martedì 30 settembre 2008

Cornetti Briosciosi


Ero alla ricerca,di una ricetta per poter fare delle buone brioche...
Ho girovagato in lungo ed in largo,poi mi sono imbattuta su questa,del forum di cookaround.
Mi sono venuti buonissimi,ed i miei figli hanno molto gradito !
Alcuni li ho riempiti con la Nutella,altri con le gocce di cioccolato,e gli ultimi con della deliziosa marmellata di lamponi.
250 gr di farina Manitoba
250 gr di farina 00
50 gr di burro
25 gr di lievito di birra
150 gr di latte
150 gr di zucchero
2 uova intere
marmellata o nutella a piacere

Intiepidire leggermente il latte, quando è appena tiepido, sciogliervi il lievito.In una ciotola riunite le due farine, lo zucchero e il burro a temperatura ambiente, tagliato in piccoli pezzettini.
Mescolare energicamente con le mani. Aggiungere le due uova e mescolare con un cucchiaio di legno Aggiungere lentamente il latte in cui abbiamo sciolto il lievito (sempre mescolando!)Amalgamiamo per bene (l'impasto sarà molto faticoso da lavorare, ma mescolate, mescolate, mescolate!
Quando diventerà più compatto, infarinatevi per bene le mani (ed eventualmente aggiungete un po' di farina se è troppo appiccicoso), raccoglietelo a palla e mettetelo a lievitare in ambiente possibilmente caldo, lontano da correnti d'aria, e copritelo con un telo.Dovrà lievitare almeno due ore. Dopo di che, suddividete l'impasto in tre porzioni pressapoco uguali
Con il mattarello, stendete a cerchio la prima porzione e con un tagliapasta ricavate otto triangolini
Stendete leggermente ogni triangolino con il mattarello e disponete il composto, che deve essere più abbondante verso la base del triangolo e "sfumato" verso l'altezza
Ora arrotoliamo e formiamo i cornetti
Lasciateli a lievitare in una teglia coperta da cartaforno, per circa 3 ore (meglio se tutta una notte
Trascorso questo tempo, li vedrete raddoppiati.Spennellateli con un tuorlo d'uovo leggermente sbattuto e unito ad un cucchiaio di latte, ed infornate a 180° per circa 20 minuti.

La baguette francese


Il tipico pane francese,fragrante croccante,delizioso se abbinato a salumi e formaggi,oppure mangiato così comè appena sfornato,e per niente difficile da fare...



500g farina 00
350g acqua

12 g sale

7 g lievito fresco


L’impasto,si può fare a mano,nell’impastatore,o nella macchina del pane.Stemperare il lievito nell'acqua. Mescolare la farina ed il sale in una ciotola, aggiungere il lievito con l'acqua, mescolare accuratamente bene per amalgamare la farina. Si ottiene una pasta abbastanza appiccicosa, cosa che è normale (non aggiungere farina!!!). Coprire con un asciughino e lasciare lievitare un’ora.
Dopo i primi 20 minuti,passare una mano sotto l’impasto,staccandolo delicatamente dalla ciotola,e sempre delicatamente,capovolgerlo dal basso verso l'alto,ma lasciandolo sempre nella ciotola.
Questo passaggio va fatto ogni 20 minuti,dopodichè lasciare lievitare la pasta in pace…per un’ora,un’ora e mezza
Versare delicatamente la pasta su un piano infarinato, spolverare leggermente l’impasto con la farina, quindi piegare i lati destro e sinistro,verso l’interno,e poi piegare in tre parti,come un portafoglio… con lo stesso principio della pasta sfoglia.
Coprire,lasciar riposare 20min e ricominciare l'operazione 2 altre volte facendo fare 1/4 di giro alla pasta ogni volta.Pesare l‘impasto, dividerlo (vengono 3 pezzi da 280 g circa), rotolare leggermente e lasciare lievitare 20min. Lavorare con delicatezza e formare le baguette…lasciare lievitare altri 20 minuti,ed intanto accendere il forno a 230°.
Mettere dell’acqua nella leccarda del forno,o in un altro recipiente,che possa andare nel forno,fare tre tagli sulla baguette,e metterle in forno su una placca leggermente infarinata,abbassare la temperatura a 210°e cuocere il pane per 20 minuti circa,o finchè non è dorato e croccante

Chicche di patate con cocco e gamberetti

E'un primo molto insolito....
la prima volta che ne ho sentito parlare,devo dire che ero molto perplessa,
ma mi sono dovuta subito ricredere!
E' un piatto molto delicato,ed i sapori si sposano,e si amalgamano benissimo tra loro..





