martedì 15 maggio 2012

Pane casereccio con lievito madre




La voglia di  fare il pane in casa, ha fatto di nuovo capolino  nella mia cucina, complice il lievito madre regalatomi da una nuova amica, Tatiana.
Visto che era bello arzillo e pimpante, sono bastati veramente pochi rinfreschi, ed era già pronto da usare ... Mi piace osservelo  appena rinfrescato, quella pallina liscia liscia che si rilassa dopo la serie di massaggi, poi inizia a  prendere vita e compaiono le prime bollicine, che lasceranno il posto a veri e propri alveoli pieni di forza!

Ho preso la ricetta dal libro di Sara Papa, Tutta la bontà del Pane , ed ho scelto una ricetta semplice, a prova di errori,  il risultato è stato questo filone, ottimo da consumarsi con del salame toscano, o del buon prosciutto crudo, oppure anche una bella bruschetta, quando il pane inizierà a perdere leggermente di freschezza.




600 g di farina 0
12 g di lievito di birra, oppure 150 g di lievito madre
350 g di acqua
1 cucchiaino di sale
olio extra vergine d'oliva

Stemperare il lievito nell'acqua, ad una temperatura di circa 22/23° C  fino a farlo sciogliere. Disporre la farina sulla spianatoia formando una conca, versare il lievito sciolto poco per volta e iniziare ad impastare. Unire il sale e continuare finché l'impasto non diventa liscio e compatto. Ungere una terrina capiente con poco olio e coprirla con una panno umido. Far lievitare l'impasto fino al raddoppio (circa un paio d'ore) lontano da correnti d'aria.






Trascorso il tempo per la lievitazione, lavorare un po' l'impasto per sgonfiarlo e dargli la forma di un filoncino e trasferitelo in una teglia foderata con della carta da forno. Incidete la superficie con un coltello affilato, e formate una specie di grata.
Lasciate lievitare finché non è avvenuta la seconda lievitazione.

Cuocere nel forno caldo a 210/220° per circa 15 minuti, poi abbassare la temperatura del forno a 180° e proseguita la cottura, per altri 35 minuti circa.

Fate raffreddare il pane su una gratella, per far perdere l'umidità che ha al suo interno.

32 commenti:

Morena ha detto...

ce l'ho ce l'ho ce l'ho..quel libro ce l'ho ed infatti come primo esperimento con la mia nuova creaturina era lo stesso pane..ehhehe!! che dire..affinità?? visto che l'hai fatto ed è venuto non bene ma benissimo..ci provo anch'io..stasera rinfresco..
baciotti!!

Marta ha detto...

io non vedo l'ora di recuperare del LM, mi è venuta voglia di ricominciare ad usarlo! il tuo pane è bellissimo!

Olga ha detto...

Ti è venuto bello soffice!! brava!!!

Aurelia ha detto...

Brava la mia gringa ...vedrai che soddisfazione, e che sapore :)
certo che siamo in sintonia, siamoa amiche per la pelle, o sbaglio??
Bacio anche a ti ...

Aurelia ha detto...

Marta, chiedi a Cipolla ... le te lo da , sicuramente :)
Grazzziieeeee :))

Aurelia ha detto...

Grazie Olga ...

Alice4161 ha detto...

Che meraviglia..il lievito madre da grandi soddisfazioni.


ciao

Aurelia ha detto...

Si Alice, hai proprio ragione,grandi soddisfazioni, e un buon profumo di pane in casa
a presto

Eleonora ha detto...

Fa proprio venire la colina in bocca! E poi ha questo aspetto di pane d'altri tempi! Prima o poi proverò anche io a fare qualcosa con il lievito madre! :)

Simona Mastantuono ha detto...

pane magnifico meglio che dal panettiere

Claudia ha detto...

Accipicchia che bel pane! E' lievitato alla perfezione! Bravissima! Sembra appena uscito al fornaio!

Aurelia ha detto...

Ciao Eleonora,
in effetti sembra il pane che si trova dai fornai, nei paesini sperduti :)

Aurelia ha detto...

Grazie Simona :)

Aurelia ha detto...

Grazie anche a te Claudia :)

Margot ha detto...

