venerdì 18 aprile 2014

Panini nel coccio




Ci sono post che devono aspettare quasi un anno per essere finalmente visibili ed essere condivisi, come questi panini nel coccio, che avevo preparato come segnaposto per la tavola di Pasqua 2013.
Mi erano talmente piaciuti ed avevano fatto anche la loro bella figura, ma non avevo più avuto l'occasione di poterli postare, e la cosa mi era dispiaciuta tantissimo.
Finalmente dopo circa un anno, ecco che fanno di nuovo capolino, pronti per accompagnare il nostro pranzo di Pasqua.
Li avevo visti da lei, e mi avevano colpita subito, io ho diminuito la dose di lievito ed aumentato i tempi di lievitazione, ma per il resto, non ho apportato altre modifiche.
E' ovvio che potete usare anche un vostro impasto supercollaudato, e sbizzarrirvi con la fantasia aggiungendo sulla superficie dei panini semi di sesamo oppure di papavero, oppure salvia o rosmarino, al posto dell'erba cipollina.

L'unica cosa che dovete fare è procurarvi dei mini vasetti di coccio di circa 6/7 cm di diametro, metterli a bagno per circa 12 ore in acqua, farli asciugare e poi passarli con olio o burro al loro interno prima di metterli per in forno a 200° per 20 minuti. Ecco che i vasetti, saranno pronti per accogliere le palline di pane da cuocere.


Ingredienti  per 10 panini


  •  125g di farina 00
  • 125g di farina Manitoba
  • 2 cucchiai di olio extravergine  d'oliva
  • 150 ml circa di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 5 g di lievito di birra
  •  erba cipollina q.b

Sciogliete il lievito in un po' di acqua tiepida che avrete tolto al totale, aggiungete lo zucchero, mescolate e lasciate riposare per 5 minuti, poi unitelo alla farina e versate altra acqua.
Iniziate a mescolare ( io ho usato la planetaria) e aggiungete l'acqua un po' alla volta, unite anche il sale e da ultimo l'olio a filo. Quando l'impasto sarà quasi pronto, unite l'erba cipollina e formate una palla liscia. Mettete l'impasto dentro ad una ciotola e  copritelo  con della pellicola da alimenti, lasciandolo lievitare in un posto tiepido fino al raddoppio, diciamo che ci vorranno dall'ora e mezzo a circa due ore.
 Dividete  l'impasto in tante palline e mettetele  dentro ai vasetti di terracotta, unti d'olio extravergine d'oliva i copriteli e fateli raddoppiare di nuovo.
Cuoceteli in forno caldo a 180° per circa 20,30 minuti, o finché non saranno dorati.

7 commenti:

  1. Ma sono carinissimi! Ecco adesso dovrò aspettare un anno per poterli utilizzare...forse =P
    Buona Pasqua!

    Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, se ti impegni, forse ce la fai :)

      Elimina
  2. Ciao Aurelia.
    Questi panini segnaposto sono meravigliosi! Quasi rimpiango di non essere a casa per Pasqua, perchè ti assicuro che li avrei preparati senza alcuna esitazione. Complimenti!
    Mi aggiungo ai tuoi lettori perchè quello che proponi mi piace sempre moltissimo
    Giulia

    RispondiElimina
  3. idea geniale,oltre che originalissima!!
    Ti faccio tantissimi auguri di Buona Pasqua :)

    RispondiElimina
  4. cara Aurelia , complimenti e' un'idea strepitosa ,bravissima ....felice serata

    RispondiElimina
  5. Purtroppo non è visibile la foto dei panini ( capitano anche a me questi scherzi da parte di blogger ) ma la ricetta mi piace molto!!

    RispondiElimina
  6. ...che carini questi paninetti!
    io ho raccolto 25 ricette illustrate da me in un ricettario, potrei illustrare una tua ricetta dolce... guarda qui

    RispondiElimina

Ti ringrazio per essermi venuto a trovare, e per aver trovato tempo e voglia per commentare.
Puoi lasciare scritto quello che vuoi, un saluto, farmi una domanda, o anche una critica se costruttiva.