Per 5 persone circa…

Chicche di patate (gnocchetti piccoli) 1 kg
Gamberetti sgusciati surgelati 500g
½ bicchiere di latte
3 o 4 cucchiai di cocco disidratato (quello per dolci,per intenderci)
Burro 60 g
1 confezione da 200 g di panna da cucina
2 cucchiai di salsa ketchup
Sale pepe

Scongelare i gamberetti.
Mettere il cocco disidratato,nel bicchiere con il latte,e lasciarvelo per 10 minuti.
In un tegame,sciogliere il burro,aggiungere il latte con il cocco,mescolare,e lasciare cuocere per 2 o 3 minuti circa.
Aggiungere i gamberetti,mescolare,unire un pizzico di sale,ed una macinata di pepe,e lasciar cuocere per 4 o 5 minuti.
A questo punto,unire la panna da cucina,eventualmente separata dal siero che c’è nella confezione,mescolare ed unire i cucchiai di ketchup,la salsa deve diventare rosa.
Continuare la cottura per 5 minuti circa,controllare se è giusto di sale, e non far ritirare troppo la salsa,deve risultare abbastanza liquida.
Cuocere le chicche di patate, e quando sono cotte,farle saltare nel sugo.


Con questa ricetta partecipo alla raccolta Ricette con il cocco del blog "Agenda di Nico"

lunedì 29 settembre 2008

Pizza nel testo di Adriano


Chi non conosce il miticoAdriano,mago di tutti i lievitati dolci e salati?
Curiosando nel suo blog,avevo notato una pizza,cotta in una specie di padella...
Mi sono detta,sicuramente non è un impasto adatto al fornetto Ferrari!
Ed invece mi sbagliavo,perchè dopo un pochino di tempo ho ritrovato questa ricetta nel blog diDolci e non solo ,della bravissima Francesca,che ha sperimentato la cottura di questo impasto,nel suo fornetto Ferrari!
E magia delle magie,ho provato anche io ottenendo una pizza favolosa,ed il bello di questo impasto è che si può impastare al mattino,e godersi un'ottima pizza la sera a cena!

Riporto qua sotto la ricetta,copincollata da Dolci e non solo,e dico ancora grazie a Francesca...


ingredienti


800 gr farina W250 ho usato la farina spadoni per pizza
540 - 560gr acqua piuttosto fresca
22 gr sale
1 gr lievito fresco
io ho aggiunto anche un cucchiao di olio extra vergine d'oliva

Ore 9:
sciogliete il lievito nell'acqua, aggiungete poco più della metà della farina ed avviate l'impastatrice con l'aggancio a foglia, vel. 1. Quando l'acqua risulta assorbita inserite il sale e subito dopo il resto della farina, facendola cadere a pioggia da un setaccio avendo cura di fermare l'impastatrice di tanto in tanto. Calcolate 4' dal momento in cui la farina è assorbita. Aumenate la vel. a 1,5 ed attendete che la pasta cominci a tirare, ma senza incordare. Montate il gancio e fate andare a vel. 1,5 fino ad ottenere una parziale incordatura: l'impasto dovrà staccarsi dalle pareti, ma non dal fondo della ciotola.
Coprite con un telo inumidito e mettete a lievitare in un luogo non troppo caldo.
Ore 16,30:
Porzionate l'impasto in pezzi da 250 gr, avvolgeteli delicatamente senza stringerli, sigillateli di sotto e poneteli in un recipiente infarinato e coprite.
Verso le 20 i panetti dovranno risultare ben lievitati
A questo punto potete fare le vostre pizze.
Io ho preparato del pomodoro con basilico, sale, origano e olio
Le ho cotte nel fornetto "Ferrari" e devo dire che il risultato è stato davvero sorprendente...sembravano uscite direttamente da una pizzeria napoletana...

mercoledì 24 settembre 2008

Paella alla Valenciana

Un piatto che fa allegria,colorato,profumato,invitante...se poi si condivide con gli amici più cari,


in una calda sera d'estate...





