lunedì 18 gennaio 2016

La Settimana degli Agrumi per il Calendario del Cibo Italiano




Diciotto giorni di Calendario del Cibo Italiano, diciotto giorni di approfondimenti, ricette, curiosità, scambi e nozioni storiche. Diciotto giorni di rodaggi, messe a punto, aggiustamenti, per far si che questo progetto ideato da Aifb, possa dare il meglio di se, il che vuol dire un impegno immane da parte del direttivo, ma anche un grande impegno da parte di chi nel progetto ci crede e ne vuole far parte, attraverso le sue 366 Giornate e  le sue 52 Settimane oppure contribuendo con le proprie ricette.

La cultura gastronomica italiana è un patrimonio immenso e meraviglioso e la condivisione attraverso progetti come questo, è solo da applaudire.
Spesso ci riempiamo la bocca di parole straniere,cerchiamo di far colpo con piatti gastro fighetti e non conosciamo le ricette della nostra tradizione, quelle che hanno fatto si, che la cucina italiana, diventasse famosa in tutto il mondo.





In questo progetto, da oggi e per una settimana che va dal 18 Gennaio al 24, sono l'ambasciatrice degli Agrumi  ed in questo post vi racconto storia, curiosità, aneddoti su questi meravigliosi frutti e dove troverete anche  tantissime ricette, dei Soci Aifb, che hanno contribuito a rendere particolarmente ricca, questa settimana.



Anche voi che non siete soci Aifb, potete partecipare con le vostre ricette a questo progetto. Scrivete un post per la Giornata o Settimana e programmate l'uscita per quel giorno...scrivete un approfondimento, delle curiosità, oppure raccontate della vostra ricetta di casa, ma arricchite sempre il post con delle cose che facciano piacere leggere , poi inserite un commento sotto al post ufficiale e lasciate anche il link. E' un modo anche questo, per far conoscere la nostra, la vostra tradizione.


E ora cliccate su quel link e venite a scoprire tutto sugli agrumi!
Vi aspetto

13 commenti:

Cristina Galliti ha detto...

18 giorni uno più bello dell'altro!! quante cose impariamo vero? grazie per il tuo contributo, ho appena letto su Aifb, interessantissimo. Bel post, complimenti e foto meravigliose.
Ti mando presto una cosina agrumata naturalmente :-)

Paola Baronio ha detto...

hai ragione, abbiamo prodotti e piatti che il mondo ci invidia e si sogna, e spesso non vengono apprezzati a dovere. Mi leggo con piacere il tuo post sugli agrumi

Fausta Lavagna ha detto...

... e anch'io imparo tanto, ma tanto da questi post! Anche dal tuo, bellissimo, ho appreso tante cose che non conoscevo ed ecco, il "sapere" mi piace e credo ci renda meno rigidi nelle nostre convinzioni. Farò la tua marmella!!! Posso esimermi? Non credo... :), mi sembra ottima.
Un bacio grandissimo; senza alcun intento demagogico ricambio l'affetto che mi hai dato in questi giorni e credo, anch'io, di aver trovato un'amica in più :)

speedy70 ha detto...

Splendido post Aurelia... c'è sempre da imparare!!!

Angela ha detto...

Bellissimo post, Aurelia.. lascio anche io il mio contributo!

Aurelia ha detto...

Cristina, aspetto la tua "cosina"agrumata.
Grazie mille per i complimenti.

Aurelia ha detto...

Grazie mille Paola. Il Calendario del Cibo Italiano, punta proprio a questo...a diffondere le nostre tradizioni.
Sarebbe un peccato, non metterle a disposizioni di tutti
A presto

Aurelia ha detto...

Scambio equo e solidale...pasta d'agrumi e biscottini, contro una marmellata d'agrumi! e così naque una bella amicizia!
Grazie mille Fausta :)

Aurelia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Aurelia ha detto...

Grazie mille Angela , allora attendo curiosa la tua ricetta! :)

Aurelia ha detto...

E' vero, non si finisce mai di imparare...e meno male.
a presto :)

Anna Maria Pellegrino ha detto...

Grazie per il tuo post, adorabile Ambasciatrice! Ti lascio il mio contributo :)

Aurelia ha detto...

Grazie mille amica mia :)

Posta un commento

Grazie per avermi fatto visita ed aver commentato!
Ti chiedo solo una cortesia, quella di firmare il tuo commento, soprattutto se è un commento anonimo, perché altrimenti non verrà pubblicato.
Grazie per la comprensione