lunedì 16 marzo 2009

Torta della nonna

Un dolce dal nome semplice ...
Una deliziosa crostata che racchiude della crema delicata aromatizzata al limone,i pinoli tostati che ne esaltano il suo profumo.
Fino a qualche mese fa, era questa la torta della nonna che io conoscevo, quella che faccio da sempre.
Invece un bel giorno nel blog di Fior di Frolla, che ringrazio di cuore per avermela fatta conoscere,sbirciando tra le sue deliziose e golosissime ricette, ho trovato questa ricetta meravigliosa.

Sembra che sia stata elaborata nell'Enoteca Pinchiorri di Firenze, io posso solo dire che è di una delicatezza unica, la crema con la farina di mandorle dà alla torta un gusto nuovo, delicato e morbido, un dolce da occasioni "speciali".
Non ho omesso una virgola della sua ricetta...è perfetta così com'è!




Ingredienti:

Per la pasta frolla:

300 g di farina

100 g di burro

1 uovo

1 tuorlo

75 g di zucchero a velo

1 cucchiaino di lievito per dolci

2 tuorli

35 g di farina

575 ml di latte

75 g di zucchero a velo

100 g di farina di mandorle

2 cucchiai di pinoli

Per la pasta frolla: lavorate il burro freddo e lo zucchero a velo nella planetaria con il gancio a k. Sempre tenendo l’apparecchio in funzione aggiungete l’uovo ed il tuorlo, uno alla volta, fino a che si saranno amalgamati ed unire la farina setacciata insieme al lievito. Fate impastare il tutto fino ad ottenere una pasta liscia, lavorandola brevemente a mano se fosse necessario. Dividete l’impasto in due parti uguali e avvolgetele nella pellicola alimentare e fatele riposare in frigorifero per almeno 30 minuti (io l’ho lasciata per circa un’oretta).Per la crema: in una ciotola lavorate i tuorli insieme alla farina e allo zucchero a velo setacciati. Fate bollire il latte in una casseruola e versatelo a filo nel composto di uova mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo unite la farina di mandorle, amalgamate e ponete il tutto sul fuoco a fiamma moderata. Mescolate sempre con una frusta fino a quando la crema si sarà addensata. Lasciatela raffreddare mescolando di tanto in tanto per evitare la formazione della patina superficiale.Prendete la pasta dal frigorifero e stendetela con il mattarello in due dischi. Rivestite di carta da forno una teglia, disponetevi il primo disco e distribuitevi sopra la crema, avendo cura di lasciare libero uno spazio di circa 3 cm dal bordo. Coprite con il secondo disco e ripiegate i bordi della pasta verso l’alto sigillandoli bene. Spennellate la superficie della torta con un tuorlo sbattuto, cospargete con i pinoli e cuocete nel forno già caldo a 180° per circa 30 minuti. Al termine della cottura spolverizzate con lo zucchero a velo.

8 commenti:

  1. Che bella che ti è venuta, anche io avevo adocchiato la ricetta di Fior di Frolla, ma ancora non ho avuto l'occasione di provarla...spero di farlo presto, mi hai proprio invogliata! Brava Aurelia!

    RispondiElimina
  2. Sarà fantastica... mangiane anche un po'per me!

    RispondiElimina
  3. Ti è venuta benissimo Aurelia, io la faccio spesso nelle occasioni speciali e riscuote sempre grande successo ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Complimenti per il tuo blog! Mi fa tanto piacere che ti sia piaciuto il nostro Recioto di Soave :-))
    Purtroppo non è ancora distribuito a Prato...però se ti interessa spediamo in tutta Italia.

    a presto!

    RispondiElimina
  5. Ciao carissima, meravigliosa questa torta della nonna, ti e' venuta benissimo.
    E' un dolce che adoro, ne parlavo giusto qualche giorno fa con una mia amica, perche' e' un secolo che non lo faccio.
    Sei stata bravissima.
    Un bacio grande grande!

    RispondiElimina
  6. @Milla,
    se sei abituata alla classica torta della nonna,questa la devi provare assolutamente...
    è molto,ma molto più delicata.

    @Fantasie
    Già fatto...l'ultima fetta era dedicata espressamente a te!
    Grazie della visita

    @Camomilla
    Grazie della ricetta,è fantastica...
    Sei sempre una garanzia!

    @Val,
    penso proprio di fare un'ordinazione...il tuo recioto mi è rimasto nel cuore.
    Ancora tanti complimenti per il tuo vino ;-)

    @Marlena...finalmente!
    Ero preoccupatissima :-(

    Questa versione della torta della nonna,la devi assolutamente provare.
    E' di una delicatezza unica!
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  7. Aurelia ma hai presente a quest'ora che effetto mi fa vedere una fetta di questa meravigliosa torta della nonna???????????? heheheh
    un bacione a te ! Pippi

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.