Ricetta presa da Cosacucino




Paella alla Valenciana


Ingredienti






500 g di riso parboiled, patna o basmati


500 g vongole


500 g cozze


500 g calamari


500 g gamberoni


500 g scampi





400 g salsiccia fresca


400 g bocconcini di lonza di maiale


400 g sottocoscia di pollo


1 peperone rosso


1 peperone giallo


400 g piselli novelli o surgelati


1bicchiere di vino bianco secco


1 cipolla di media grandezza


2 spicchi d’aglio


prezzemolo fresco


olio extravergine d’oliva

E' un piatto che impegna leggermente,ma il risultato è decisamente gratificante...
ripaga di tutte le fatiche!!

Mettiamo le vongole in un recipiente con dell'acqua salata, per farle spurgare,lasciamole un'ora. Dopo togliamo l'acqua di deposito, e le laviamo bene sotto l'acqua corrente. - puliamo le cozze, raschiandole con un coltello per togliere i depositi calcarei. - Con delle forbici togliamo ai gamberoni, ai scampi, le antenne, altrimenti rischiamo di trovarcele in mezzo al riso. Laviamoli bene. - Togliamo la pelle ai calamari, svuotiamoli, semplicemente girandoli come un calzino e lavandoli sotto l'acqua. Tagliamoli ad anelli. - Tagliamo a bocconcini ( tipo per spezzatino )la carne del pollo, della lonza di maiale e la salsiccia. - Puliamo i peperoni, privandoli dei semi interni e tagliamoli a listarelle. - Tritiamo la cipolla e l'aglio. - Laviamo e tagliamo a cubetti i pomodori freschi Ora possiamo iniziare: In una Paella, o un recipiente molto capiente in ferro battuto, mettiamo una base d'olio extravergine d'oliva. Appena calda versiamo la cipolla e l'aglio, facciamo indorare leggermente. Aggiungiamo i bocconcini di carne ( pollo, maiale, salsiccia ) e gli facciamo cuocere a fuoco vivo per una decina di minuti, aggiungiamo un pizzico di sale, sfumiamo con un po' di vino bianco secco. A cottura ultimata, aggiungiamo i calamari, e mantechiamo di tanto in tanto. Aggiungiamo i pomodori freschi, un'altro po' di sale, di pepe e lasciamo cuocere fino a quando i pomodori non si saranno trasformati in sugo. A questo punto aggiungiamo i gamberoni,a cottura ultimata,gli togliamo dal sugo, uno ad uno e gli mettiamo in una teglia da forno. Aggiungiamo gli scampi, a cottura ultimata anche loro vanno presi e messi nella teglia del forno, poi aggiungiamo le aragostelle, le facciamo cuocere e le mettiamo nella teglia. Ora e' il turno delle cozze, appena saranno aperte, vanno tolte, e sgusciate ( lasciatene qualcuna nella valva per decorazione finale !). Aggiungiamo i piselli sgranati, e peperoni, facciamo cuocere fino a cottura ultimata, dovrebbero volerci 20 minuti circa. Adesso, assaggiamo il sugo, regoliamo eventualmente di sale , di pepe, e aggiungiamo lo zafferano. In una padella a parte, con un trito d'aglio, un filo d'olio e prezzemolo, facciamo aprire le vongole, appena saranno tutte aperte, le togliamo dal fuoco e le sgusciamo ( tenete alcuna per decorazione con il guscio).Filtriamo l'acqua emessa dalle vongole con un tovagliolo di carta da cucina ( e' importante, altrimenti rischiamo che un po' di sabbia possa rovinare
il nostro piatto!! ). E unite l'acqua nel sugo della Paella. A questo punto tutto dovrebbe essere pronto. Aggiungiamo il riso e lo facciamo cuocere, mantecandolo con cura, sino a cottura ultimata. nel frattempo accendiamo il forno, e scaldiamo la teglia dove avevamo messo gli altri ingredienti, precedentemente cotti. Il riso non dovrebbe avere bisogno di alcuna aggiunta di brodo, in quanto l’acqua di cottura di tutti gli alimenti hanno depositato nel nostro sugo. Se eventualmente pero’ il riso durante la cottura dovesse rimanere troppo secco, aggiungete un po’ di brodo alla volta. Ora arriva la parte piu' bella: togliamo il riso dal fuoco e guarniamo la nostra Paella Mixta, con i gamberoni, gli scampi, le cozze, le vongole e delle fette di limone ai lati per guarnire, spolveriamo il tutto con un po' di prezzemolo tritato fresco, e della scorza di limone grattugiata fine. Servite calda!