Ciao bentrovata! Questo pane con questa fettina di salame è davvero una visione. Specie a quest'ora che la fame si comincia a far sentire ;-)

Gio ha detto...

anche io ho il lievito madre, ma il tuo pane ha un aspetto piu' che buono!
bravissima!

Aurelia ha detto...

Grazie Gio, allora non ti resta che metterti all'opera :))

Aurelia ha detto...

Ciao Margot ,
la fettina di salame, sul pane ... mette fame anche a me :))
Benvenuta tra i miei amici ...

muffins ha detto...

Buonissima ricetta e bellissima presentazione. Complimenti! Da oggi ti seguo... se ti fa piacere passa a trovarmi qualche volta!

Aurelia ha detto...

Ciao Muffins e benvenuta nelle mie pagine ...
grazie per esserti aggiunta ai miei amici :)

Daphne ha detto...

Pane a lievitazione naturale, salame e fave novelle...che vuoi dippiù *__*
Ti seguo a ruota con le sperimentazioni ^__^

Aurelia ha detto...

Ciao Daphne ... chew dici, ci aggiungiamo un Lucano? :)))
a presto

Anonimo ha detto...

Ciao Aurelia
vorrei farti una domanda,ma con il lievito madre la prima lievitazione di 2 ore, non è poco ?
e la seconda lievitazione basta soltanto farla raddoppiare o bisogna aspettare qualche ora ?
scusami ma sono alle prime armi e per di più totalmente inesperta e non vorrei buttare tutto ,
ciao e grazie
Maresa

Aurelia ha detto...

Ciao Maresa, allora, diciamo che molto dipende anche dalla temperatura che hai in casa, ma diciamo che 2 ore, al riparo da correnti possono bastare.
Per la seconda lievitazione, devi controllare che il pane, abbia raddoppiato circa il suo volume, e poi infornarlo.
Tranquilla, tutte abbiamo avuto i tuoi soliti dubbi, è normale... buon lavoro allora :))

Anonimo ha detto...

Grazie molto gentile
A presto
Maresa

Anonimo ha detto...

Buongiorno Aurelia,
domani vorrei fare il tuo pane,mi dici per favore quante volte rinfreschi la tua pasta madre prima di usarla? Io ancora non mi so regolare con la pasta madre,ho sempre usato il lievito di birra. ciao e Buona giornata
Maresa

Aurelia ha detto...

Ciao Maresa, scusami, non avevo letto il tuo commento...di solito, due rinfreschi abbastanza ravvicinati, della serie, rinfresco ... aspetto qualche ora, rinfresco di nuovo, ed uso quello che mi serve.
poi devi vedere se il tuo lievito è pimpante, o meno ... se è già un lievito attivo, a volte basta anche un solo rinfresco.

se hai bisogno di consigli veloci, scivimi una mail ... a volte non ho il pc acceso, e non mi accorgo dei messaggi.
a presto

cvlfranca cavalieri ha detto...

Mi sono sintonizzata per caso su questo blog,vedendo spesso la trasmissione di Sarà Papà,mi domandavo dove trovare le farine buone che consiglia in TV.Mi puoi aiutare? Abito a Milano grazie

Aurelia ha detto...

puoi trovare le farine che usa, Sara Papa, direttamente al sito e- commerce della farina Petra ...questo è il link
http://shop.farinaearte.it/petra

Anonimo ha detto...

Sto provando a farlo. La seconda lievitazione si sta rivelando più "rapida" della prima! Complimenti per la chiarezza dell'esecuzione e grazie mille dei suggerimenti. Marina

ldf ha detto...

Se ci metto una farcitura di olive o noci seguo le stesse dosi della ricetta base ?

Aurelia ha detto...

Ciao, ad essere sincera in questo pane, non aggiungerei niente,perché mi piace il suo gusto neutro, ma se vuoi aggiungere qualche oliva e noce tritata,nell'impasto puoi farlo. Direi un 100g 150 g massimo...però ripeto, io non l'ho mai aggiunto e non posso garantirti il risultato.

Posta un commento

Grazie per avermi fatto visita ed aver commentato!
Ti chiedo solo una cortesia, quella di firmare il tuo commento, soprattutto se è un commento anonimo, perché altrimenti non verrà pubblicato.
Grazie per la comprensione