tutto lo stivale. Basta recarsi a Napoli ;)

    RispondiElimina
  28. Ciao Aurelia,
    ti ho appena conosciuta con "pizza nel testo di Adriano" e sono già a tempestarti di domande
    Copri le palline con la pellicola, ma la metti direttamente a contatto?
    grazie
    ciao

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.