lunedì 22 settembre 2008

Risotto cremoso con zucchine e sottilette

Il caldo ormai è solo un ricordo,e il desiderio di un piatto caldo e invitante
si sta facendo avanti...
Le ultime zucchine,la voglia di coccole...ed ecco il mio risottino!

Risotto cremoso con zucchine e sottilette





4 o 5 zucchine

1 cipollina bianca o dorata

riso carnaroli

maggiorana o nepitella

vino bianco

brodo

olio o burro

sale,pepe

4 o 5 sottilette

parmigiano grattugiato

Tagliare le zucchine a cubetti,intanto mettete in una pentola dell'olio evo oppure del burro,nel caso del burro,fatelo sciogliere a fuoco basso,ed aggiungete la cipolla tritata. Fate rosolare dolcemente,aggiungendo un poco di acqua calda se occorre. Quando il tutto sarà dorato,aggiungere le zucchine,qualche fogliolina di maggiorana,mescolare delicatamente ,aggiungere un pizzico di sale,e cuocere per qualche minuto. Intanto avrete messo a scaldare del buon brodo,oppure se non lo avete del brodo di dado,e lo terrete vicino alla vostra pentola. Quando gli zucchini saranno a circa metà cottura,aggiungere il riso,mescolare perchè non si attacchi al fondo della pentola,fatelo tostare per un minuto circa,e sfumate con un pochino di vino bianco. Proseguite la cottura,aggiungendo piano piano il brodo caldo,continuando a mescolare. Quando il riso sarà ormai cotto,spegnere il fuoco,aggiungere le sottilette,una grattugiata di parmigiano e mescolate bene. Lasciate riposare il risotto,e servite

Muffin alla marmellata di lamponi


Ho trovato questa deliziosa ricetta,nel blog di Ditelo con una torta,me ne sono subito innamorata,
ed il risultato è stato ottimo...l'unica variante è stata l'aggiunta del cocco essiccato,che a mio modesto parere ci sta benissimo!


Muffin con marmellata di lamponi




Ingredienti
farina 250g
zucchero 125g
sale
lievito 16g
olio di semi oppure burro fuso 60g
1 uovo
scorza di ½ arancio grattuggiato ,oppure scorza di limone
latte 2-2,5 dl
marmellata di lamponi
cocco essiccato
zucchero a velo







Procedimento
Unire le polveri (farina, zucchero, sale, lievito) ,poi aggiungere l'olio di semi,oppure il burro sciolto e lasciato raffreddare,l'uovo intero,la scorza di arancia o di limone grattugiata,ed infine il latte.


Mescolare bene il tutto,finchè non ci saranno più grumi,preparare lo stampo da muffin da 12,mettere i pirottini di carta,una cucchiaiata di impasto in ogni pirottino,un cucchiaino di marmellata di lamponi,ed infine un mezzo cucchiaio di impasto.


Cospargere di cocco essiccato.


Cuocere in forno a 160°,per circa 20 minuti,sfornare far raddreddare e cospargere di zucchero a velo.

martedì 16 settembre 2008

Mini fraisier di Line



Mini fraisier (mini fragola) di Line
dal forum di Ecucinando,
dove passo molte ore,in compagnia di tante care amiche...
Pasta genovese
4 uova
120g di zucchero
120g di farina
Mischiare lo zucchero e le uova e battere a neve densa finché raddoppiano il volume, unire la farina delicatamente mescolando dal basso verso l'alto. Preriscaldate il forno. Imburrate ed infarinate uno stampo rettangolare 28 x 24 versatevi la preparazione ed infornate a 180°
Togliere dal forno e lasciare raffreddare su una gratella per dolci.
600 g di fragole
1/2 limone
20 cl. di crema di latte(panna da montare)
70 g di zucchero a velo
4 fogli di gelatina circa 10/11 g
Fate ammorbidire la gelatina in un contenitore di acqua fredda. Lavare e togliere le foglie alle fragole. Conservarne la metà e gli altri 300 g tagliarle finemente e mescolarle con lo zucchero e il limone .Dopo 10 minuti circa, mixerate il tutto.
Mettete la gelatina dentro ad un bicchiere, ben strizzata, e passatela pochissimi secondi al M.O per farla sciogliere...mi raccomando pochissimi secondi!!
Fatto questo,unitela al concentrato di fragole. Montare la panna fermamente, mischiarla al concentrato di fragole con la meta delle fragole tagliate in pezzi. Mettere la pasta genovese in uno stampo rettangolare, coprite con la mousse e lisciate la superficie con una spatola. Mettere in frigo 2 ore, tagliare a quadrotti e servire fresco con le rimanenti fragole.

Torta mon amour di Aurelia



Torta Mon Amour…di Aurelia 8 Luglio 2008



E' la torta,che ho fatto per il compleanno di mio marito

e per il nostro anniversario...unica data,almeno il capo,

non se lo dimentica!!



Ingredienti



Per la base
200 g di biscotti secchi tritati
100 g di burro
Per la farcia del primo strato
500 ml di panna fresca
zucchero a velo q.b
meringhe sbriciolate
2 fogli di gelatina
Salsa di fragole
250 g di fragole frullate
60 g di zucchero


Per la farcia del terzo strato


250 g di panna da montare
2 fogli di gelatina
zucchero a velo q.b
meringhe sbriciolate

Topping alle fragole
250 g di fragole frullate
180 ml di acqua
50/60 g di zucchero
2 cucchiai di amido tipo Maizena

Tritare benissimo i biscotti, ed aggiungere il burro fuso, mescolando benissimo.
Foderare il fondo di una teglia a cerniera, di 20 cm di diametro, con carta da forno.
Mettere il composto di biscotti, comprimere benissimo, con il dorso del cucchiaio, e lasciar riposare in frigo per circa un’oretta.

Mettere i fogli di gelatina in acqua fredda, per farli ammorbidire.
Intanto montare la panna, con le fruste elettriche, aggiungere lo zucchero a velo, poco perché dobbiamo unire le meringhe sbriciolate, notoriamente dolci!
Io ho aggiunto circa 6 o 7 meringhe, sbriciolate con le mani, mescolare bene, ed infine i fogli di gelatina, strizzati, e fatti sciogliere, in un bicchierino per pochi secondi nel MO.
A questo punto, ho tolto la teglia dal frigo, ho tolto la base biscotto, la carta forno, l’ho appoggiata sul piatto da portata, ed ho richiuso il cerchio, che ho foderato con una striscia di carta.
Mettere il primo strato di panna meringata, e rimettere il tutto in frigo, finchè la base non è abbastanza soda.
Preparare adesso la salsa alle fragole
Frullare le fragole, aggiungervi lo zucchero e mettere il tutto in un pentolino, cuocendo per 10 minuti a fuoco basso, poi far raffreddare il tutto per 10 minuti circa.

Quando è raffreddato, unire la salsa, sulla base di panna, e rimettere in frigo a solidificare.
Preparare la terza base, come la prima, panna…zucchero a velo.meringhe…ecc, e mettere a raffreddare.
Per ultimo fare il topping alle fragole
Frullare le fragole, metterle in un pentolino, aggiungere lo zucchero, l’acqua e l’amido, mescolando benissimo, per evitare che si formino grumi.
Mettere il pentolino sul fuoco a calore moderato, e mescolando far addensare la salsa.
Far raffreddare e mettere il topping, sulla nostra torta.
Rimettere il tutto in frigo, per 4 o 5 ore…si dovrà rassodare molto bene.















Frittelle di zucchina con pasta cresciuta


Questa ricetta ,catturata un bel pò di tempo fa

dalla Prova del cuoco,ed eseguita da Anna Moroni,

è un ottimo modo per gustare,le zucchine...



Frittelle di zucchine con pasta cresciuta

200 g di farina
1/4 di un cubetto di lievito di birra
200 g circa di acqua tiepida
Lavorare con le mani, e deve essere molto morbido,tipo pastella.
Lasciare tutto nella ciotola e far lievitare 1 ora

Grattugiare 4 zucchine,tagliuzzare i fiori,poi aggiungerli alla pastella,con 200 g di parmigiano,3 acciughe tagliuzzate e del basilico tritato.
Friggerle tipo knell

giovedì 11 settembre 2008

Cantuccini di Prato

cantucci di Prato



Una piccola premessa...



questi biscotti,sono tipici della mia città ... Prato,

e sono conosciuti in tutto il mondo, grazie all'antico biscottificio Mattei,

che dal lontano 1858, li produce.







cantucci di Prato


Questa è la mia versione,
chi li assaggia se ne innamora, e mi chiede la ricetta...


Cantuccini di Prato



350 g di farina 00
200 g di zucchero
60 g di burro
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
la buccia grattugiata di un'arancia biologica
1 cucchiaino di lievito per dolci
200 g di mandorle con la pelle
3 uova intere.
zucchero semolato per spolverare la superficie dei biscotti

L'esecuzione è molto semplice, per prima cosa dobbiamo fondere a bagnomaria o al micronde il burro, e lo mettiamo da una parte.
Tostiamo le mandorle nel forno, e facciamole raffreddare.
Facciamo una fontana con la farina, ed aggiungiamo tutti gli altri ingredienti ( a parte un cucchiaio di rosso d'uovo che ci servirà dopo, per spennellare i filoncini).
Mescoliamo ed impastiamo bene, poi dividiamo l'impasto e formiamo vari filincini , lunghi circa 20 cm, e larghi 2 dita circa, e posizionamoli sopra delle teglie coperte di carta forno, ben distanti l'uno dall'altro.
A questo punto, prendiamo il rosso d'uovo che avevamo messo da parte, e aggiungiamoci qualche cucchiaio di latte, mescoliamo e spennelliamo la superficie dei biscotti.
Cospargete la superficie di zucchero semolato.

Cuocere in forno per mezz’ora circa a 180°, quando sono cotti tagliarli trasversalmente e rimetterli pochi minuti in forno, diciamo per 2 0 3 minuti circa.
Ricordate che anche se vi sembreranno morbidi, i biscotti tendono ad indurirsi ulteriormente una volta sfornati ...

Mini gelati al biscotto e panna



Mini gelati al biscotto e panna


Deliziosi biscottini gelato,per una sana merenda,per piccoli e grandi golosi!!!
1 pacco di biscotti Rigoli o Oro Saiwa
500 ml di panna fresca
2 tuorli
100 g di zucchero a velo
gocce di cioccolato...facoltativo
Sbattere benissimo,i tuorli con lo zucchero a velo. Montare la panna fresca. Unire i due composti,molto delicatamente.Se piace,aggiungere un pochino di gocce di cioccolato fondente Prendere una teglia di alluminio,del tipo usa e getta,di cm 20x32,fare uno strato di biscotti,con il lato decorato verso il basso,versare delicatamente la panna,livellare bene, e coprire con i biscotti,con il lato decorato verso l'alto. Sigillare la teglia,con della carta di alluminio,e mettere in freezer,fino a che,il tutto non è solidificato....circa 4 ore. Al momento di servire,tagliare un biscottino e...gustare...

mercoledì 10 settembre 2008

Ecco qua il mio blog di cucina...
come se non ce ne fossero già abbastanza!

Ebbene si....sono stata colpita da bloghite acuta,
posso rimanere ad ore con il naso appiccicato
a guardare le spendide foto dei piatti deliziosi,
che trovo nell'immenso mondo virtuale,
leggere le ricette,copincollarle,salvarle sul mio pc
con la promessa di farle al più presto,

lambiccarmi il cervello pensando a dove poter scovare
quel particolare ingrediente...
sicura di non trovarlo mai...

e poi la gioia di vederlo,su qualche scaffale,
dell'ennesimo supermercato passato in rassegna!

Ed infine,poter preparare quella deliziosa ricetta,
per la mia famiglia...la cosa che amo più al mondo...
immaginare le loro facce quando entreranno in casa,
ed annuseranno il profumo,cercando di capire cosa
ho cucinato...

E poi...finalmente tutti seduti a tavola,
parlando di come è andata la giornata,
cercare nei loro occhi il piacere,
di gustare qualcosa di nuovo,
felice,di averli fatti felici...